Dove le canzoni si avverano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dove le canzoni si avverano
Artista Matia Bazar
Tipo album Studio
Pubblicazione 1993
Durata 34 min : 29 s
Dischi 1
Tracce 8
Genere Musica leggera
Pop
Etichetta DDD
Produttore Maurizio Bassi
Arrangiamenti Maurizio Bassi
Registrazione Studio La Busserla (Motta Visconti, MI), Excalibur (MI) e Logic (MI)
Formati LP, CD
Matia Bazar - cronologia
Album successivo
(1995)
Singoli
  1. Dedicato a te
    Pubblicato: 1993
  2. Svegli nella notte
    Pubblicato: 1993

Dove le canzoni si avverano è il tredicesimo album dei Matia Bazar, pubblicato dalla DDD su 33 giri e CD (catalogo 432 1 13560 2) nel 1993[1][2].

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Corriere della Sera disco piacevole[3]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

E' l'ultimo album con Carlo Marrale.

Album Piccoli Giganti

Nel 1995, una versione internazionale del CD con titolo Piccoli giganti[4] viene pubblicata in Germania dall'etichetta ZYX Music (catalogo 20347-2). Questa edizione inserisce come prima traccia, proprio il titolo presentato al Festival di Sanremo 1992 e, come aggiuntive, la cover di Con il nastro rosa e l'inedito "dance remix" ancora di Piccoli giganti[1].

I brani[modifica | modifica wikitesto]

  • Dedicato a te
    Presentato dal gruppo al Festival di Sanremo 1993, ottiene il quarto posto.
  • Svegli nella notte
    Brano con cui il gruppo partecipa al Festivalbar 1993 e alla seconda edizione del Canzoniere dell'estate, un varietà televisivo con gara canora, organizzato e trasmesso da RAI 1 in 5 puntate tra il 20 giugno e il 10 luglio 1993[5].
  • L'amore non finisce mai
    È una delle 16 canzoni che partecipano alla prima delle due edizioni del Festival Italiano, manifestazione musicale organizzata e trasmessa in diretta da Canale 5 dal 27 al 29 ottobre 1993.
    L'evento registra l'ultima partecipazione col gruppo del membro fondatore Carlo Marrale, che, dopo 18 anni, lascia definitivamente i Matia Bazar per dedicarsi alla carriera da solista.
  • Con il nastro rosa
    Presente solo nell'edizione internazionale del CD, il brano proviene dall'antologia tributo a Lucio Battisti intitolata Innocenti evasioni pubblicata dalla WEA nel 1993 (catalogo 4509 94586 2), che contiene 12 canzoni di Lucio interpretate da diversi artisti italiani; fra questi due soli gruppi: Litfiba e Matia Bazar[6]. Brano inciso dal gruppo come quartetto, senza Carlo Marrale.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Gli autori del testo precedono i compositori della musica da cui sono separati con un trattino[7].
Laura Valente firma con lo pseudonimo Lavalente.

Lato A
  1. Dedicato a te – 4:27 (Aldo StellitaMaurizio Bassi, Lavalente, Sergio Cossu)
  2. Chi vuol esser lieto sia – 4:29 (Giancarlo Golzi, Aldo Stellita – Sergio Cossu, Carlo Marrale)
  3. Tra i pini di mare – 4:15 (Aldo Stellita – Lavalente, Carlo Marrale)
  4. Soldi soldissimi – 4:08 (Aldo Stellita – Lavalente)
Lato B
  1. Dove le canzoni si avverano – 4:10 (Aldo Stellita – Lavalente, Sergio Cossu)
  2. Svegli nella notte – 5:05 (Aldo Stellita – Maurizio Bassi, Sergio Cossu, Carlo Marrale)
  3. L'amore non finisce mai – 3:50 (Aldo Stellita – Lavalente)
  4. Cercheremo (più di così così) – 4:05 (Giancarlo Golzi, Aldo Stellita – Lavalente, Carlo Marrale)

CD 1995 - Piccoli Giganti (Germania, ZYX 20347-2)[4]

  1. Piccoli giganti – 4:10 (Aldo StellitaLavalente, Sergio Cossu, Carlo Marrale)
Lato A dell'LP
Lato B dell'LP

Bonus track

  1. Con il nastro rosa – 5:23 (MogolLucio Battisti)
  2. Piccoli giganti (dance remix) – 5:07 (Aldo Stellita – Lavalente, Sergio Cossu, Carlo Marrale) – Inedito

Durata totale: 49:09

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Altri musicisti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Discografia album, Matia Bazar, sito ufficiale. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  2. ^ Matia Bazar: discografia album, Hit Parade Italia. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  3. ^ Mario Luzzatto Fegiz, La terza via esiste: si chiama Matia Bazar in archivio storico, Corriere della Sera, 17 aprile 1993, p. 28. URL consultato il 29 marzo 2014.
  4. ^ a b (EN) Piccoli giganti: scheda album, immagini copertine in Discogs, Zink Media, Inc. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  5. ^ Rai Teche, Storia Rai, Varietà 1993, RAI.it. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  6. ^ (EN) Artisti vari, Innocenti evasioni: scheda album, immagini copertine in Discogs, Zink Media, Inc. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  7. ^ Autori e compositori in Archivio Opere Musicali, SIAE.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica