Due irresistibili brontoloni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Due irresistibili brontoloni
Due irresistibili brontoloni.jpg
Titolo originale Grumpy Old Men
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1993
Durata 104 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Donald Petrie
Sceneggiatura Mark Steven Johnson
Produttore Richard B. Berman
Casa di produzione Warner Brothers
Scenografia David Chapman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Due irresistibili brontoloni è un film commedia romantica, prodotta dalla Warner Bros., che annovera nel cast i due mattatori per eccellenza Jack Lemmon e Walter Matthau, Ann-Margret, Daryl Hannah, Kevin Pollack e Ossie Davis.

Diretto da Donald Petrie, è sceneggiato da Mark Stephen Jonhson, che ha scritto anche il seguito, That's amore - Due improbabili seduttori, del 1995. Le musiche sono firmate da Alan Silvestri.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La vicenda si svolge nei giorni precedenti al Giorno del ringraziamento fino al Natale. Due irresistibili vecchietti, John Gustafson (Jack Lemmon), ex insegnante in pensione, e Max Goldman (Walter Matthau), ex riparatore di televisori, entrambi vedovi, vivono da soli nelle rispettive case, una di fianco all'altra, nel piccolo e freddissimo paese di Wabasha, nel Minnesota, USA. Le loro vite da pensionati si svolgono relativamente tranquille (!), tra futili e tremende liti quotidiane (i due battibeccano da quasi sessant'anni) e giornate intere di pesca sul vicino lago ghiacciato. Un bel giorno si trasferisce nella casa di fronte alla loro una graziosa e eccentrica insegnante universitaria di mezza età, Ariel (Ann-Margret). I due rivali spiano dalle finestre di casa le bizzarre attività della nuova vicina, tra cui fare la sauna e uscire in costume da bagno in giardino a rotolarsi nella neve o scorrazzare a tutta velocità per le vie del paese con una motoslitta alle due di notte.

Ariel si approccia prima con Chuck (Ossie Davis), anziano proprietario di una piccola drogheria nei pressi del lago, e poi ai due con la scusa della posta recapitata per sbaglio a lei, prima avvicinando John e poi Max. Tra i due riscoppia una acerrima rivalità per conquistare il cuore della donna. Tuttavia lei appare molto più legata a John, con cui trascorre una notte d'amore, mentre giudica di amicizia il rapporto con Max.

In secondo piano c'è poi l'amicizia tra la figlia di John, Melanie (Daryl Hannah), e il figlio di Max, Jacob (Kevin Pollack), che dura da quando i due erano ragazzi. Lei sta divorziando dal marito e lui, scapolo, tenta di approcciarsi timidamente a lei.

In contemporanea gli scontri fra i due si spostano sul lago ghiacciato dove i due si recano quasi quotidianamente per pescare dalle rispettive baracche. Un giorno Max, furioso con John per avergli spaccato una canna da pesca portafortuna, usa la propria macchina per sradicare la baracca di John, con lui dentro, e trascinarla sul ghiaccio sottile, dove si inabissa. John riesce a salvarsi buttandosi fuori dalla baracca in tempo.

Nel frattempo John, che al momento è in gravi condizioni economiche, e a cui il fisco sta per confiscare la casa, cerca di troncare la relazione con Ariel, dopo essersi reso conto, dalle parole di sfogo del rivale Max, peraltro ormai consapevole di essere stato scaricato dalla donna, di non poterla mantenere in prospettiva di una futura vita insieme.

Giunge infine la vigilia di Natale. Inaspettatemente a casa di John arrivano la figlia Melanie e la nipotina, accompagnate dal marito, da cui la giovane donna si sta separando. Ciò provoca una grande rabbia in John che non si aspettava un ritorno del'ex genero. Per sfogarsi esce di casa di sera e si reca allo Slippery bar. Il figlio di Max si reca da Melanie per lo scambio di auguri e si accorge della presenza del marito. Ritorna dal padre e gli racconta del motivo dello sfogo di John, consigliando di andare a calmare il rivale al bar. Allora un Max titubante vi si reca controvoglia sotto una fitta nevicata e si incontra con John. I due bevono una birra e cercano di chiarirsi. Il tutto però si risolve con le solite scenate, dopo la quali John alza i tacchi e decide di ritornare a casa. Tuttavia durante il cammino accusa un malore e cade per terra, colpito da un infarto. Pochi istanti dopo sopraggiunge Max, che nota l'amico/nemico a terra semi-incosciente e corre a cercare aiuto. John è molto grave, trascorre parecchio tempo in ospedale ma riesce lentamente a ristabilirsi. Nel frattempo Max, che sembra riuscito ad affezionarsi al debole John, riesce a evitare il sequestro della sua casa, grazie ad alcune trovate, come lo sbarrare porte e finestre con assi di legno, e all'intervento del figlio, intanto diventato sindaco del paese, che riesce ad avere un'autorizzazione dal tribunale all'annullamento della confisca. Il film si conclude a lieto fine, con il matrimonio tra John e Ariel.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • La situazione portante del film, i continui esilaranti battibecchi tra due vecchi amici-nemici peraltro attaccati l'uno all'altro tanto da aiutarsi vicendevolmente nel bisogno, pur senza smettere le schermaglie, è ripresa dalla commedia La strana coppia (1965), di Neil Simon, in cui uno dei due protagonisti è interpretato da Walter Matthau, che sarà affiancato da Jack Lemmon nella trasposizione cinematografica che quindi ripropone lo stesso binomio di attori del film in oggetto.
  • Durante le riprese del film, a 20 / 25 °C sottozero, Walter Matthau fu ricoverato in ospedale per una doppia polmonite.
  • Per il film si era pensato di affidare i ruoli di Max e John a Dean Martin e Jerry Lewis, ma non se ne fece nulla a causa delle gravi condizioni di salute di Martin.
  • La cittadina di Wabasha, in cui si svolge il film, esiste realmente. È un piccolo paesino di circa 2000 abitanti del freddo stato del Minnesota.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]