Edward Hobart Seymour

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edward Hobart Seymour
Edward Hobart Seymour
Edward Hobart Seymour
30 aprile 1840 - 2 marzo 1929
Nato a Kinwarton (Warwickshire)
Morto a Maidenhead (Berkshire)
Dati militari
Paese servito Regno Unito Regno Unito
Forza armata Naval Ensign of the United Kingdom.svg Royal Navy
Anni di servizio 1872 - 1919
Grado Ammiraglio
Guerre Guerra di Crimea
Ribellione dei Boxer
Decorazioni Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno
Ordine al Merito

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

Sir Edward Hobart Seymour Seymour (Kinwarton, 30 aprile 1840Maidenhead, 2 marzo 1929) fu un ammiraglio britannico, comandante della China Station durante la rivolta dei Boxer.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Nipote del Contrammiraglio Michael Seymour, I baronetto[1] e figlio del reverendo Richard Seymour, Edward Seymour venne educato al Radley College e poi alla Eastman's Naval Academy, Southsea per poi entrare definitivamente nella Royal Navy nel 1852.[2]

La carriera[modifica | modifica wikitesto]

Seymour (terzo da sinistra) con Li Hongzhang e altri ufficiali, 1900

Egli prestò servizio nel Mar Nero durante la Guerra di Crimea,[1] alla fine della quale ancora marinaio venne imbarcato sulla HMS Calcutta, che era guidata da suo zio, Sir Michael Seymour, verso la China Station.[2] Egli prese parte alla presa di Canton nel dicembre del 1857[2] e successivamente, sulla HMS Chesapeake, prese parte all'attacco ai forti di Taku nel settembre del 1860.[2]

Nel dicembre del 1897, Seymour venne nominato comandante in capo della China Station,[1] assumendo l'incarico solo dal 18 febbraio 1898. La sua ammiraglia era la HMS Centurion. Il servizio si dimostrò pacifico sino alla Ribellione dei Boxer quando Seymour dovette guidare la propria brigata navale a riprendere possesso di Pechino.[2]

Dopo questi scontri ricevette l'Order of Merit e altre decorazioni, ritirandosi quindi a vita privata e dedicandosi alla scrittura delle proprie memorie, morendo in Inghilterra nel 1929.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano
Membro dell'Ordine al Merito del Regno Unito - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine al Merito del Regno Unito
— 26 giugno 1902
Medaglia inglese della Guerra di Crimea - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia inglese della Guerra di Crimea
Second China War Medal - nastrino per uniforme ordinaria Second China War Medal
Third China War Medal - nastrino per uniforme ordinaria Third China War Medal

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c The Peerage.com
  2. ^ a b c d e Oxford Dictionary of National Biography

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


Predecessore Comandante in capo della China Station Successore Naval Ensign of the United Kingdom.svg
Alexander Buller 1897-1901 Cyprian Bridge
Predecessore First and Principal Naval Aide-de-Camp Successore Flag of the United Kingdom.svg
James Erskine 1902-1903 Henry Stephenson