Dreadnought hoax

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I partecipanti del Dreadnought Hoax: la prima a sinistra è Virginia Woolf; l'ultimo a destra è Horace de Vere Cole
La corazzata britannica Dreadnought del 1906

Il Dreadnought hoax è uno scherzo organizzato nel 1910 da Horace de Vere Cole sulla corazzata HMS Dreadnought, una delle più potenti navi inglesi, che era ormeggiata al largo della costa africana. Cole riuscì a persuadere la Royal Navy ad organizzare una visita della nave da parte di alcuni membri della casa reale abissina. In realtà, i dignitari "abissini" erano cinque amici di Cole, tra cui la scrittrice Virginia Woolf, camuffati da principi africani, che si divertirono a schernire i militari britannici esprimendo ogni volta apprezzamento e meraviglia esclamando invariabilmente "Bunga! Bunga!" rivolti all'ammiraglio e all'equipaggio durante il corso della visita.

Cole mandò una foto dell'evento al quotidiano Western Daily Mercury e la notizia apparve nei giornali il 12 febbraio dello stesso anno con l'articolo Bunga bungle (Bunga pasticcio), titolo che sfruttava la divertente esclamazione trasformandola in un calembour.

La Royal Navy cercò (inutilmente) di far arrestare, o almeno punire, Horace de Vere Cole.

L'evento fu ripreso alcuni anni più tardi quando l'HMS Dreadnought, il 18 marzo 1915, speronò e affondò il sommergibile tedesco SM-U29; uno dei telegrammi di congratulazioni per il successo dell'azione di guerra conteneva solamente il messaggio: "Bunga bunga".

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]