È TV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da E'Tv)

È TV è un network televisivo multi-regionale, è formato da È TV Emilia-Romagna ed È TV Marche.

Il proprietario del network è il Gruppo Spallanzani di Reggio Emilia tramite Rete 7 SpA, azionisti di minoranza sono: EmRo Finance (gruppo Banca Popolare dell'Emilia-Romagna), Comunicazione e Cultura di Roma, Intermirifica di Bologna, Art'è Comunicazione di Bologna.

Il network trasmette i programmi di TV2000 (Conferenza Episcopale Italiana) e ha varie edizioni locali del telegiornale: Bologna, Reggio Emilia, Modena, Parma, Rimini, Ancona, Macerata.

Ascolti: È TV Emilia-Romagna è secondo solo al circuito 7 Gold Sestarete; È TV Marche è il terzo nelle Marche, venendo penalizzato dal fatto di non coprire con i ripetitori tutta la regione. L'8 giugno 2009, in occasione delle elezioni comunali nella regione, È TV Emilia-Romagna è stato il secondo canale più visto in Emilia-Romagna.

È TV Emilia-Romagna[modifica | modifica wikitesto]

È TV Emilia-Romagna è nata dalla fusione di varie emittenti regionali: Teletricolore (Reggio Emilia), Antenna 1 (Modena), Rete7 (Bologna), Teleparma (Parma).

Il 27 dicembre 2000 Teletricolore (nato nel 1984) del gruppo Spallanzani acquista Antenna 1, in seguito a metà 2001 acquisterà anche Rete 7.

Il 14 agosto 2012 il blog I Segreti della Casta di Montecitorio pubblica un articolo dove si accusa l'emittente televisiva di aver concesso, in cambio di denaro pubblico, interviste parziali e accomodanti ai politici regionali di Popolo della Libertà, Sinistra Ecologia e Libertà, Lega Nord e Movimento Cinque Stelle. Sempre secondo l'articolo, tale comportamento sarebbe stato duramente criticato dall'Associazione Stampa Emilia-Romagna, che ha espresso «indignazione per i comportamenti irrispettosi dei vincoli deontologici e contrattuali tenuti da giornalisti radiotelevisivi del nostro territorio che si sarebbero prestati a fare interviste a pagamento e a ospitare, in contenitori giornalistici come la rassegna stampa, esponenti politici dietro corresponsione di denaro» e avrebbe chiesto che venisse aperta un'inchiesta.[1]

Mux[modifica | modifica wikitesto]

LCN Nome Canale Note
10 È TV Rete7
73 SMtv San Marino
119 È TV Modena
179 Studio Italia Trasmette Galaxy TV
292 È TV Bologna
634 È TV Teleparma
635 È TV Emilia-Romagna
636 È TV Sport
934 È TV Teletricolore
935 È TV Antenna 1

È TV Marche[modifica | modifica wikitesto]

È TV Marche è nata il 1º gennaio 2004 quando Rete 7 Spa ha acquistato l'85% di I Tv (Indipendent Television), avente sede attuale ad Ancona, ma nata a Urbino nel 1977 per iniziativa dell'avvocato Francesco Ieno che mantiene una quota del 5% di ITv srl mentre il restante 10% è riservato a nuovi azionisti di area cattolica.
Nel 2005 E'-Tv Marche ha acquistato le frequenze di TeleMacerata. Trasmette sui canali UHF 42 (PU-AN) e 33 (MC-FM-AP)

Mux[modifica | modifica wikitesto]

LCN Nome Canale Note
12-604 èTV Marche
89-605 èTV Macerata
112 èTV Più
138 Air Italia
140 Linea Italia
165 Pianeta TV Trasmette Mediatext.it
166 Mediatext.it
228 Italia Channel Trasmette Mediatext.it
606 èTV Ascoli
850 Radio Center Music Radio

Gruppo Spallanzani[modifica | modifica wikitesto]

Il Gruppo Spallanzani ha sede a Reggio Emilia, nel 2004 ha realizzato un fatturato di 452,8 milioni di euro.

Le principali aree di attività sono quattro: acciaio, zucchero, leasing e l'editoria.

  • Stilma - Interacciai, nel 2004 ha realizzato un fatturato di 194 milioni di euro
  • Inagra, lavorazione e distribuzione dello zucchero, nel 2004 ha realizzato un fatturato di 116 milioni di euro
  • Privata Leasing, nel 2004 ha realizzato un fatturato di 151 milioni di euro
  • Rete 7 spa, comprende il network televisivo È Tv attivo in Emilia, Romagna, Marche, Toscana e Veneto, il quotidiano "L'Informazione", Radio Erre di Reggio Emilia e Radio Center Music di Ancona, il mensile Collezionare e altre società collegate per un giro di affari che si avvicina ai 10 milioni di euro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I segreti della casta: Politici di PDL, Sel e M5S pagano giornalisti per farsi fare interviste "accomodanti" in TV

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]