Double-sideband suppressed-carrier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La double-sideband suppressed-carrier (in inglese letteralmente "doppia banda laterale - portante soppressa"), sigla DSB-SC, è uno dei sistemi utilizzati per trasmettere informazioni utilizzando un segnale a radiofrequenza. Viene creata mediante un circuito moltiplicatore.

Moltiplicando il segnale modulante per la portante si ottiene la seguente formula:

\ V(t)=A_msen(\omega_pt)*V_msen(\omega_mt)

la quale sviluppata con le formule di Werner da origine alla seguente espressione:

V(t)= \frac {V_mA_m}{2}*(cos[2\pi(f_p-f_m)t]-cos[2\pi(f_p+f_m)t])

Possiamo notare come non esista la portante e di come invece siano presenti le due bande laterali a frequenza rispettivamente f_p-f_m e  f_p+f_m . Il problema relativo allo spreco di potenza è parzialmente risolto poiché adesso la potenza impiegata serve a trasportare delle informazioni, ma le due bande trasportano lo stesso identico messaggio, ciò significa che possiamo risparmiare ulteriormente potenza ed è quello che succede nella modulazione a banda laterale singola (SSB).

Uno svantaggio della DSB-SC consiste nel fatto che il relativo segnale non può essere demodulato con un rilevatore di inviluppo, dato che l'inviluppo superiore sarà positivo anche quando il segnale modulante è negativo. Quindi per demodulare è necessario un demodulatore contenente un oscillatore locale che generi un segnale alla stessa frequenza e fase della portante (demodulazione coerente).