Doratonotus megalepis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Doratonotus megalepis
Doratonotus megalepis - pone.0010676.g124.png
Doratonotus megalepis - pone.0010676.g112.png
esemplare giovanile e subadulto
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Labridae
Genere Doratonotus
Specie D. megalepis
Nomenclatura binomiale
Doratonotus megalepis
Günther, 1.862

Doratonotus megalepis Günther, 1862, unica specie del genere Doratonotus, è un pesce di acqua salata appartenente alla famiglia Labridae[2].

Habitat e Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Proviene dalle barriere coralline dell'oceano Atlantico; in particolare è stato localizzato nel Golfo del Messico[2], sulle coste del Brasile e degli Stati Uniti, in particolare della Florida, e da Sao Tomé[3]. Si trova nei luoghi ricchi di vegetazione acquatica, come le praterie di fanerogame marine, a profondità non troppo elevate[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Presenta un corpo compresso lateralmente, non particolarmente alto, con però una testa dal profilo allungato. Gli esemplari maschili sono più grossi, ma comunque non superano i 10 cm[3]. Le pinna caudale ha il bordo arrotondato, la pinna dorsale ha una forma frastagliata con i primi raggi più allungati. La livrea non è molto sgargiante, ma permette di distinguere i giovani dagli adulti, quindi essendo questo pesce ermafrodita i maschi dalle femmine, perché i primi hanno una colorazione più intensa[1]. La colorazione è prevalentemente marrone-verdastra, con funzione mimetica, e con una macchia violacea sull'opercolo.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie, grazie alla sua colorazione e alla forma del corpo, si mimetizza molto bene tra le alghe, quindi nonostante sia una specie comune viene difficilmente notata[3].

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

È un pesce oviparo ed ermafrodita, gli esemplari maschili sono più grandi delle femmine. Le uova vengono deposte tra metà maggio e agosto, e non ci sono cure né verso di esse né verso gli avannotti[1].

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è stata classificata come "a rischio minimo" (LC) dalla lista rossa IUCN perché è abbastanza comune anche se può essere minacciata dal deterioramento del suo habitat. In Brasile la sua pesca per l'acquariofilia è stata regolamentata[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Ferreira, B.P., Feitosa, C.V., Rocha, L. & Moura, R, Doratonotus megalepis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) Doratonotus megalepis in WoRMS 2014 (World Register of Marine Species).
  3. ^ a b c (EN) D. megalepis in FishBase. URL consultato il 10 novembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci