Effetto Forer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'effetto Forer (chiamato anche effetto di convalida soggettiva, o effetto Barnum, dal nome di Phineas Taylor Barnum) è l'osservazione secondo cui ogni individuo, posto di fronte a un profilo psicologico che crede a lui riferito, tende a immedesimarsi in esso ritenendolo preciso e accurato, senza accorgersi che quel profilo è abbastanza vago e generico da adattarsi a un numero molto ampio di persone.
L'effetto Forer fornisce una parziale spiegazione della grande diffusione di alcune pseudoscienze come l'astrologia e la divinazione, così come molti test di personalità.

L'effetto Forer è fortemente correlato con il bias di conferma.

La dimostrazione di Forer[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1948, lo psicologo Bertram R. Forer consegnò un test di personalità ai suoi allievi, al termine del quale fornì a ciascuno di loro un'analisi della personalità quale risultato del test effettuato.
In seguito, invitò ognuno degli studenti a dare un giudizio, su una scala numerica da 0 (molto scarso) a 5 (eccellente), al profilo fornito, in base a una valutazione dell'adeguatezza del giudizio. La media fu di 4,26. Solo al termine Forer rivelò agli studenti che era stato consegnato a tutti un stesso profilo psicologico, del tutto indipendente ai risultati del test. Il giudizio così recitava:

« Hai molto bisogno che gli altri ti apprezzino e ti stimino eppure hai una tendenza a essere critico nei confronti di te stesso. Pur avendo alcune debolezze nel carattere, sei generalmente in grado di porvi rimedio. Hai molte capacità inutilizzate che non hai volto a tuo vantaggio. Disciplinato e controllato all'esterno, tendi a essere preoccupato e insicuro dentro di te. A volte dubiti seriamente di aver preso la giusta decisione o di aver fatto la cosa giusta. Preferisci una certa dose di cambiamento e varietà e ti senti insoddisfatto se obbligato a restrizioni e limitazioni. Ti vanti di essere indipendente nelle tue idee e di non accettare le opinioni degli altri senza una prova che ti soddisfi. Ma hai scoperto che è imprudente essere troppo sinceri nel rivelarsi agli altri. A volte sei estroverso, affabile, socievole, mentre altre volte sei introverso, diffidente e riservato. Alcune delle tue aspirazioni tendono a essere davvero irrealistiche. »

Le frasi utilizzate da Forer nella compilazione del profilo "universale" furono formulate proprio a partire da una rivista di astrologia.

Variabili che influenzano l'effetto Forer[modifica | modifica wikitesto]

Recenti studi hanno dimostrato che viene dato un voto di accuratezza più alto se:

  • Il soggetto crede che l'analisi sia personalizzata
  • Il soggetto è sensibile all'autorità dell'esaminatore
  • L'analisi elenca principalmente tratti positivi

(Vedi Dickson and Kelly 1985 per approfondimenti in letteratura.)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • M. Hamilton, Who believes in astrology? Effect of favorableness of astrologically derived personality descriptions on acceptance of astrology, Personality and Individual Differences 31:895-902 (2001)
  • B. R. Forer, The fallacy of personal validation: a classroom demonstration of gullibility, Journal of Abnormal and Social Psychology 44:118-123 (1949).
  • French, C. C., Fowler, M., McCarthy, K., Peers, D., Belief in astrology: a test of the Barnum effect, Skeptical Inquirer 15, 2:166-172 (1991)
  • Dickson, D. H., Kelly, I. W., The Barnum effect in personality assessment: a review of the literature, Psychological Reports 57:367-382 (1985)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]