Dorothy Percy, contessa di Northumberland

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto di Dorothy Devereux (a sinistra) e sua sorella Penelope Devereux, 1581.

Dorothy Devereux, contessa di Northumberland (15643 agosto 1619), è stata una nobildonna inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era la figlia di Walter Devereux, I conte di Essex, e di sua moglie, Lettice Knollys, una dama di compagnia della regina Elisabetta I d'Inghilterra. I suoi nonni paterni erano Sir Richard Devereux e Dorothy Hastings. I suoi nonni materni erano Sir Francis Knollys e Lady Catherine Carey, figlia di Maria Bolena, lei stessa sorella di Anna Bolena.

Nel settembre 1576, il padre di Dorothy morì a Dublino. Due anni dopo, la madre sposò in segreto, il favorito della regina Elisabetta, Robert Dudley, conte di Leicester, provocando così l'ira della regina, che la bandì da corte. Da questa unione nacque, nel 1581, un figlio Robert, barone Denbigh. Il ragazzo morì all'età di tre anni. Nel 1589, undici mesi dopo la morte di Leicester, sua madre sposò Sir Christopher Blount, che era più giovane di lei di tredici. Il 25 febbraio 1601 il fratello Robert fu decapitato presso la Torre di Londra per tradimento.

Matrimoni[modifica | modifica wikitesto]

Primo Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, nel luglio 1583 a Broxbourne, Sir Thomas Perrott, figlio di John Perrot. C'erano voci che sostenevano che John Perrot fosse il figlio illegittimo di Enrico VIII e dalla sua amante Mary Berkeley. Ebbero tre figlie:

  • Penelope Perrott, sposò in prime nozze William Lowrey, non ebbero figli, sposò in seconde nozze Sir Robert Naunton, ebbero una figlia;
  • Dorothy Perrott, sposò James Perrott di Wallingford, ebbero due figli;
  • Elizabeth Perrott;

Secondo Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1594 sposò Henry Percy, IX conte di Northumberland, ma il matrimonio non fu felice. Ebbero quattro figli:

Attraverso sua figlia Dorothy, è una antenata di Diana, principessa del Galles.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Morì il 3 agosto 1619.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]