Dreissena polymorpha

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cozza zebra
Dreissena polymorpha3.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa Bilateria
Phylum Mollusca
Subphylum Conchifera
Classe Bivalvia
Ordine Veneroida
Superfamiglia Dreissenoidea
Famiglia Dreissenidae
Genere Dreissena
Specie D. polymorpha
Nomenclatura binomiale
Dreissena polymorpha
Pallas, 1771

Dreissena polymorpha (Pallas, 1771), conosciuta anche come cozza zebra dalle caratteristiche linee scure che scorrono sull'esterno delle sue valve, è un mollusco bivalve della famiglia Dreissenidae[1].

Habitat e distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Originario del Mar Nero e della zona del Mar Caspio, oggi è comunemente reperibile nei corsi d'acqua dell'Europa centrale e in molti laghi. È inserito nell'elenco delle 100 tra le specie invasive più dannose al mondo.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Sono organismi filtratori. Aspirano acqua attraverso un sifone inalante, ne filtrano le particelle di cibo presenti in sospensione, e la espellono tramite un sifone esalante. Può raggiungere le dimensioni massime di 5 centimetri.

Usi[modifica | modifica sorgente]

In alcuni Paesi, come l'Olanda, questi molluschi sono stati introdotti in grande quantità perché la loro attività filtrante riesce ad eliminare la proliferazione di fitoplancton rendendo l'acqua più limpida. In altri Paesi, in cui la proliferazione di alghe in sospensione crea fenomeni di acqua opaca, si sta agendo nello stesso modo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Rosenberg, G.; Huber, M. (2014), Dreissena polymorpha in WoRMS 2014 (World Register of Marine Species).

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

molluschi Portale Molluschi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di molluschi