Echium italicum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Viperina maggiore
Echium italicum 0006.JPG
Echium italicum
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Lamiales
Famiglia Boraginaceae
Genere Echium
Specie E. italicum
Nomenclatura binomiale
Echium italicum
L., 1753
Sottospecie
  • Vedi testo

La viperina maggiore (Echium italicum L., 1753) è una pianta della famiglia Boraginaceae, diffusa nel bacino del Mediterraneo.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È una pianta erbacea biennale, con fusto eretto, provvisto di setole spinulose, alta da 30 a 150 cm.

Dettaglio dell'infiorescenza.

Le foglie basali sono disposte a rosetta e sono di forma lanceolata, lunghe 20-35 cm. Le foglie cauline sono strette ed ellittiche, e sono densamente ricoperte da una peluria setolosa pungente.

Forma infiorescenze piramidali con fiori addensati lateralmente al fusto, dalla corolla imbutiforme di colore dal bianco al celeste o rosa, con 4 o 5 stami filamentosi che sporgono dalla corolla. Fioritura: aprile-giugno

I frutti sono mericarpi di colore grigiastro, a contorno triangolare, ricoperti da setole.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

È una specie a distribuzione euro-mediterranea, con areale centrato sulle coste mediterranee, ma che si estende verso nord e verso est.
In Italia si trova in quasi tutto il territorio, Sicilia e Sardegna comprese; assente solo in Valle d'Aosta.

Cresce in terreni incolti, pascoli aridi e soleggiati, da 0 a 1300 m di altitudine.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

In Italia sono presenti 3 sottospecie:

Altre sottospecie note:

  • Echium italicum subsp. albereanum (Naudin & Debeaux) Greuter & Burdet [1]
  • Echium italicum subsp. cantabricum Laínz, endemico della provincia di Palencia (Spagna) [2]
  • E. italicum subsp. scaettae (Pamp.) Greuter & Burdet [3]

Sottospecie non accettate[modifica | modifica sorgente]

  • Echium italicum subsp. altissimum (Jacq.) Arcang = Echium italicum [4]
  • Echium italicum subsp. luteum (Lapeyr.) P.Fourn. = Echium asperrimum
  • Echium italicum subsp. pyrenaicum Laínz = Echium asperrimum[5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Echium italicum subsp. albereanum (Naudin & Debeaux) Greuter & Burdet, 1984 - Taxon n°1372 - BDNFF v4.02
  2. ^ Subespecies en Real Jardín Botánico
  3. ^ Echium italicum subsp. scaettae
  4. ^ Flora Europaea Search Results
  5. ^ Herbarivirtual

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Sandro Pignatti, Flora d'Italia, Edagricole, Bologna 1982. ISBN 8850624492
  • T.G. Tutin, V.H. Heywood et Alii, Flora Europea, Cambridge University Press 1976. ISBN 052108489X

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Botanica