Drapion

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
 Drapion 
Drapion
Drapion

Nome nelle varie lingue
Italiano Drapion
Giapponese ドラピオン Dorapion
Tedesco Piondragi
Francese Drascore
 Pokédex 
Classico 452
Sinnoh 128
Unima 202
Caratteristiche
Specie Pokémon Scorpiaccio
Altezza 130 cm
Peso 61,5 kg
Generazione Quarta
Evoluzione di Skorupi
Stato Primo Stadio
Tipi Veleno
Buio
Abilità Lottascudo
Cecchino
Sguardofermo
Legenda · progetto Pokémon

Drapion (in giapponese ドラピオン Dorapion, in tedesco Piondragi, in francese Drascore) è un Pokémon della Quarta generazione di tipo Veleno/Buio. Il suo numero identificativo Pokédex è 452.

È uno dei Pokémon utilizzati dal capopalestra Nina, dai Superquattro Aaron e Mirton, da Ghecis del Team Plasma, dall'allenatore Paul e da J.

Significato del nome[modifica | modifica sorgente]

Il suo nome probabilmente deriva dall'unione delle parole inglesi Dracula o dragon (drago) e scorpion (scorpione).

Il suo nome giapponese, ドラピオン Dorapion[1], potrebbe derivare dalla parola inglese scorpion.

Il suo nome tedesco, Piondragi, probabilmente deriva dall'unione delle parole skorpion (scorpione), drache (drago) e gift (veleno).

Il suo nome francese, Drascore, potrebbe derivare dall'unione delle parole dragon e scorpion.

Origine[modifica | modifica sorgente]

Drapion è basato sugli scorpioni, sebbene il suo aspetto ricordi quello degli uropigi.

Evoluzioni[modifica | modifica sorgente]

Si evolve da Skorupi a livello 40.

Pokédex[modifica | modifica sorgente]

  • Diamante/Y: Con le zampe può accartocciare una macchina. Le punte degli artigli sono velenose.
  • Perla: Ha il corpo incassato in un robusto carapace. Ruota la testa di 180° e riesce a vedere tutto.
  • Platino/Nero/Bianco: Dotato di una costituzione robusta, va orgoglioso della sua forza e abbatte i nemici senza usare tossine.
  • HeartGold/SoulSilver: Temuto come la peste giacché attacca tutti i viaggiatori del deserto, umani o Pokémon.
  • Nero2/Bianco2/X: Va fiero della sua forza con cui può fare a pezzi il nemico, ma in genere preferisce finirlo usando le sue tossine.

Nel videogioco[modifica | modifica sorgente]

Nei videogiochi Pokémon Diamante e Perla e Pokémon Platino è possibile catturare Drapion all'interno della Gran Palude di Pratopoli.

In Pokémon X e Y Drapion è ottenibile nel Percorso 19 e nel Safari Amici.

Nel videogioco Pokémon Ranger: Ombre su Almia è presente all'interno della Nave Cargo (Cargo Ship).

Mosse[modifica | modifica sorgente]

Drapion apprende numerose mosse di tipo Veleno tra cui Velenodenti, Velenoshock e Velenocroce. Può inoltre utilizzare attacchi Buio come Unghiaguzze e Sgranocchio.

È l'unico Pokémon in grado di imparare naturalmente le mosse Coleomorso (Coleottero), Fulmindenti (Elettro), Gelodenti (Ghiaccio), Rogodenti (Fuoco) e Velenodenti.

Drapion può apprendere le mosse MN Taglio, Forza, Spaccaroccia e Scalaroccia.

Nel gioco di carte collezionabili Drapion è in grado di utilizzare gli attacchi Pestone e Corposcontro.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

  • Punti Salute: 70 (max 344)
  • Attacco: 90 (max 306)
  • Difesa: 110 (max 350)
  • Attacco Speciale: 60 (max 240)
  • Difesa Speciale: 75 (max 273)
  • Velocità: 95 (max 317)

Nell'anime[modifica | modifica sorgente]

Drapion appare per la prima volta nel corso dell'episodio La cacciatrice di Pokémon (Mutiny in the Bounty) di proprietà di J.[2]

In Il Pokémon ritrovato! (A Trainer and Child Reunion) il Superquattro Aaron possiede un esemplare del Pokémon.[3] Anche l'allenatore Paul utilizza un Drapion.

Altri Drapion sono presenti nel corso di Il Chimchar infuocato! (Chim - Charred!) e di La gara finale! Il triathlon dei Pokémon! (One Team, Two Team, Red Team, Blue Team).[4][5]

Nel gioco di carte collezionabili[modifica | modifica sorgente]

Drapion appare in 5 carte, prevalentemente di tipo Oscurità, appartenenti ad altrettanti set:[6][7]

  • Diamante & Perla (di tipo Psiche)
  • Fronte di Tempesta
  • Platino (come Drapion LIV.X)
  • L'Ascesa dei Rivali (come Drapion 4, Pokémon del Superquattro Aaron)
  • Battaglie Trionfali (Olografica)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Set di carte Bandai
  2. ^ (EN) Episode 488 - Mutiny in the Bounty!! da Serebii.net
  3. ^ (EN) Episode 567 - A Trainer and Child Reunion da Serebii.net
  4. ^ (EN) Episode 549 - Chim-Charred! da Serebii.net
  5. ^ (EN) Episode 559 - One Team, Two Team, Red Team, Blue Team! da Serebii.net
  6. ^ (EN) Drapion (TCG) da Bulbapedia
  7. ^ (EN) #406 Drapion - Cardex da Serebii.net

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Lawrence Neves, Pokémon Diamond & Pearl Pokédex: Prima's Official Game Guide Vol. 2, Prima Games, 2007, pag. 242, ISBN 978-0761556350.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon Platinum: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2009, pag. 508, ISBN 978-0761562085.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Kanto Guide & National Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, pag. 427, ISBN 978-0307468055.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Pokémon Portale Pokémon: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pokémon