Effetto suolo (aeronautica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Si indica con effetto suolo, in aeronautica, la conseguenza della vicinanza del suolo sul campo fluidodinamico nell'intorno di un'ala finita.

La differenza di pressione tra dorso e ventre di un'ala fa sì che alla sua estremità si generino dei vortici d'estremità d'ala, che sono da annoverare tra le fonti di resistenza indotta. La vicinanza con il suolo ostacola la creazione di questi vortici, comportando una riduzione di resistenza e quindi un aumento dell'efficienza dell'ala. Alle alte incidenze alari durante la fase finale dell'atterraggio, inoltre, l'aria sottostante il ventre alare viene leggermente compressa tra ala e terreno, formando un "cuscino" che tende a sostentare il velivolo più di quanto non avverrebbe, a parità di parametri di volo, lontano dal terreno.

L'effetto pratico di questo fenomeno si traduce, in assenza di azioni correttive, in un incremento indesiderato nella distanza di atterraggio ed in una, invece, favorevole riduzione di quella di decollo.

Tale principio viene sfruttato ad esempio nella progettazione degli ekranoplani

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aviazione