Duca di St. Albans

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coronet of a British Duke.svg
Duca di St. Albans
Parìa Parìa d'Inghilterra
Data di creazione 1684
Creato da Carlo II d'Inghilterra
Primo detentore Charles Beauclerk, I duca di St. Albans
Attuale detentore Murray Beauclerk, XIV duca di St. Albans
Trasmissione al primogenito maschio
Titoli sussidiari Conte di Burford (1676), Barone Heddington (1676) e Barone Vere (1750).
Predicato d'onore Most Noble

Il titolo di Duca di St Albans venne creato nella Parìa d'Inghilterra nel 1684 per Charles Beauclerk, I conte di Burford quando raggiunse i quattordici anni, in quanto figlio illegittimo di Carlo II d'Inghilterra e dell'attrice Nell Gwyn e lo ricompensò con questo titolo come aveva già concesso i ducati di Monmouth, Richmond, Lennox, Southampton e Grafton agli altri suoi figli illegittimi.

Il ducato di St Albans godeva anche dei titoli sussidiari di Conte di Burford, nell'Oxfordshire (1676), Barone Heddington, nell'Oxfordshire (1676) e Barone Vere, di Hanworth nel Middlesex (1750). La contea e la baronia di Heddington sono compresi nella Parìa d'Inghilterra, mentre la baronia di Vere è compresa nella Parìa di Gran Bretagna. I duchi di St Albans hanno anche il titolo ereditario di Gran Falconiere d'Inghilterra.

Il figlio maggiore ed erede del duca di St Albans ha il titolo di cortesia di Conte di Burford, e Lord Vere è il titolo concesso al primo nipote maschio del duca.

Gli attuali duchi di St Albans non hanno una sede prediletta. Formalmente la residenza della famiglia si trova nel Nottinghamshire e nel Surrey.

Duchi di St Albans (1684)[modifica | modifica sorgente]

Altri titoli: Conte di Burford, nella contea di Oxford e Barone Heddington nella contea di Oxford (1676)
Altri titoli (dal V duca): Barone Vere, di Hanworth nella contea di Middlesex (1750)

Erede: Charles Beauclerk, conte di Burford (n. 1965), unico figlio del XIV duca

Baroni Vere (1750)[modifica | modifica sorgente]

Da allora il titolo venne compreso nel novero dei titoli dei duchi di St Albans

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Charles Kidd & David Williamson (ed.), Debrett's Peerage and Baronetage (1990 edition), New York: St Martin's Press, 1990.
  • Donald Adamson and Peter Beauclerk Dewar, The House of Nell Gwyn. The Fortunes of the Beauclerk Family, 1670-1974, London: William Kimber, 1974