Edvald Boasson Hagen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edvald Boasson Hagen
Edvald Boasson Hagen, 2013 Tour Down Under (cropped).jpg
Edvald Boasson Hagen al Tour Down Under 2013
Dati biografici
Nazionalità Norvegia Norvegia
Altezza 181[1] cm
Peso 76[1] kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Squadra Team Sky Sky
Carriera
Giovanili
2005-2007 Team Maxbo
Squadre di club
2008 Team High Road Team High Road
2008-2009 Team Columbia Team Columbia
2010- Team Sky Sky
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su strada
Argento Limburgo 2012 In linea
Bronzo Toscana 2013 Crono a sq.
 

Edvald Boasson Hagen (Rudsbygd, 17 maggio 1987) è un ciclista su strada norvegese che corre per il Team Sky.

Ha vinto la Gand-Wevelgem nel 2009, la Vattenfall Cyclassics nel 2011, il Grand Prix de Ouest-France nel 2012, una tappa al Giro d'Italia e due al Tour de France. È considerato uno dei giovani ciclisti più promettenti nel panorama mondiale.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi[modifica | modifica wikitesto]

Attivo già nello sci di fondo, comincia a gareggiare su mountain bike all'età di nove anni; a quindici passa al ciclismo su strada.[1][2] Da Under-23 consegue numerosi successi di rilievo, tra cui tre tappe al Tour de l'Avenir nel 2006,[3] due tappe al Tour de Bretagne 2007 e due frazioni e la classifica finale della Parigi-Corrèze sempre nel 2007.

Team High Road e Team Columbia (2008-2009)[modifica | modifica wikitesto]

Passa professionista nel 2008 con il Team High Road, ex T-Mobile, dopo aver firmato un contratto biennale già nel maggio precedente;[3] in quell'anno vince una tappa al Critérium International, una tappa all'Eneco Tour e tre al Tour of Britain, portando a trenta il totale dei successi nel triennio 2006-2008.[2]

Agli inizi del 2009 si mette in luce al Challenge de Mallorca, conseguendo due secondi posti nel Trofeo Bunyola e nel Trofeo Calviá. L'8 aprile ottiene la prima grande vittoria, battendo in una volata a due l'atleta della Liquigas Aljaksandr Kučynski e aggiudicandosi la 70ª Gand-Wevelgem.[2] Nello stesso anno vince la settima tappa del Giro d'Italia (Innsbruck-Chiavenna), dopo essersi classificato secondo nella frazione precedente. Tra agosto e settembre si aggiudica infine due tappe al Tour de Pologne, altre due e la classifica generale all'Eneco Tour e altre quattro più la generale al Tour of Britain.

Team Sky (2010-)[modifica | modifica wikitesto]

Per l'anno 2010 si trasferisce al neonato Team Sky.[4] Apre la stagione in Medio Oriente vincendo due volate al Tour of Oman, e in tale occasione Eddy Merckx commenta: «Penso sia il miglior giovane nel panorama ciclistico odierno. Sono molto impressionato».[5] Si aggiudica quindi la tappa di San Benedetto del Tronto alla Tirreno-Adriatico, mentre alla Milano-Sanremo rimedia un'infiammazione al tendine d'Achille che lo costringe a saltare, nonostante le grandi attese, le altre classiche di primavera.[6] Tornato alle corse, tra giugno e luglio fa suoi una tappa al Critérium du Dauphiné, nonché il quarto titolo nazionale a cronometro consecutivo; partecipa quindi per la prima volta al Tour de France classificandosi terzo nella quinta e nella sesta frazione.

Il 7 luglio 2011 vince la sua prima tappa al Tour de France, battendo Matthew Goss e Thor Hushovd, rispettivamente secondo e terzo. Il 20 luglio ottiene il suo secondo successo alla Grande Boucle nella diciassettesima tappa con arrivo a Pinerolo, staccando tutti sull'erta di Pra Martino e arrivando solo sul traguardo.

All'inizio del 2012 fa sua la seconda frazione della Volta ao Algarve e la terza tappa della Tirreno-Adriatico. Nel mese di giugno dello stesso anno s'impone nel campionato nazionale in linea. Ad agosto trionfa in Francia nel Grand Prix de Ouest-France.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Campionati norvegesi, Prova in linea junior
3ª tappa, 2ª tappa Závod Míru
Campionati norvegesi, Prova in linea junior
Campionati norvegesi, Prova a cronometro junior
1ª tappa Niedersachsen Rundfahrt
2ª tappa Keizer der Juniores Koksijde
  • 2006 (Team Maxbo-Bianchi, Under 23)
4ª tappa Rhône-Alpes Isère Tour
1ª tappa Internationale Thüringen Rundfahrt
6ª tappa Internationale Thüringen Rundfahrt
3ª tappa Ringerike Grand Prix
Scandinavian Open Road Race
2ª tappa Tour de l'Avenir (Mont-Saint-Martin)
5ª tappa Tour de l'Avenir (Nancy)
7ª tappa Tour de l'Avenir (Ornans)
  • 2007 (Team Maxbo-Bianchi, Under 23)
Prologo Istrian Spring Trophy (Pisino)
Classifica generale Istrian Spring Trophy
8ª tappa Tour de Normandie (Bagnoles-de-l'Orne > Caen)
1ª tappa Tour de Bretagne (Cancale)
6ª tappa Tour de Bretagne (Josselin)
1ª tappa Ringerike Grand Prix (Beitostølen)
2ª tappa Ringerike Grand Prix (Vikstoppen i Hole)
3ª tappa Ringerike Grand Prix (Kleivstua)
5ª tappa Ringerike Grand Prix (Stangsgate-Norderhovsgate)
Classifica generale Ringerike Grand Prix
Campionati norvegesi, Prova a cronometro
1ª tappa Parigi-Corrèze (Saint-Léonard-de-Noblat)
2ª tappa Parigi-Corrèze (Chaumeil)
Classifica generale Parigi-Corrèze
4ª tappa Tour of Ireland
  • 2008 (Team High Road/Team Columbia, sette vittorie)
3ª tappa Critérium International (Charleville-Mézières)
Grand Prix de Denain
Campionati norvegesi, Prova a cronometro
6ª tappa Eneco Tour (Bruxelles)
4ª tappa Tour of Britain (Stoke-on-Trent)
5ª tappa Tour of Britain (Dalby Forest)
7ª tappa Tour of Britain (Drumlanrig)
  • 2009 (Team High Road/Team Columbia, tredici vittorie)
Gent-Wevelgem
7ª tappa Giro d'Italia (Innsbruck > Chiavenna)
Campionati norvegesi, Prova a cronometro
4ª tappa Giro di Polonia (Nałęczów > Rzeszów)
6ª tappa Giro di Polonia (Kroscienko > Zakopane)
6ª tappa Eneco Tour (Genk > Roermond)
7ª tappa Eneco Tour (Amersfoort > Amersfoort)
Classifica generale Eneco Tour
3ª tappa Tour of Britain (Gretna Green)
4ª tappa Tour of Britain (Blackpool)
5ª tappa Tour of Britain (Stoke-on-Trent)
6ª tappa Tour of Britain (Bideford)
Classifica generale Tour of Britain
  • 2010 (Sky Professional Cycling Team, sei vittorie)
3ª tappa Tour of Oman (Saifat Ash Shiekh-Qurayyat)
6ª tappa Tour of Oman (Al Jissah-Muscat Corniche)
7ª tappa Tirreno-Adriatico (Civitanova Marche > San Benedetto del Tronto)
7ª tappa Critérium du Dauphiné (Allevard > Sallanches)
Campionati norvegesi, Prova a cronometro
Dutch Food Valley Classic
  • 2011 (Sky Procycling, sette vittorie)
1ª tappa Bayern Rundfahrt (Pfarrkirchen > Freystadt)
Campionati norvegesi, Prova a cronometro
6ª tappa Tour de France (Dinan > Lisieux)
17ª tappa Tour de France (Gap > Pinerolo)
6ª tappa Eneco Tour (Sittard > Geelen)
Classifica generale Eneco Tour
Vattenfall Cyclassics
  • 2012 (Sky Procycling, sette vittorie)
2ª tappa Volta ao Algarve (Faro > Lagoa)
3ª tappa Tirreno-Adriatico (Indicatore > Terni)
4ª tappa Tour of Norway (Hamar > Lillehammer)
Classifica generale Tour of Norway
3ª tappa Critérium du Dauphiné (Givors > La Clayette)
Campionati norvegesi, Prova in linea
Grand Prix de Ouest-France
  • 2013 (Sky Procycling, quattro vittorie)
4ª tappa Tour of Norway (Brumunddal > Lillehammer)
Classifica generale Tour of Norway
3ª tappa Critérium du Dauphiné (Ambérieu-en-Bugey > Tarare)
Campionati norvegesi, Prova a cronometro

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2007 (Team Maxbo-Bianchi, Under 23)
Classifica punti Parigi-Corrèze
  • 2008 (Team High Road/Team Columbia)
Classifica sprint Tour of Britain
  • 2009 (Team High Road/Team Columbia)
1ª tappa Giro d'Italia (Lido di Venezia, Cronosquadre)
Sandefjord Grand Prix (Criterium)
Classifica punti Eneco Tour
Classifica punti Tour of Britain
  • 2010 (Sky Professional Cycling Team)
1ª tappa Tour of Qatar (cronosquadre)
Classifica giovani Tour of Oman
Classifica punti Tour of Oman
Classifica punti Eneco Tour
Oslo Grand Prix (Criterium)
  • 2011 (Sky Professional Cycling Team)
Classifica punti Tour of Oman
Classifica punti Bayern Rundfahrt
Classifica giovani Eneco Tour
Classifica punti Eneco Tour
Sandefjord Grand Prix (Criterium)
  • 2012 (Sky Professional Cycling Team)
Classifica punti Tour Down Under
Classifica punti Tour of Norway
Classifica giovani Tour of Norway
Classifica punti Volta ao Algarve
Classifica punti Tour of Beijing

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2009: 82º
2014: non partito (16ª tappa)
2010: 116º
2011: 53º
2012: 56º
2013: non partito (13ª tappa)

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

2010: 106º
2011: 30º
2012: 25º
2013: ritirato
2014: 29º
2009: 66º
2011: 40º
2012: 19º
2013: 17º
2014: 22º
2009: 62º
2012: 42º
2013: 47º
2014: 21º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Ciclista dell'anno per l'Associazione Veterani del Ciclismo nel 2007
  • Trofeo del Re nel 2008

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Team Sky | Pro Cycling | Team | EDVALD BOASSON HAGEN, www.teamsky.com. URL consultato il 7 novembre 2010.
  2. ^ a b c Claudio Ghisalberti, Spunta Boasson Hagen lo sciatore mancato in archiviostorico.gazzetta.it, 9 aprile 2009. URL consultato il 20 giugno 2011.
  3. ^ a b T Mobile, in arrivo il talento Boasson in www.tuttibiciweb.it, 29 maggio 2007. URL consultato il 7 novembre 2010.
  4. ^ (EN) International riders boost Team Sky in www.skysports.com, 14 settembre 2009. URL consultato il 27 settembre 2009.
  5. ^ (EN) Stephen Farrand, Merckx impressed with Boasson Hagen in www.cyclingnews.com, 16 febbraio 2010. URL consultato il 7 novembre 2010.
  6. ^ Boasson Hagen resterà al palo fino a metà maggio in www.tuttibiciweb.it, 14 aprile 2010. URL consultato il 7 novembre 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]