Dorothy Stang

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Dorothy Stang, conosciuta da tutti come Irmã Dorote (Dayton, 7 giugno 1931Anapu, 13 febbraio 2005), è stata una religiosa e missionaria statunitense naturalizzata brasiliana, appartenente alla congregazione delle Suore di Nostra Signora di Namur.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Faceva parte, dal 1948, delle Suore di Nostra Signora di Namur, congregazione fondata nel 1804 da santa Julie Billiart (1751-1816), proclamata Santa da Paolo VI il 22 giugno 1969 e Françoise Blin de Bourdon (1756-1838).

Nel 1956 ha emesso i voti perpetui.

Dal 1951 al 1966 è stata insegnante nelle seguenti scuole statunitensi: St. Victor School (Calumet City, Illinois), St. Alexander School (Villa Park, Illinois) e Most Holy Trinity School (Phoenix, Arizona).

È morta assassinata nel 2005 con sei colpi di pistola che le sono stati esplosi contro mentre si trovava nella città di Anapu, nello stato brasiliano del Parà.

Ministero in Brasile[modifica | modifica sorgente]

Nel 1966 arrivò in Brasile, iniziando il suo ministero pastorale nello Stato del Maranhão. Si è, inoltre, impegnata intensamente, nei movimenti sociali anche nello Stato del Parà, occupandosi contro il disboscamento dell'Amazzonia, sempre al fianco dei contadini e degli operai della Transamazzonica.

Impegno religioso e sociale[modifica | modifica sorgente]

Parteciperà attivamente ai lavori della CNBB, la Conferenza Nazionale dei vescovi Brasiliani e, soprattutto, alla Comissão Pastoral da Terra(CPT).

Ha dato grande aiuto nella fondazione della Scuola di Formazione di professori per la Trasamazzonica.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Nel 2004 è statA premiata dall' Ordine degli Avvocati in Brasile, nello Stato del Parà per la sua difesa dei diritti umani.

Nel 2005 ha ricevuto onorificenze per il libro-DVD Amazònia Revelada.

Citazioni[modifica | modifica sorgente]

Irmã Dorote ha lavorato per oltre vent'anni in Brasile battendosi per la difesa dell'ambiente e dei diritti dei lavoratori agricoli. Pochi giorni prima di essere barbaramente assassinata, disse:

« Não vou fugir e nem abandonar a luta desses agricultores
que estão desprotegidos no meio da floresta
Eles têm o sagrado direito a uma vida melhor
numa terra onde possam viver e produzir com dignidade sem devastar »
(Irmã Dorote)