Educazione Continua in Medicina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Educazione Continua in Medicina (ECM) è un programma nazionale di attività formative, attivo in Italia dal 2002. L'ECM prevede il mantenimento di un elevato livello di conoscenze relative alla teoria, pratica e comunicazione in campo medico.

Il programma è stato adottato da tutti i maggiori Paesi del mondo. In Italia è obbligatorio per tutti i professionisti della Sanità con il fine di mantenersi aggiornati e competenti. Il Programma ECM comprende l'insieme di organizzazione e controllo delle attività formative di chiunque lo desideri effettuare, da società scientifiche a fondazioni, a reparti, università ed associazioni.

Legislazione[modifica | modifica sorgente]

Ogni operatore sanitario provvederà alla sua formazione in ambito ECM in completa autonomia cercando di rispettare e prediligere quegli obiettivi di interesse nazionale e regionale che sono stati prefissati dall'apposita Commissione nazionale per la formazione che ha individuato, ai sensi dell'art.16-ter, comma 2, del decreto legislativo 19 GIUGNO 1999, n.229 e successive modificazioni, i temi prioritari di ECM come obiettivi formativi d'interesse nazionale. La partecipazione al programma ECM è un dovere previsto anche dal Codice deontologico, ed un obbligo confermato dalla sentenza del TAR n. 14062/2004 del 18 novembre 2004.

Crediti formativi[modifica | modifica sorgente]

Il programma ECM prevede l'attribuzione di un numero determinato di crediti formativi per ogni area specialistica medica e per tutte le professioni sanitarie.

La Commissione ha ritenuto opportuno prevedere una progressione nel numero di crediti acquisibili annualmente, istituendo un programma definito per i cinque anni a partire dal 2002 fino al 2006; dovevano essere conseguiti progressivamente fino ad un totale di 150 crediti formativi. Nel 2005 i crediti sono stati diminuiti a 30 e riconfermati 30 nel 2006, per un totale di 120 crediti.

  1. 2002: 10 crediti
  2. 2003: 20 crediti
  3. 2004: 30 crediti
  4. 2005: 30 crediti
  5. 2006: 30 crediti

In data 1º agosto 2007 è stato siglato l'accordo Stato–Regioni concernente il Riordino del sistema di Formazione continua in Medicina. Nell'accordo è riportato, tra l'altro, che ogni operatore sanitario deve acquisire 150 crediti formativi nel triennio 2008-2010 secondo la seguente ripartizione: 50 crediti/anno (minimo 30 e massimo 70 per anno) per un totale di 150 nel triennio 2008-2010. In particolare, dei 150 crediti formativi del triennio 2008-2010, almeno 90 dovranno essere "nuovi" crediti, mentre fino a 60 potranno derivare dal riconoscimento di crediti formativi acquisiti negli anni della sperimentazione a partire dall’anno 2004 fino all’anno 2007

Attività formative a distanza[modifica | modifica sorgente]

Le attività formative a distanza (ECM e-learning, lettura di corsi e compilazione di questionari a risposta multipla) sono programmi per i quali l'utente non deve spostarsi sul luogo di lavoro o dal domicilio, da svolgersi sia in gruppo che individualmente, usando materiale cartaceo o informatico. Per questi programmi di formazione a distanza è previsto un sistema di valutazione con un livello minimo di apprendimento; in altri termini, l'utente deve superare un "test" che comprovi il raggiungimento di un certo livello di apprendimento. È da intendersi attività formativa a distanza anche la formazione residenziale integrata con sistemi di videoconferenza. Siamo tuttora alla fase di sperimentazione, tuttavia alcune Regioni hanno iniziato l'accreditamento di attività formative a distanza (dette ECM FAD, formazione a distanza). Regione Lombardia, ad esempio, ha accreditato progetti ECM FAD di diversi provider a partire dall'aprile 2006 (Deliberazione Regionale N. VIII/2372 del 12/04/2006). I crediti ECM erogati sono reciprocamente riconosciuti in tutte le regioni italiane come da punto 7 dell'Accordo Conferenza Stato Regioni del 13 marzo 2003.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

I seguenti collegamenti puntano al sito ministerosalute.it e possono non funzionare temporaneamente a seconda del traffico.

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina