Eduard Clam-Gallas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eduard Clam-Gallas
Eduard Clam-Gallas.jpg
Il Feldmaresciallo Luogotenente Eduard Clam-Gallas in una litografia di Josef Kriehuber del 1849
Nato Praga
14 marzo 1805
Morto Vienna
17 marzo 1891
Dati militari
Grado Flag of the Habsburg Monarchy.svg
Feldmaresciallo austriaco
Guerre Prima guerra di indipendenza italiana
Seconda guerra di indipendenza italiana
Guerra austro-prussiana
Battaglie Battaglia di Santa Lucia
Battaglia di Vicenza
Battaglia di Custoza
Battaglia di Boffalora
Battaglia di Magenta
Battaglia di Solferino
Battaglia di Sadowa

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia
Eduard Clam-Gallas

Camera dei signori d'Austria
Gruppo parlamentare aristocratici

Dati generali
Partito politico Conservatore
Professione militare

Il conte Eduard Clam-Gallas (Praga, 14 marzo 1805Vienna, 17 marzo 1891) è stato un militare austriaco.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Eduard Clam-Gallas era il figlio primogenito del conte Christian Christoph Clam-Gallas (1771-1838) ed entrò nell'esercito austriaco nel febbraio del 1823 col grado di sottotenente in un reggimento di ussari, divenendo già dal 1831 primo corazziere del 1º Reggimento di Corazzieri, venendo promosso nel 1835 a Maggiore, nel 1840 a Colonnello e nel 1846 a Maggiore Generale e Generale di Brigata a Praga.

Nel 1848, il 18 gennaio, venne in Italia per la prima volta col compito di comandare una brigata al comando di Radetzky distinguendosi personalmente negli scontri di Santa Lucia, Vicenza e Custoza. A Milano si concentrò negli attacchi dei rivoltosi a Porta Ticinese (specificatamente in piazza Sant'Eustorgio) ed a Porta Tosa ove comandò due battaglioni. Per questi suoi meriti gli venne riconosciuta l'onorificenza della medaglia dell'Ordine Militare di Maria Teresa ed ottenne il grado di Feldmaresciallo Luogotenente. Nel 1849 divenne comandante delle truppe che si scontrarono con successo contro gli insurrezionalisti ungheresi guidati da Józef Bem, ricevendo nel 1850 il comando del 1º Corpo d'Armata boemo. Il 17 aprile 1853 divenne consigliere privato dell'Imperatore Francesco Giuseppe.

Nel 1859, dato il suo brillante stato di servizio conquistato dieci anni prima, venne destinato ancora in Italia, ove prese parte alle battaglie di Boffalora, Magenta e Solferino. Dopo questi scontri lasciò il campo di battaglia, anche a causa delle gravi ferite subite nel corso degli scontri e venne destinato a comandante generale di stanza a Praga. Dedicatosi quindi all'attività amministrativa, nel 1861 divenne membro della corte imperiale ed il 14 maggio di quell'anno venne avanzato al grado di generale di cavalleria, ricevendo dall'anno successivo l'ordine del Toson d'oro. Nel 1865, entrò nello Stato Maggiore dell'Imperatore Francesco Giuseppe.

Tornato sul campo di battaglia nel 1866 dovette affrontare una grave sconfitta nell'ambito della guerra austro-prussiana ad opera del potente esercito tedesco, fatto che lo portò di fronte alla corte marziale, dalla quale si salvò per merito della propria posizione sociale. Venne costretto ad abbandonare la carriera dell'esercito il 23 marzo di quell'anno e si ritirò a vita privata, rinunciando a qualsiasi rendita o pensione da parte dello stato che lo aveva così insultato da costringerlo ad abbandonare la sua vocazione militare.

Trascorse gli ultimi anni della sua vita nella sua proprietà di Frýdlant, sulle montagne della Boemia, dove aveva sposato nel 1850 Clotilde (1828-1899), figlia ed erede del principe Joseph Franz von Dietrichstein (1798-1858). Con questo atto egli divenne, tra l'altro, cognato di Alessandro di Mensdorff, Primo Ministro dell'Impero e già suo compagno d'arme nella Battaglia di Magenta.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Trattamenti di
Eduard Clam-Gallas
Stemma
Feldmaresciallo Luogotenente dell'esercito imperiale austriaco
Trattamento di cortesia Sua Eccellenza
Trattamento colloquiale Vostra Eccellenza
Titolo nobiliare Conte Clam-Gallas
Trattamento alternativo Herr
I trattamenti d'onore
Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (ramo austriaco) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (ramo austriaco)
Cavaliere di I Classe dell'Ordine della Corona Ferrea - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine della Corona Ferrea
Cavaliere dell'Ordine Militare di Maria Teresa - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Militare di Maria Teresa
Commendatore dell'Ordine Imperiale di Leopoldo - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine Imperiale di Leopoldo
Medaglia d'onore al valor militare in bronzo - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'onore al valor militare in bronzo
Medaglia di guerra - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia di guerra
Medaglia per 25 anni di servizio militare per ufficiali - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia per 25 anni di servizio militare per ufficiali

Araldica[modifica | modifica sorgente]

Stemma Descrizione Blasonatura
Rangkronen-Fig. 18.svg
CoA.Clam-Gallas.jpg
Eduard Clam Gallas
Conte von Clam-Gallas
Inquartato: al 1° d'oro all'aquila di nero; al 2° d'oro al cavallo rampante di nero; al 3° d'azzurro alla fascia d'oro; al 4° d'argento trinciato di nero. Sul tutto d'oro con figura umana tenente una corona d'alloro e il tutto coronato da una corona d'oro all'antica.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Ambrogio Viviani, 4 giugno 1859 - Dalle ricerche la prima storia vera, Zeisciu Editore, 1997

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 80574136

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie