Edgar Mitchell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edgar Dean Mitchell
Edgar Mitchell cropped.jpg
Astronauta della NASA
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Status Ritirato
Data di nascita 17 settembre 1930
Data della scelta 1996 (gruppo 5 NASA)
Primo lancio 31 gennaio 1971
Ultimo atterraggio 9 febbraio 1971
Altre attività Pilota collaudatore
Tempo nello spazio 9g 00h 01m
Numero EVA 2
Durata EVA 9 h 23 min
Missioni
Data ritiro ottobre 1972

Edgar "Ed" Dean Mitchell (Hereford, 17 settembre 1930) è un astronauta statunitense. Fu il sesto uomo a porre piede sulla Luna nel corso della missione spaziale Apollo 14.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1952 Mitchell concluse lo studio di economia aziendale e si arruolò presso la marina militare americana (US Navy). Venne immediatamente addestrato e scelto quale pilota per voli di ricognizione. Nel 1958 assunse, quale ufficiale dell'aviazione del Air Development Squadron 5, compiti nel campo della ricerca. Nel periodo dal 1964 al 1965, Mitchell fu rappresentante della Navy nel progetto MOL. Il 4 aprile 1966 venne assunto alla NASA con il quinto gruppo degli astronauti. Il 1º ottobre 1972 lasciò la NASA per fondare una ditta in proprio, la Edgar Mitchell Corporation a Palm Beach, Florida. Mitchell è sposato e padre di cinque figli.

Il programma Apollo[modifica | modifica sorgente]

Mitchell fu il pilota del modulo lunare della missione Apollo 14, la terza che riuscì a portare l'uomo sulla Luna nel 1971. Durante questa missione compì due attività fuori bordo per una durata complessiva di oltre nove ore. Mitchell fece parte degli equipaggi di riserva come pilota del modulo lunare nella missione precedente di Apollo 10 e in quella successiva di Apollo 16.

Le opinioni sul fenomeno UFO e la vita extraterrestre[modifica | modifica sorgente]

Il 23 luglio 2008, durante un'intervista radiofonica, Edgar Mitchell ha dichiarato[1][2] di essere venuto a conoscenza, da ambienti militari e governativi, del fatto che il fenomeno UFO è reale, che ci sono stati contatti tra esseri umani ed esseri extraterrestri, e che ci sono contatti ancora in corso, senza peraltro saperne i motivi. Ha quindi confermato la teoria, sostenuta da molti ufologi, secondo cui i contatti con visitatori da altri pianeti sarebbero stati tenuti nascosti dai governi per 60 anni (teoria del complotto UFO).

Queste alcune sue parole[3]:

« Mi è accaduto di avere il privilegio di sapere....di avere....avere la certezza che noi siamo stati visitati su questo pianeta e il fenomeno UFO è reale, anche se tuttavia è stato coperto dai nostri governanti per un periodo di tempo molto lungo. »

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Presidential Medal of Freedom - nastrino per uniforme ordinaria Presidential Medal of Freedom
Navy Distinguished Service Medal - nastrino per uniforme ordinaria Navy Distinguished Service Medal
NASA Distinguished Service Medal - nastrino per uniforme ordinaria NASA Distinguished Service Medal

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ LaStampa - Ex astronauta della Nasa, gli alieni esistono e somigliano a E.T.
  2. ^ Radio intervista - Edgar Mitchell UFO interview on Kerrang Radio 23 july 2008
  3. ^ terninrete.it - UFO:ASTRONAUTA NASA NE CONFERMA L'ESISTENZA

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 79382281