Dynamic Spectrum Management

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Dynamic Spectrum Management (DSM) è un insieme di tecniche basate su concetti teorici di teoria dell'informazione e teoria dei giochi che si sta studiando e sviluppando per migliorare le prestazioni delle comunicazione di rete[1] [2]. I concetti del DSM richiamano anche i principi di Cross-layer optimization, intelligenza artificiale, Apprendimento automatico, ecc. È stato recentemente reso realizzabile dalla sviluppo di processori sufficientemente potenti, sia a livello server e che di terminali, da poter gestire Software defined radio.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Queste tecniche vengono anche chiamate ottimizzazione cooperativa.

Risulta essere più comunemente applicata per l'ottimizzazione delle prestazioni rete delle linee DSL (ITU_G.992.1 DSL). Un altro possibile campo di applicazione del DSM è la Cognitive Radio.

Principi importanti e comuni del DSM sono:

  1. Link adaptation
  2. Gestione dinamica dalla banda
  3. MIMO multi utente
  4. cancellazione della pre-interferenza stimata
  5. Link_aggregation o bonding del canale

DSM nel Digital Subscribers Loop[modifica | modifica wikitesto]

Il DSM può essere introdotto sulla ordinaria rete telefonica in rame 'riducendo o eliminando crosstalk, interferenze e near-far problem all'interno di una rete DSL con particolare interesse per quelle linee DSL che sono vicine tra loro in un cavo [3] [4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]