Dr. Neo Cortex

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dr.Neo Cortex
Cortex in Crash Twinsanity
Cortex in Crash Twinsanity
Universo Crash Bandicoot
Lingua orig. Inglese
Autore Naughty Dog
Editore Sony
1ª app. 1996
1ª app. in Crash Bandicoot
app. it. 1996
app. it. in Crash Bandicoot
Voci orig.
Voci italiane
Specie Umano
Sesso Maschio
Luogo di nascita Filadelfia, Stati Uniti
Abilità
  • Quoziente intellettivo molto elevato
  • Abile nelle tecniche di mutazione genetica
  • Avanzate conoscenze meccaniche
Parenti
« Ah, che stupido! Pensi che non sappia tutto ciò? Se non abbiamo più amici sul pianeta, ci basta trovare... un nemico! »
(Cortex a N. Gin in Crash Bandicoot 2: Cortex Strikes Back[1])

Il dottor Neo Cortex è un personaggio dei videogiochi e il principale antagonista della serie Crash Bandicoot. È uno scienziato pazzo aspirante alla conquista del mondo. Il suo nome deriva dalla parola inglese "neocortex" (Neocorteccia).

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Cortex è un uomo molto basso (1,60 m) con una testa molto grande e sproporzionata rispetto al corpo: è molto stempiato, ha i capelli a semicerchio solo ai lati, un piccolo ciuffo sulla testa e il suo volto è caratterizzato da un labbro inferiore molto sporgente. Sulla fronte ha tatuata una N maiuscola di colore nero (successivamente blu) e porta barba e baffi; solitamente veste con camice da laboratorio e guanti di gomma gialli / rossi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Neo Cortex trascorse la sua gioventù in una famiglia interamente composta da circensi, ma fuggì alla giovane età di quattro anni, in quanto preferiva la scienza alle buffonate: per questo all'età di 3 anni gli fu tatuata in fronte la N di Nerd (non di Neo). Si distingueva dai suoi coetanei come un genio in termini di creazione e la conduzione di esperimenti, anche se era spesso vittima del bullismo a causa della sua bassa statura.
In Twinsanity veniamo a sapere che ha frequentato l'Accademia del Male di Madame Amberly dove ha creato il primo prototipo dell'Evolvo-Ray: tuttavia si rivelò un fallimento, funzionando come un teletrasporto a senso unico e spedendo i suoi due pappagalli, Victor e Moritz nella decima dimensione.
Durante questo periodo incontra suo fratello, Nitrus Brio; entrambi venivano presi in giro e discriminati dai loro compagni, fino a quando un altro "incidente" fa saltare in aria la scuola e gran parte della zona circostante. Tempo dopo espone le sue teorie di evoluzionistica accelerata alla società scientifica, ma viene ridicolizzato: a quel punto decide di utilizzare le sue conoscenze per creare un esercito di super animali, i "Cortex Commandos", per impadronirsi della Terra e chiudere la bocca a quei saputelli che avevano osato deriderlo.[2]

In Crash Bandicoot, affiancato da Nitrus Brio (perfezionatore dell'Evolvo-Ray) crea parecchi mutanti per poi fare loro il lavaggio del cervello tramite il "Cortex Vortex" allo scopo di renderli suoi fedeli servitori. Proprio un malfunzionamento del Vortex, crea la sua grande nemesi: Crash Bandicoot, che invece di essere il generale delle sue truppe si rivelò troppo buono e quindi "malriuscito"; Cortex cercò invano di catturarlo, ma il bandicoot riuscì a fuggire dal castello. Di certo Cortex non immaginava che quel suo fallimento sarebbe stato anche la sua rovina: dopo aver sconfitto tutti i suoi scagnozzi, manomessa la sua centrale elettrica e dato fuoco al suo il laboratorio (in seguito l'incendio si estende all'intero castello) Crash affronta il Dr.Cortex in cima al suo dirigibile e riesce a sconfiggerlo respingendo i suoi getti al plasma, distruggendo il suo hoverboard e facendo precipitare lo scienziato nel vuoto. Nel finale alternativo viene detto che Cortex è dato per scomparso, anche se i viscidi come lui non si eliminano facilmente.

In Crash Bandicoot 2: Cortex Strikes Back, veniamo a sapere che Cortex è sopravvissuto alla caduta ed ha trovato una caverna sotterranea con al suo interno un potente cristallo: abbandonato N.Brio, passa i due anni successivi a costruire una nuova e gigantesca versione del Cortex Vortex montata su una stazione spaziale, allo scopo di assoggettare l'intero pianeta al suo volere (il tutto assieme al suo nuovo braccio destro, il Dr.N. Gin). Tuttavia proprio quest'ultimo scopre che per dare energia al Vortex non basta solo il cristallo rivenuto, ma anche gli altri 25 cristalli della superficie: Non avendo più amici sul pianeta, Cortex teletrasporta Crash aall'interno di una stanza di balzo e lo inganna raccontandoli di essere cambiato e di voler salvare il mondo da una catastrofe planetaria (alla quale solo il potere dei cristalli può rimediare). Tuttavia l'intromissione di Coco, l'intelligente sorellina di Crash, e di N.Brio mandano in fumo i suoi piani ancora una volta: in più il Cortex Vortex viene distrutto da un potente cannone laser alimentato dalle 42 Gemme del potere, frutto dell'alleanza tra N.Brio e Crash.

In Crash Bandicoot 3: Warped grossi pezzi del Vortex si schiantano su un'antica prigione-tempio, che teneva rinchiuso il malvagio Uka Uka, gemello di Aku Aku e maestro grigio di Cortex. Infuriato dai fallimenti dello scienziato, si rivolge al suo vecchio amico Dr.Nefarious Tropy per poter recuperare ancora una volta i cristalli del potere nelle loro epoche originali: tuttavia ancora una volta, Crash riesce a sconfiggere Cortex assieme a tutti i suoi scagnozzi e ad esiliralo all'alba dei tempi.

In Crash Team Racing Cortex è un personaggio giocabile di livello intermedio. La sua pista è "Rocca Cortex". Nell'epilogo apprendiamo che il Dr.Cortex ha scoperto un nuovo elemento nella tavola periodica, da lui chiamato "Cortex Domina il Mondo".

In Crash Bash viene convocato da Uka Uka per prendere parte al torneo nuovamente al fianco di N.Brio, e ritorna in Crash Bandicoot: The Huge Adventure dove restringe il pianeta Terra a dimensioni microscopiche ma viene fermato ancora una volta: in seguito al malfunzionamento del suo macchinario si fonde con Tiny, Dingodile e N. Gin diventando un enorme e mostruosa creatura (comunemente detta "Megamix"): tuttavia gli effetti si rivelano temporanei.

Ritorna in Crash Bandicoot: L'ira di Cortex dove messo sotto pressione da Uka Uka, rivela la sua nuova arma: Crunch, un bandicoot geneticamente avanzato di incredibile potenza a cui Uka Uka affianca un gruppo di antiche maschere, gli Elementali, come fonte di energia. Anche questa volta i piani di Cortex falliscono e, oltre alla ribellione di Crunch, viene esiliato assieme ad Uka Uka nelle distese gelate dell'Antartico.

Compare come personaggio giocabile nel multiplayer di Crash Bandicoot 2: N-Tranced.

È uno dei personaggi principali in Crash Nitro Kart, dove assieme ai suoi scagnozzi cerca di tornare sulla terra per poterla conquistare: da questo capitolo Cortex diventa un personaggio piuttosto comico ed in più dopo l'incontro con Norm afferma di odiare i pagliacci (probabilmente dovuto alle sue origini, già citate in precedenza). In questo capitolo indossa una nuova divisa da laboratorio bianca con stivali e guanti rossi.

Forma un'alleanza con il malvagio Ripto in Crash Bandicoot Fusion, con lo scopo di eliminare i loro nemici comuni reclutando perfino la nipote Nina, ma anche questo piano si rivela un fallimento.

Fa da co-protagonista in Crash Twinsanity dove, dopo essersi liberato dal ghiaccio, attira Crash con l'inganno ad una speciale "festa di compleanno" (che però, come egli conferma, è l'esatto opposto) dove, accompagnato da molti dei suoi scagnozzi, cerca ancora una volta di distruggere Crash: fallisce nonostante il supporto del Mecha Bandicoot, il nuovo mecha di N.Gin, e in seguito si vede costretto ad allearsi col suo arcinemico dopo il ritorno dalla decima dimensione di Victor e Moritz. Dopo aver recuperato abbastanza cristalli per attivare lo Psychetron (suo macchinario per il trasporto dimensionale), si vede costretto ancora una volta a reclutare Nina a causa di un guasto causato da Coco: a detta di Cortex, Nina è l'unica persona in grado di ripararlo. Nella Decima Dimensione assiste al rapimento della nipote ad opera di Evil Crash, per poi venire inseguito a sua volta; Assieme a Crash e Nina affronta e sconfigge i gemelli cattivi, ed una volta tornato a casa cerca di eliminare Crash spedendolo in qualche dimensione sconosciuta: tuttavia un guasto nel sistema teletrasporta Cortex all'interno del cervello di Crash, che circondato da infinite copie del bandicoot che eseguono il suo famoso balletto, lancia un grido di terrore. In questa versione Cortex perde la sua caratteristica postura un po' gobba e diventa un personaggio del tutto comico.

In Crash Tag Team Racing coinvolge la nipote nei suoi fallimentari tentativi di distruggere i bandicoot, progettando di trasformare il parco "Motor World" in una copertura per i suoi piani malefici: tuttavia vedendo i suoi piani sventati per l'ennesima volta, cerca di distruggere Crash con un jet spaziale armato di mitragliatrice: inutile dirlo, fallirà ancora.

Appare come personaggio giocabile in Crash Boom Bang!.

Come per tutti gli altri, riceve un discutibile re-design in Crash of the Titans: in questa versione risulta molto più proporzionato nelle dimensioni testa-corpo, le forme sono meno spigolose ed i capelli più corti. Rapisce Coco con l'intento di costringerla a costruire per lui lo Sterminatore, un gigantesco robot da guerra, ma Uka Uka (chiaramente stufo dei suoi continui fallimenti), dopo che Cortex perde contro Crash in uno scontro nel tempio, decide di rimpiazzarlo con la nipote Nina. Resta imprigionato fino alla fine del gioco, dove salva la nipote e si rivela fiero della sua perfidia.

In Crash: Mind Over Mutant appare come ultimo boss del gioco. Spedisce sua nipote Nina alla scuola pubblica del Male, dove si ricongiunge a suo fratello Neo Nitrus Brio che nel frattempo ha creato l'N.V, un dispositivo che trasforma chiunque lo indossi in una bestia feroce: Cortex intravede il potenziale di questo congegno e comincia a produrlo in massa. Dopo aver pubblicizzato tale congegno alla tv travestendosi, fa recapitare tale congegno ai bandicoot con lo scopo di renderli malvagi; In seguito imprigiona Uka Uka con lo scopo di usare la sua aura magica per alimentare gli N.V. Dopo la sconfitta di N.Brio, Cortex viene raggiunto da Crash a bordo della sua nuova stazione spaziale dove i due decidono di combattere da uomo a bandicoot mutante: tuttavia Cortex bara, assumendo una dose del mutagene di N.Brio e tramutandosi in una versione molto più grande e possente di sé stesso; viene sconfitto ancora una volta, e tramite una navicella di salvataggio riesce a fuggire prima che la stazione si schianti al suolo. Attualmente si è rifugiato nel suo covo principale.

Recupera le sue sembianze originali in Crash Bandicoot Nitro Kart 2, dove è un personaggio giocabile.

Altri giochi della serie[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Nei giochi Crash of the Titans e Crash il Domino dei Mutanti, Cortex ha la voce di Mago Forest.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dialogo tratto da una scena del videogioco.
  2. ^ Crash Bandicoot 1, manuale di gioco
videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi