Edward Frederic Benson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edward Frederic Benson

Edward Frederic Benson (Crowthorne, 24 luglio 1867Londra, 29 febbraio 1940) è stato uno scrittore inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Più noto come E. F. Benson, Edward Frederic era il quinto dei sei figli dell'arcivescovo di Canterbury, Edward White Benson e di Mary Sidgwick (sorella del filosofo Henry Sidgwick). Anche due suoi fratelli furono scrittori, Arthur Christopher Benson (1862-1925), e Robert Hugh Benson (1871-1914, amico e forse amante di Frederick Rolfe).

Diede alle stampe moltissimi volumi, ma la sua fama rimane legata agli scritti fantastici, in parte ristampati dalla Hogarth Press. Soffrì di malinconia e di nevrastenia[1], che gli impedirono di occuparsi di archeologia, una passione che aveva scoperto in gioventù durante un viaggio in Grecia. Da giovane fu anche un eccellente atleta e praticò il pattinaggio di figura. Probabilmente omosessuale, non si sposò mai.

Nel 1918 si rifugiò a Rye (East Sussex), dove continuò a scrivere fino all'ultimo (in una casa che fu abitata in precedenza, dal 1898 al 1916, da Henry James). Il villaggio è riconoscibile dietro quello fittizio di Tilling, nella serie di Mapp and Lucia. Dal 1934 ne fu anche sindaco.

Morì nell'University College Hospital di Londra per un tumore alla gola.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

La serie Mapp and Lucia[modifica | modifica wikitesto]

Nota anche come Make Way for Lucia (ed. 1977), la serie con protagoniste Emmeline "Lucia" Lucas ed Elizabeth Mapp, comprende[2]:

  • Queen Lucia (1920)
  • Miss Mapp (1922)
  • Lucia in London (1927)
  • Mapp and Lucia (1931)
  • Lucia's Progress (1935, stampato anche come The Worshipful Lucia)
  • Trouble for Lucia (1939)

Altri romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Dodo: A Detail of the Day (1893)
  • The Rubicon (1894)
  • The Judgement Books (1895)
  • Limitations (1896)
  • The Babe, B.A. (1897)
  • The Money Market (1898)
  • The Vintage (1898)
  • The Capsina (1899)
  • Mammon and Co. (1899)
  • The Princess Sophia (1900)
  • The Luck of the Vails (1901)
  • Scarlet and Hyssop (1902)
  • An Act in a Backwater (1903)
  • The Book of Months (1903)
  • The Relentless City (1903)
  • The Valkyries (1903)
  • The Challoners (1904)
  • The Angel of Pain (1905)
  • The Image in the Sand (1905)
  • The House of Defence (1906)
  • Paul (1906)
  • Sheaves (1907)
  • The Blotting Book (1908)
  • The Climber (1908)
  • A Reaping (1909)
  • Daisy's Aunt (1910)
  • The Osbornes (1910)
  • Account Rendered (1911)
  • Juggernaut (1911)
  • Mrs. Ames (1912)
  • Dodo's Daughter (1913)
  • Thorley Wier (1913)
  • The Weaker Vessel (1913)
  • Arundel (1914)
  • Dodo the Second (1914)
  • The Oakleyites (1915)
  • Mike (1916, pubblicato anche come Michael)
  • David Blaize (1916)
  • The Freaks of Mayfair (1916)
  • An Autumn Sowing (1917)
  • Mr. Teddy (1917)
  • David Blaize and the Blue Door (1918)
  • Up and Down (1918)
  • Across the Stream (1919)
  • Robin Linnet (1919)
  • Dodo Wonders (1921)
  • Lovers and Friends (1921)
  • Peter (1922)
  • Colin: A Novel (1923)
  • David of King's (1924)
  • Alan (1924)
  • Colin II (1925)
  • Rex (1925)
  • A Tale of an Empty House (1925)
  • Mezzanine (1926)
  • Pharisees and Publicans (1926)
  • Paying Guests (1929)
  • The Inheritor (1930)
  • Secret Lives (1932)
  • Travail of Gold (1933)
  • Raven's Brood (1934)

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • The Bus-Conductor, pubblicato su "The Pall Mall Magazine" nel 1906
  • The Room in the Tower, and Other Stories (1912)
  • Caterpillars (1912)
  • The Countess of Lowndes Square, and Other Stories (1920)
  • Visible and Invisible (1923)
  • "And the Dead Spake—", and The Horror Horn (1923)
  • Expiation, and Naboth's Vineyard (1924)
  • Spook Stories (1928)
  • The Male Impersonator (1929, ristampato anche come appendice alla serie Mapp and Lucia)
  • More Spook Stories (1934)
  • The Collected Ghost Stories of E. F. Benson (Carroll & Graf, 1992)
  • The Collected Spook Stories (Ash-Tree Press; 1998-2005: vol. I: The Terror by Night, 1998; vol. II: The Passenger, 1999; vol. III: Mrs Amworth, 2001; vol. IV: The Face, 2003; vol. V: Sea Mist, 2005)
  • Expiation (1924)

Libri non di finzione[modifica | modifica wikitesto]

  • Sketches from Marlborough (1888)
  • Bensoniana (1912)
  • Crescent and Iron Cross (1918)
  • Sir Francis Drake (1927)
  • Life of Alcibiades (1928)
  • Ferdinand Magellan (1929)
  • King Edward VII (1933)
  • Charlotte Brontë (1930)
  • The Kaiser and English Relations (1935)
  • Queen Victoria (1935)
  • Daughters of Queen Victoria (1935)

Autobiografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Our Family Affairs (1920)
  • As We Were (1930)
  • Final Edition (1940)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mrs. Amworth, trad. Silvia Betocchi, in Remote signore di sangue, Firenze: Polistampa, 1993
  • La stanza nella torre (The Room in the Tower, 1912); Il volto (The Face, 1923); Una storia di vampiri (Mrs. Amworth, 1923), in Storie di vampiri, a cura di Gianni Pilo e Sebastiano Fusco, Newton Compton, 1994[3].
  • Tutti i racconti di fantasmi, a cura di Gianni Pilo e Sebastiano Fusco, Roma: Newton Compton, 1995 ISBN 88-8183-017-5
  • Lucia a Londra, introduzione di Riccardo Reim, trad. Alessandra Osti, con uno scritto di Nancy Mitford, Roma: Fazi Editore, 1997 ISBN 88-8112-057-7
  • La Regina Lucia, trad. Alessandra Osti, postfazione di Riccardo Reim, Roma: Fazi, 1998 ISBN 88-8112-089-5
  • Mapp e Lucia, introduzione di Masolino d'Amico, traduzione di Bernardo Draghi, Roma: Fazi, 2006 ISBN 88-8112-542-0
  • Il Tempio, in I più raccapriccianti racconti dell'orrore, a cura di Gianni Pilo, Roma: Newton Compton, 2006 ISBN 88-541-0542-2
  • Fantasmi in biblioteca, Milano: Sylvestre Bonnard, 2007 ISBN 9788889609330[4]
  • (EN) Gwen Watkins, E. F. Benson and His Family and Friends, Rye, Sussex: E. F. Benson Society, 2003

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Da identificarsi probabilmente con ciò che oggi viene definito un disturbo bipolare.
  2. ^ Anche altri autori hanno continuato la serie, come Tom Holt che ha scritto per Macmillan and Black Swan, i due sequel Lucia in Wartime (1985) e Lucia Triumphant (1986) e come Guy Fraser-Sampson che ha aggiunto per Troubador Major Benjy (2008). Dai romanzi di Benson è stata fatta una serie televisiva in dieci episodi, per Channel 4 dal 1985 al 1986.
  3. ^ scheda del libro
  4. ^ recensione su La tela nera. Il libro contiene dei racconti anonimi, attribuibili a Benson, o più probabilmente al fratello Arthur.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 49221488 LCCN: n50057239