Effetto yo-yo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

In dietologia si indica come effetto yo-yo, noto anche come ciclicità del peso, la perdita e riacquisto ciclico di peso corporeo in seguito a diete eccessivamente ipocaloriche. Il termine è stato utilizzato per la prima volta da Kelly Brownell, della Yale University, con riferimento al movimento verso l'alto e verso il basso, ciclico, tipico degli yo-yo. Il processo definito con tale termine ha inizio con una dieta che, nel breve periodo, consente di conseguire una perdita di peso, ma che non è efficace nel consentire il mantenimento di tale perdita di peso nel lungo periodo: la persona a dieta cerca quindi di perdere nuovamente il peso riguadagnato ed il ciclo ricomincia.

Cause[modifica | modifica wikitesto]

Le cause di una tale oscillazione di peso possono essere diverse, ma, spesso, possono essere ricondotte ad una dieta ipocalorica inizialmente troppo spinta. All'inizio, infatti, la persona a dieta sperimenta euforia ed orgoglio per la capacità di rifiutare il cibo. Nel tempo, però, i limiti imposti da una dieta eccessiva possono causare effetti quali depressione o affaticamento che rendono impossibile proseguire con la dieta intrapresa. In seguito, quindi, la persona a dieta riprende le proprie abitudini alimentari con, in più, il peso psicologico dovuto alla consapevolezza di non essere riuscita a perdere peso come voluto con la dieta seguita. Tale stato emotivo può portare molte persone a mangiare più di quanto non avrebbero fatto in condizioni normali, prima della dieta, ed a riguadagnare quindi rapidamente peso[1].

Effetti sulla salute[modifica | modifica wikitesto]

Le diete associate alla privazione eccessiva del cibo, in sostituzione di diete meno estreme associate all'esercizio fisico, possono portare la persona che le segua a sperimentare, nella fase iniziale di perdita del peso, una diminuzione sia del grasso corporeo ma anche del tono muscolare; al completamento della dieta è possibile che il corpo reagisca alla precedente fase di malnutrizione con un rapido aumento di peso, a carico, però, della sola massa grassa. Il processo innescato dall'effetto yo-yo può quindi comportare una modificazione nel rapporto percentuale tra massa magra e massa grassa, fattore che è un importante indicatore di salute. Studi eseguiti sui ratti hanno dimostrato come l'effetto yo-yo sia stato più efficiente nel guadagno di peso che nella perdita dello stesso[2].

Tuttavia, nel 1994, una ricerca ha sostenuto che "non si riscontrano effetti negativi derivanti dalla ciclicità delle variazioni di peso sulla composizione corporea, sul metabolismo basale, sulla distribuzione del grasso corporeo o sulla possibilità futura di perdita di peso", e che non ci sono elementi sufficienti che dimostrino che i fattori di rischio per le malattie cardiovascolari possano dipendere direttamente da diete cicliche[3].

Dal momento che non esiste allo stato una definizione univoca di "perdita e riacquisto ciclico di peso corporeo accettabile" non è al momento possibile trarre conclusioni sui reali effetti di queste diete[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Amigo, I., Fernandez, C., Effects of diets and their role in weight control in Psychology, Healthy Medicine, vol. 12, nº 3, maggio 2007, pp. 312–327, DOI:10.1080/13548500600621545.
  2. ^ The effects of repeated cycles of weight loss and regain in rats ScienceDirect - Physiology & Behavior
  3. ^ Atkinson, R. L., Dietz, W. H., Foreyt, J. P., Goodwin, N. J., Hill, J. O., Hirsch, J.,… Yanovski, S. Z., Weight cycling. National task force on the prevention and treatment of obesity. in Journal of the American Medical Association, vol. 15, nº 272, 1994, pp. 1196–1202.
  4. ^ . Atkinson, R. L., Dietz, W. H., Foreyt, J. P., Goodwin, N. J., Hill, J. O., Hirsch, J.,… Yanovski, S. Z., Weight cycling. National task force on the prevention and treatment of obesity. in Journal of the American Medical Association, vol. 15, nº 272, 1994, pp. 1196–1202.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina