Dragoș di Moldavia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dragoş in un dipinto del XIX secolo

Dragoș o Bélteki Drágfi detto anche Dragoș Vodă (... – ...) fu un voivoda di Maramureş (Transilvania) che regnò in Moldavia dal 1351 al 1353.

Stando alla leggenda[1], Dragoş arrivò in Moldavia da Maramureş mentre cacciava un uro; prese possesso di quella terra e la colonizzò utilizzando uomini provenienti dai suoi domini. Regnò sulla Moldavia in nome del Regno d'Ungheria, allora retto da Luigi I d'Ungheria.

I dati storici[2] permettono di accertare la presenza dei fratelli Dragoş e Drag nei territori di Bedeu (attuale Bedevlja in Ucraina) nel 1336 quali vassalli del re Carlo Roberto d'Angiò, probabilmente ivi dislocati in funzione di contenimento dell'avanzata tartara. Dragoş sarebbe poi stato nominato signore di Maramureş quale ricompensa dei suoi servigi. Nel 1349 le terre in questione venivano usurpate da Bogdan, fondatore della stirpe dei Muşatini, i primi Principi di Moldavia indipendenti dal regno d'Ungheria.

Resta ad oggi ancora aperto il dibattito circa la possibile identificazione di questo Dragoş di Bedeu con Dragoş Giuleşti[3], essendo Dragoş un nome piuttosto comune nei territori dell'attuale Romania e Moldavia.

Dragoş venne sepolto a Volovăţ.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mircea Eliade, Chapitre IV: Le Prince Dragoş et La "Chasse Rituelle", in De Zalmoxis à Gengis-Khan: études comparatives sur les religions et le folklore de la Dacie et de l'Europe orientale Payot, Parigi, 1970, pp. 131-160.
  2. ^ Victor Spinei, Moldavia in the 11th-14th Centuries, 1986.
  3. ^ Tudor Sălăgean, Romanian Society in the Early Middle Ages (9th-10th Centuries), 2006.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tudor Sălăgean, Romanian Society in the Early Middle Ages (9th-10th Centuries), in Ioan-Aurel Pop e Ioan Bolovan, History of Romania: Compendium, Cluj-Napoca, 2006, ISBN 978-973-7784-12-4.
  • István Vásáry, Cumans and Tatars: Oriental Military in the Pre-Ottoman Balkans, 1185-1365, Cambridge, 2005, ISBN 0-521-83756-1.
  • Nicolae Klepper, Romania: An Illustrated History, New York, 2005, ISBN 0-7818-0935-5.
  • Kurt W. Treptow e Marcel Popa, Historical Dictionary of Romania, Lanham (Maryland, USA) & Folkestone (UK), 1996, ISBN 0-8108-3179-1.
  • Vlad Georgescu, The Romanians: A History, Columbus, 1991, ISBN 0-8142-0511-9.
  • Victor Spinei, Moldavia in the 11th-14th Centuries, Bucarest, 1986.
  • Andrei Brezianu e Vlad Spânu, Historical Dictionary of Moldova.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Principe di Moldavia Successore
[[]] ca. 1351-1353 Sas di Moldavia