Effetto Early

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'effetto Early è un fenomeno caratteristico di tutti i transistori BJT (bipolar junction transistor) e consiste nella variazione della larghezza della base di un BJT dovuta ad una variazione della tensione di collettore. Infatti, fissato un valore di tensione base-emettitore, all'aumentare della tensione collettore-emettitore, aumenta la tensione di polarizzazione inversa della giunzione base-collettore e, quindi, aumenta la larghezza della regione di svuotamento di tale giunzione. Tutto ciò porta ad una riduzione della larghezza della base del transistore, poiché la corrente di saturazione, I_\mathrm{S}, è inversamente proporzionale alla larghezza della base. L'aumento della I_\mathrm{S} produce anche un aumento della corrente di collettore I_\mathrm{C}, la quale viene espressa nel seguente modo:

 I_\mathrm{C} = I_\mathrm{S} e^{\frac{V_\mathrm{BE}}{V_\mathrm{T}}} \left(1 + \frac{V_\mathrm{CE}}{V_\mathrm{A}}\right)

e V_\mathrm{A} prende il nome di tensione di Early.

Tale effetto si può evidenziare osservando la lieve inclinazione delle rette sulla caratteristica di uscita (V_\mathrm{CE} e I_\mathrm{C}). Tali rette risultano appartenere ad un fascio, il cui centro è il valore di tensione negativa V_\mathrm{A}.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]