Eduardo Acevedo Díaz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eduardo Acevedo Díaz

Eduardo Acevedo Díaz (Villa de la Unión, 20 aprile 1851Buenos Aires, 18 giugno 1921) è stato uno scrittore uruguaiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Famoso per essere stato un precursore del naturalismo nel suo paese; fu un attivista politico. Autore di una trilogia di trattazione storica, raccontava il periodo di lotte per l'indipendenza del suo paese.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Nativa, 1880;
  • Ismael, 1888;
  • Grito de gloria, 1893

Pubblicati nel 1894 assieme ai racconti lunghi Brenda e Soledad.

  • Lanza y sable (Lancia e sciabola, 1914)
  • Minés (1915)
  • Crónicas, discursos y conferencias 1935, una raccolta di alcuni saggi storici e politici.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]