Duomo di San Martino (Bratislava)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cattedrale di San Martino
Duomo di San Martino (Bratislava)
Stato Slovacchia Slovacchia
Regione SŁO Kraj Bratysławski COA.svg Regione di Bratislava
Località Coat of Arms of Bratislava.svg Bratislava
Religione Cattolicesimo
Titolare Martino di Tours
Diocesi Arcidiocesi di Bratislava
Consacrazione 1452
Stile architettonico Gotico
Inizio costruzione XIV secolo
Sito web (SK) Sito

San Martino, in slovacco Katedrála svätého Martina (cattedrale di San Martino) o Dóm svätého Martina (duomo di San Martino), è il duomo di Bratislava e la cattedrale dell'arcidiocesi di Bratislava. Si trova al limite occidentale della Città Vecchia, sotto il castello di Bratislava. Il duomo di San Martino era noto in passato soprattutto per aver ospitato, tra il 1563 e il 1830, le incoronazioni dei sovrani d'Ungheria.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione del duomo venne attuata a partire dal XIV secolo, su un sito precedentemente occupato da una chiesa romanica e da un cimitero. Nel 1452 il duomo venne consacrato, ma i lavori di completamento dell'opera si protrassero anche nei secoli successivi. Dal 1563 al 1830 San Martino fu la chiesa dell'incoronazione dei re d'Ungheria. Il primo re a ricevere la Corona di Santo Stefano in San Martino fu Massimiliano II; in totale undici sovrani vennero qui incoronati, compresa Maria Teresa d'Austria.

Nel 2008, a seguito dell'erezione dell'arcidiocesi di Bratislava, assume il rango di cattedrale metropolitana.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Navata centrale e abside

La torre campanaria, alta 85 metri, domina il paesaggio urbano della città vecchia; la parte superiore venne danneggiata da un fulmine nel 1760 e ricostruita in stile barocco, nuovamente distrutta da un incendio nel 1835 e ripristinata nel 1847, quando al suo apice venne posta una grande riproduzione della Corona di Santo Stefano, placcata in oro.

L'interno è a tre navate, divise da pilastri e arcate ogivali, con volte a crociera. L'abside è poligonale. La luce filtra dalle diverse vetrate istoriate che decorano i finestroni alle pareti. All'interno del tempio si trovano anche alcune cappelle, in stile gotico e realizzate nel XV secolo le due dedicate alla regina Sofia e a Sant'Anna, del XVIII secolo e in stile barocco la cappella intitolata a san Giovanni il Misericordioso, realizzata dallo scultore austriaco Georg Rafael Donner (1693 - 1741). Opera di Donner è anche il pregevole gruppo scultoreo, in piombo, di san Martino a cavallo; il santo è rappresentato nel famoso gesto di tagliare con la spada il suo mantello, per donarne metà a un povero.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Coordinate: 48°08′31.7″N 17°06′17.2″E / 48.142139°N 17.104778°E48.142139; 17.104778