Eckankar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eckankar
Simbolo di Eckankar
Pertinenza Nuove religioni
Ambito
Sede principale Chanhassen (Minnesota)
Capo Harold Klemp
Fondatore Paul Twitchell
Data di fondazione 1964 o 1965
Sito web http://www.eckankar.org/
Tempio di ECK, Chanhassen (Minnesota)

Eckankar (abbreviato: Ecki o ECK) è un nuovo movimento religioso di derivazione induista[1] (in particolare del movimento noto come Sant Mat Surat Shabd Yoga[2][3]) diffuso soprattutto negli Stati Uniti[1][2][3], che è stato fondato nel 1964[1] o 1965[2][3][4][5] a Las Vegas[3] da John Paul Twitchell[1][2][3][4][5] (1908 - 1971).

Principale centro spirituale di questa religione, definita dal suo fondatore come "la più antica di tutte le rivelazioni religiose"[1], è Chanhassen, nel Minnesota[3][5].

Negli anni novanta, si contavano 367 centri Eck in tutto il mondo[2][3] (di cui 164 negli Stati Uniti[2][3]) e circa 50.000 adepti[2][3][5].

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il termine Eckankar significa letteralmente "collaboratore di Dio".[6]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Alla base della fondazione di Eckankar vi fu l'incontro tra John Paul Twitchell, originario di Paducah, nel Kentucky[1] con un guru indiano di nome Sundar[1] e il conseguente ingresso, nel 1950 del movimento religioso chiamato Swami Premanda's Self-Reveletion Church of Absolute Monism[1].

Dopo la separazione della moglie, avvenuta nel 1955, Twitchell si unì al movimento Ruhani Satsang (ovvero "Scienza divina dell'anima")[1], fondato dal mistico indiano Kirpal Singh (1896-1974)[1][2][3], uno dei principali maestri del Sant Mat Surat Shabd Yoga[3], che stava cercando di diffondere le proprie concezioni religiose negli Stati Uniti[1].

Differenze di vedute tra Kirpal Sing e Twitchell portarono poi nel 1964 alla fondazione da parte di quest'ultimo di un nuovo movimento religioso chiamato Eckankar.[1] Con la fondazione di Eckankar, Twitchell si auto definì il "971º maestro Eck vivente".[1][3]

A Twitchell, morto il 17 settembre 1971 a Cincinnati[7], succedette alla guida di Eckankar Darwin Gross[2][3][8], che il 22 ottobre 1971 fu proclamato il "972º maestro Eck vivente"[8].

Nel 1981, la guida di Eckankar passò a Harold Klemp.[2][3] Poco dopo che Klemp aveva assunto la guida del movimento, uno degli adepti, David Christopher Lane, confutò alcune teorie del fondatore Twitchell sulle origini di Eckankar.[2][3]

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Alla base delle concezioni di Eckankar vi è il testo scritto da Paul Twichell Shariyat-ki-Sugmad (ovvero "La via verso l'Eterno").[3]

I seguaci di Eckankar credono in un dio chiamato Sugmad[6][8], definito la "corrente cosmica"[8].

Secondo Eckankar, il regno celeste è diviso in dieci sfere[8]. Di queste, vi sono sei sfere superiori o celesti[8] e quattro sfere inferiori governate dal diavolo Kal-Nirajan[8].

Gli adepti di Eckankar credono nella reincarnazione dell'anima[8]: si ritiene che una persona prima di diventare essere umano sia stato dapprima minerale, poi pianta, pesce, rettile e mammifero[8].

Si ritiene inoltre che il cammino verso la realizzazione divina possa avvenire solo attraverso un maestro Eck vivente, chiamato "mahanta".[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m Bellinger, Gerhard J., Enciclopedia delle Religioni [Knaurs großer Religionsführer], Droemersche Verlagsanstalt Th. Knaur Nachf., München, 1986 - Garzanti, Milano, 2005, p. 252
  2. ^ a b c d e f g h i j k John Gordon Melton, Eckankar (Eck), in: Encyclopædia Britannica
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p Eckankar, in: Religion Facts
  4. ^ a b Eckankar.org: History
  5. ^ a b c d Matt, Slick, Eckankar, in: Carm.org
  6. ^ a b Eckankar.org: Glossary
  7. ^ Bellinger, Gerhard J., op. cit., pp. 252-253
  8. ^ a b c d e f g h i j Bellinger, Gerhard J., op. cit., p. 253

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]