Ebastina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Ebastina
Ebastine.svg
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C32H39N1O2
Massa molecolare (u) 469.658 g/mol
Numero CAS [90729-43-4]
Codice ATC R06AX22
PubChem 3191
Dati farmacologici
Modalità di
somministrazione
Orale
Dati farmacocinetici
Emivita 15 - 19 ore
Indicazioni di sicurezza
Frasi H 413
Consigli P ---[1]

L'ebastina è un farmaco antistaminico utilizzato per il trattamento di diversi tipi di allergie.

È un antagonista selettivo dei recettori H1 periferici, potente ed a lunga durata d'azione, che non mostra importanti effetti anti-colinergici.[2] Ebastina è commercializzata in Italia dalla società Chiesi farmaceutici con il nome di Clever e dalla società farmaceutica Almirall con il nome di Kestine. È in vendita nella forma farmaceutica di sciroppo o di liofilizzato orale a rapida dissoluzione (a contatto con la lingua si dissolve in pochi secondi).


Farmacodinamica[modifica | modifica wikitesto]

Ebastina inibisce in modo rapido e duraturo gli effetti indotti dall'istamina.[3] Il farmaco possiede una forte affinità per i recettori H1. A seguito di somministrazione orale né ebastina né i suoi metaboliti sono in grado di attraversare la barriera ematoencefalica, e ciò spiega lo scarso effetto sedativo sul sistema nervoso centrale (SNC).[4] Gli studi sulla capacità di inibizione della reazione cutanea (pomfo ed eritema) indotta da istamina hanno evidenziato un effetto clinicamente significativo che compare dopo 1 ora e perdura per oltre 48 ore.[5][6] Se il trattamento viene continuato per almeno 5 giorni l'effetto tende a perdurare per 72 ore dopo la sospensione, verosimilmente per il persistere dei livelli plasmatici del principale metabolita attivo, la carebastina. Alle dosi raccomandate non si evidenzia un aumento della sedazione,[7] come confermato da studi sulle prestazioni cognitive, la coordinazione visivo-motoria e stime soggettive.[8] Il dato è stato confermato anche da studi che hanno valutato le modificazioni del segnale elettroencefalografico (EEG) indotte dal farmaco sul sistema nervoso.[9]

Farmacocinetica[modifica | modifica wikitesto]

A seguito di somministrazione orale ebastina viene rapidamente assorbita dal tratto gastrointestinale e subisce un intenso effetto di primo passaggio. Il farmaco è quasi totalmente trasformato a livello epatico con coinvolgimento del sistema enzimatico CYP3A4[10][11] in un metabolita acido attivo, la carebastina.[12]
Stante il metabolismo da parte di CYP3A4 ebastina presenta interazioni con tutti i farmaci che interferiscono con tale isoenzima, in particolare con ketoconazolo.[13]
Dopo assunzione orale di una singola dose di 10 mg, la concentrazione plasmatica massima del metabolita, pari a 80-100 ng/ml, si osserva dopo 3-4 ore.
L'emivita del metabolita acido è di 13-15 ore.[12][14] Il 66% del farmaco viene escreto nelle urine sotto forma di metaboliti coniugati. Dopo somministrazioni ripetute lo steady state si raggiunge entro 3-5 giorni.
Il legame con le proteine plasmatiche sia di ebastina che di carebastina si aggira intorno al 95%. Il profilo farmacocinetico di ebastina non varia in modo significativo nei soggetti con vari gradi di insufficienza epatica[15] o renale.[16]
Studi crossover a dose singola hanno dimostrato che ebastina liofilizzato orale ed ebastina compresse rivestite sono bioequivalenti.

Usi clinici[modifica | modifica wikitesto]

Ebastina è indicata nel trattamento sintomatico di diverse malattie allergiche, tra le quali in particolare la rinite allergica perenne e stagionale,[17][18] la congiuntivite allergica, la febbre da fieno[19] e l'orticaria cronica idiopatica.[20][21][22]

Effetti collaterali ed indesiderati[modifica | modifica wikitesto]

Gli effetti indesiderati più comuni sono rappresentati da cefalea, xerostomia e sonnolenza. Sono stati riportati con minore frequenza casi di dispepsia, nausea, astenia, faringiti, rinite, epistassi, sinusite, dolore addominale e insonnia.

Controindicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il farmaco è controindicato nei soggetti con ipersensibilità nota al principio attivo. È inoltre controindicato nei soggetti con grave insufficienza epatica, nei bambini con meno di 6 anni di età, nella gravidanza e nelle donne che allattano al seno.

Dosi terapeutiche[modifica | modifica wikitesto]

Il dosaggio usuale negli adulti e bambini di oltre 12 anni di età è pari a 10 mg una volta al giorno. In soggetti con sintomi più gravi rispetto alla semplice rinite una dose di 20 mg una volta al giorno, potrebbe comportare un maggiore beneficio. Nei pazienti con insufficienza epatica è bene non oltrepassare il dosaggio giornaliero di 10 mg.

Sovradosaggio[modifica | modifica wikitesto]

Studi sperimentali in cui venivano somministrate alte dosi, fino a 100 mg una volta al giorno, non hanno portato alla osservazione di segni o sintomi clinicamente evidenti. In ogni caso nell'eventualità di sovradosaggio è bene procedere con le normali misure di supporto del paziente, effettuando la lavanda gastrica, eseguendo il monitoraggio delle funzioni vitali e dell'elettrocardiogramma. Il trattamento è sintomatico. Non esiste uno specifico antidoto per l'ebastina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 17.01.2011
  2. ^ DJ. Roberts, A preclinical overview of ebastine. Studies on the pharmacological properties of a novel histamine H1 receptor antagonist. in Drugs, 52 Suppl 1, 1996, pp. 8-14, PMID 8828021.
  3. ^ I. Yakuo, K. Ishii; Y. Seto; K. Imano; K. Takeyama; H. Nakamura; T. Karasawa, [Pharmacological study of ebastine, a novel histamine H1-receptor antagonist]. in Nihon Yakurigaku Zasshi, vol. 103, nº 3, Mar 1994, pp. 121-35, PMID 7511558.
  4. ^ I. Tamai, Y. Kido; J. Yamashita; Y. Sai; A. Tsuji, Blood-brain barrier transport of H1-antagonist ebastine and its metabolite carebastine. in J Drug Target, vol. 8, nº 6, 2000, pp. 383-93, DOI:10.3109/10611860008997914, PMID 11328664.
  5. ^ J. Rivest, K. Despontin; L. Ghys; JP. Rihoux; JM. Lachapelle, Pharmacological modulation by cetirizine and ebastine of the cutaneous reactivity to histamine. in Dermatologica, vol. 183, nº 3, 1991, pp. 208-11, PMID 1683840.
  6. ^ HS. Nelson, B. Bucher; A. Buchmeier; J. Oppenheimer; J. Garcia, Suppression of the skin reaction to histamine by ebastine. in Ann Allergy Asthma Immunol, vol. 74, nº 5, maggio 1995, pp. 442-7, PMID 7749977.
  7. ^ DJ. Roberts, J. Gispert, The non-cardiac systemic side-effects of antihistamines: ebastine. in Clin Exp Allergy, 29 Suppl 3, Jul 1999, pp. 151-5, PMID 10444230.
  8. ^ Z. Hindmarch, . Shamsi, The effects of single and repeated administration of ebastine on cognition and psychomotor performance in comparison to triprolidine and placebo in healthy volunteers. in Curr Med Res Opin, vol. 17, nº 4, 2001, pp. 273-81, PMID 11922401.
  9. ^ H. Hopes, GH. Meuret; W. Ungethüm; G. Leopold; H. Wiemann, Placebo controlled comparison of acute effects of ebastine and clemastine on performance and EEG. in Eur J Clin Pharmacol, vol. 42, nº 1, 1992, pp. 55-9, PMID 1347267.
  10. ^ T. Hashizume, M. Mise; Y. Terauchi; L. O; T. Fujii; H. Miyazaki; T. Inaba, N-Dealkylation and hydroxylation of ebastine by human liver cytochrome P450. in Drug Metab Dispos, vol. 26, nº 6, Jun 1998, pp. 566-71, PMID 9616193.
  11. ^ KH. Liu, MG. Kim; DJ. Lee; YJ. Yoon; MJ. Kim; JH. Shon; CS. Choi; YK. Choi; Z. Desta; JG. Shin, Characterization of ebastine, hydroxyebastine, and carebastine metabolism by human liver microsomes and expressed cytochrome P450 enzymes: major roles for CYP2J2 and CYP3A. in Drug Metab Dispos, vol. 34, nº 11, Nov 2006, pp. 1793-7, DOI:10.1124/dmd.106.010488, PMID 16896065.
  12. ^ a b J. Vincent, R. Liminana; PA. Meredith; JL. Reid, The pharmacokinetics, antihistamine and concentration-effect relationship of ebastine in healthy subjects. in Br J Clin Pharmacol, vol. 26, nº 5, Nov 1988, pp. 497-502, PMID 2905150.
  13. ^ P. Chaikin, MS. Gillen; M. Malik; H. Pentikis; GR. Rhodes; DJ. Roberts, Co-administration of ketoconazole with H1-antagonists ebastine and loratadine in healthy subjects: pharmacokinetic and pharmacodynamic effects. in Br J Clin Pharmacol, vol. 59, nº 3, Mar 2005, pp. 346-54, DOI:10.1111/j.1365-2125.2005.02348.x, PMID 15752381.
  14. ^ T. Yamaguchi, T. Hashizume; M. Matsuda; M. Sakashita; T. Fujii; Y. Sekine; M. Nakashima; T. Uematsu, Pharmacokinetics of the H1-receptor antagonist ebastine and its active metabolite carebastine in healthy subjects. in Arzneimittelforschung, vol. 44, nº 1, Jan 1994, pp. 59-64, PMID 7907873.
  15. ^ KC. Lasseter, SC. Dilzer; R. Vargas; S. Waldman; RJ. Noveck, Pharmacokinetics and safety of ebastine in patients with impaired hepatic function compared with healthy volunteers: a phase I open-label study. in Clin Pharmacokinet, vol. 43, nº 2, 2004, pp. 121-9, PMID 14748620.
  16. ^ RJ. Noveck, RA. Preston; SK. Swan, Pharmacokinetics and safety of ebastine in healthy subjects and patients with renal impairment. in Clin Pharmacokinet, vol. 46, nº 6, 2007, pp. 525-34, PMID 17518511.
  17. ^ C. Picado Vallés, A. Cadahia García; A. Cisteró Bahima; L. Cano Cantudo; A. Sanz Amaro; JM. Zayas Sanza, Ebastine in perennial allergic rhinitis. in Ann Allergy, vol. 67, nº 6, Dec 1991, pp. 615-8, PMID 1684273.
  18. ^ L. Terán Ortíz, G. Flores Sandoval; M. Orea Solano; A. Camarena, [Ebastine vs terfenadine in allergic rhinitis]. in Rev Alerg, vol. 40, nº 4, pp. 82-5, PMID 7908244.
  19. ^ SI. Ankier, SJ. Warrington, A double-blind placebo-controlled study of the efficacy and tolerability of ebastine against hayfever in general practice patients. in J Intern Med, vol. 226, nº 6, Dec 1989, pp. 453-8, PMID 2577377.
  20. ^ J. Sastre, Ebastine in allergic rhinitis and chronic idiopathic urticaria. in Allergy, 63 Suppl 89, Dec 2008, pp. 1-20, DOI:10.1111/j.1398-9995.2008.01897.x, PMID 19032340.
  21. ^ KV. Godse, Ebastine in chronic spontaneous urticaria in higher doses. in Indian J Dermatol, vol. 56, nº 5, pp. 597-8, DOI:10.4103/0019-5154.87168, PMID 22121291.
  22. ^ B. Kalis, Double-blind multicentre comparative study of ebastine, terfenadine and placebo in the treatment of chronic idiopathic urticaria in adults. in Drugs, 52 Suppl 1, 1996, pp. 30-4, PMID 8828024.