Edmund Clarence Stedman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edmund Clarence Stedman

Edmund Clarence Stedman (Hartford, 8 ottobre 1833New York, 18 gennaio 1908) è stato un poeta, critico letterario e banchiere statunitense, i cui scritti furono molto popolari negli Stati Uniti alla fine del XIX secolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stedman frequentò l'università di Yale, ma non completò gli studi perché fu espulso dopo un biennio. Si recò a New York dove divenne giornalista per i quotidiani Tribune e World; per quest'ultimo fu inviato nelle zone di operazione durante la Guerra di secessione americana. Divenne successivamente proprietario di giornale e un agente di cambio; tuttavia non interruppe mai l'attività letteraria.

Esordì in letteratura nel 1959 con un poemetto satirico di 218 versi ("The Diamond Wedding", Le nozze di diamante), a cui cui seguirono alcune raccolte di versi (Poems, Lyrical and Idyllic, Poesie liriche e idilli) che attualmente tuttavia sono giudicate di valore modesto. Molto più importante appare l'attività di critico letterario, se non altro perché Stedman contribuì a divulgare la conoscenza dei poeti americani contemporanei (Victorian poets, Poets of America). Fu infine curatore dell'opera di Edgar Allan Poe e di Walter Savage Landor.

Scritti (selezione)[modifica | modifica wikitesto]

Composizioni poetiche[modifica | modifica wikitesto]

  • The Diamond Wedding, 1859
  • Poems, Lyrical and Idyllic, 1860
  • Alice of Monmouth: an Idyl of the Great War, 1864
  • The Blameless Prince, 1869

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 74024682 LCCN: n50024325