Donna invisibile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Donna invisibile (personaggio))
Donna invisibile
La Donna Invisibile, disegnata da Alan Davis
La Donna Invisibile, disegnata da Alan Davis
Universo Universo Marvel
Nome orig. Invisible Woman
Lingua orig. Inglese
Alter ego
  • Susan "Sue" Storm Richards
  • Ragazza invisibile
  • Malice
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. novembre 1961
1ª app. in Fantastic Four n. 1
Editore it. Giovanni Gandini Editore
app. it. giugno 1966
app. it. in Linus Estate (supplemento al n. 15 di Linus)
Interpretata da
Sesso Femmina
Abilità
  • Capacità di diventare invisibile
  • Capacità di creare campi di forza
  • Telecinesi (tramite campi di forza)
  • Esperta nel combattimento corpo a corpo
Parenti

La Donna invisibile (Invisible Woman), il cui vero nome è Susan "Sue" Storm Richards, è un personaggio dei fumetti creato da Stan Lee e Jack Kirby nel 1961, pubblicato dalla Marvel Comics.

È un membro dei Fantastici Quattro. Sorella di Johnny Storm (la Torcia Umana) e moglie di Reed Richards (Mister Fantastic) è capace di rendere il suo corpo e le cose che tocca invisibili e di creare campi di forza praticamente indistruttibili. È stata eletta Sovrana degli Ul-Uhari, popolo del mare.[1].

Il suo alter-ego è Malice.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Susan Storm è la figlia di Franklin Storm e di sua moglie Mary. Quando suo fratello Johnny aveva circa nove anni sua madre morì in un incidente d'auto e pochi anni dopo suo padre, un medico, fu arrestato per pratiche illegali. Johnny e Susan vissero quindi con una zia. Quando Susan aveva dodici anni, un giovane studente di nome Reed Richards affittò una stanza nella pensione di cui la zia di Susan era proprietaria e Susan si innamorò di lui nonostante la differenza d'età. Anni dopo in California, dove Susan voleva iniziare a recitare, i due si rincontrarono e tempo dopo si fidanzarono.

Susan e suo fratello seguirono Reed nel lancio dell'astronave sperimentale che aveva progettato. Il lancio fallì e la nave atterrò fuori New York. Durante il viaggio erano però stati esposti a delle radiazioni e una volta usciti dalla nave i quattro scoprirono che i cambiamenti genetici effettuati dalle radiazioni avevano dato ad ognuno di loro dei superpoteri. Richards convinse gli altri ad usare il loro potere per il bene dell'umanità come membri dei Fantastici Quattro. Susan prese il nome di Ragazza Invisibile.

In una delle prime missioni incontrò Namor che s'innamorò subito di lei; Sue, pur essendo attratta da lui, ha sempre continuato ad amare Reed, rimanendogli assolutamente fedele. I due hanno comunque un'amicizia speciale, e Namor è sempre pronto a correre in suo aiuto.

Nelle prime missioni Susan non ebbe un ruolo particolarmente attivo a causa del suo potere. Questo cambiò poco dopo, quando Susan scoprì di poter creare dei campi di forza invisibili, abilità che avrebbe sviluppato al massimo solo anni dopo.

Reed e Susan si sposarono e in seguito lei rimase incinta, venendo sostituita nel gruppo dall'inumana Crystal, la fidanzata di suo fratello Johnny. In seguito Susan e Reed decisero di lasciare il gruppo per dedicarsi maggiormente a loro figlio Franklin.

Negli anni Susan ha assunto un ruolo più attivo nel gruppo e lo ha anche guidato quando Reed era stato ritenuto morto in seguito ad una battaglia con il Dottor Destino.

Susan rimase incinta una seconda volta, ma a causa di alcuni complicazioni, perdette il bambino. I criminali Pycho-Man e Seminatore d'Odio sfruttarono questo periodo di stress psicologico per farle il lavaggio del cervello. Questa intrusione nella mente e nel potere di Susan fece uscire allo scoperto Malice, la parte più oscura e violenta della personalità della Donna invisibile. Interessante lo scontro che Malice ha con il resto del quartetto: uno dopo l'altro vengono abbattuti e vinti con una facilità disarmante. Mister Fantastic allontanatosi per riposare verrà aiutato da un provvidenziale Devil che con il suo "radar" farà capire a Reed di trovarsi di fronte sua moglie Susan. Dopo essersi liberata dal controllo mentale dei nemici, Susan decide di cambiare il suo nome in Donna Invisibile, per via degli enormi poteri sviluppati nel tempo e con l'esperienza acquisita. Negli anni Susan riuscirà a convivere con Malice ma non la eliminerà proprio perché parte di sé stessa. La liberazione di Malice ed il conseguente studio dei poteri di Susan derivanti dall'iperspazio (praticamente infiniti) fanno di lei uno dei più potenti supereroi Marvel.

Poco dopo il gruppo combatté insieme ai Vendicatori e agli X-Men contro Onslaught e fu creduto morto. Il gruppo fu trasportato in un universo parallelo creato da Franklin, dove i Fantastici Quattro rivissero le proprie vite con alcune vistose differenze. Un anno dopo tornarono nel proprio universo, risiedendo nel Molo Quattro di New York.

Durante uno scontro con il Dottor Destino, il Celestiale Dormiente mise il corpo di Richards nell'armatura di Destino. Per far sì che le truppe di Destino non si ribellassero sposò Susan nei panni di Destino e prese il suo posto come re di Latveria. A sua insaputa, l'armatura era stregata e lo costrinse a pensare come Destino, mettendo in moto un piano per la conquista del mondo. Susan fu contattata in sogno dal Dottor Destino ed i due strinsero un'alleanza. Gli sforzi congiunti di Destino e dei Fantastici Quattro riportarono così Reed alla normalità.

Poco tempo dopo, Reed e Susan ebbero un secondo figlio, una bellissima bambina che Sue riuscì a partorire grazie all'aiuto del Dottor Destino. In qualità di padrino Victor Von Doom sceglierà il suo nome: Valeria e per rango le accorderà Regale Protezione.

Vendicatori Divisi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Vendicatori Divisi.

Tempo dopo Sue venne rapita da un alieno che voleva usare il suo potere per sconfiggere Galactus. Dopo che Reed ebbe scambiato il suo potere con quello del fratello, diventato il suo nuovo araldo, assieme al marito e a Ben dovette salvarlo da Galactus.

Civil War[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Civil War (fumetto).

Durante la guerra civile tra supereroi, suo fratello Johnny viene aggredito da una folla arrabbiata contro i superumani (in seguito all'incidente di Stamford) e finisce in coma: Susan decide di registrarsi.

Tuttavia, vedendo come vengono trattati i ribelli alla registrazione e stanca di come Reed trascura la sua famiglia dedicandosi totalmente alla causa, comincia a nutrire dei dubbi, che la porteranno addirittura a cambiare fazione (lasciando il marito) quando il clone cyborg di Thor, costruito da Stark e da suo marito, uccide Golia nero/Bill Foster. Susan aiuta la fuga dei ribelli proteggendoli con un campo di forza e successivamente si unisce, assieme al fratello Johnny, ai ribelli guidati da Capitan America.

Nonostante la delusione provata per le scelte di Reed, i suoi sentimenti per lui non sono affatto cambiati, tant'è che durante la battaglia finale, alla vista di Reed ferito da un colpo sparato da Taskmaster (colpo destinato a lei che lui incassò al suo posto), reagisce furiosamente e lo colpisce con una violenza tale da fargli perdere i sensi.

Dopo la conclusione di Civil War, Reed e Sue decidono di abbandonare temporaneamente il gruppo per dedicarsi a rinsaldare il loro rapporto, facendosi sostituire da Pantera Nera e Tempesta[2].

World War Hulk[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi World War Hulk.

Quando Hulk ha attaccato il Baxter Building, Susan ha assistito impotente al massacro del marito da parte del Gigante Verde; durante il pestaggio, Sue tenta di farlo ragionare, dicendogli che non lo reputa un mostro, ma Hulk – senza fermarsi - si limita a rispondere «Ma lui sì.»[3].

Susan prova a difendere Reed con i suoi campi di forza ma Hulk è troppo forte e viene sconfitta, come il resto del gruppo. Dopo lo scontro, Sue chiama Sentry, esortandolo a intervenire poiché è necessario fermare Hulk prima che possa fare del male a dei civili, ma non ottiene risposta.

Secret Invasion[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Secret Invasion.

Prima dell'invasione della Terra da parte degli Skrull, Susan viene catturata e sostituita da Lyja, vecchia fiamma del fratello Johnny. Il suo posto nei Fantastici Quattro viene temporaneamente preso dalla figlia Valeria.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Susan può generare un campo di forza psichico che riflette la luce e perciò la rende invisibile, può farlo estendere per coprire oggetti o rendere invisibile altre persone (di solito usa questa capacità per fare "gioco di squadra" con gli altri Fantastici Quattro). Tuttavia l'invisibilità si applica soltanto alla luce visibile: visione termica o ai raggi x la rivelano. Tramite il meccanismo inverso ha anche sviluppato, nel corso degli anni, la capacità di far tornare visibili oggetti o esseri invisibili.

La Donna Invisibile può inoltre generare un campo di forza, ovvero una forma di energia tangibile che è praticamente indistruttibile, in grado di resistere anche a bombe gamma e alla potenza di personaggi come Thor. Tuttavia maggiore è la forza esercitata su tale campo, maggiore è lo sforzo che deve essere esercitato dalla mente di Susan per mantenerlo intatto: numerose volte, il feedback causato da impatti particolarmente violenti le ha causato sensazioni dolorose anche particolarmente acute, o addirittura la perdita dei sensi. Il campo esiste solo se lei è cosciente e se è in grado di concentrarsi a sufficienza, non è soggetto alla forza di gravità ma può essere attraversato dalle onde sonore. È stato ipotizzato che l'energia del campo provenga dall'iperspazio.

Susan può creare il campo di forza ovunque lei voglia, e modellarlo in ogni forma e dimensione, manipolandone anche la densità, in modo da renderlo più duro dell'acciaio oppure della stessa consistenza della schiuma (tecnica particolarmente utile per riuscire ad interrompere brusche cadute, venendo comodamente avvolta dal campo di forza senza schiantarvisi contro). Il campo può essere usato in tre modi principali:

  • Difensiva: Susan ha la capacità di circondarsi da un campo di forza, usandolo come scudo difendendosi a 360 gradi da qualsiasi tipo di attacco esterno, eccetto per i poteri che possono agire al loro interno. Può inoltre circondare qualsiasi cosa voglia, anche a distanza, con il suo campo, per poi muoverlo o, al contrario, immobilizzarlo.
  • Offensiva: può attaccare creando un campo all'interno di un corpo, espandendolo fino all'esplosione o viceversa, inglobare un corpo e comprimere il campo fino all'implosione del corpo, oppure provocare il soffocamento con un campo attorno alla testa o all'interno di un organo respiratorio; può anche causare l'esplosione interna di un organo vitale con l'espansione o la compressione di un campo. Può determinare il blocco della circolazione con un campo nelle vene e altro ancora. Un altro utilizzo offensivo è quello di scagliare contro l'avversario un campo, provocando un dirompente effetto simile a quello ottenibile tramite raggi di energia percussiva, provocando così la frantumazione del bersagli. Può inoltre usare i campi di forza per alzarsi in volo, ad esempio materializzando sotto di sé piattaforme fluttuanti e muovendosi tramite essa come un surfista.
  • Effettiva: può semplicemente diventare invisibile o far diventare invisibili i suoi alleati o oggetti per attuare delle strategie di gruppo.

L'unione di queste abilità la rendono il membro più potente dei Fantastici Quattro (seguito da suo fratello Johnny) e quello con maggiore vantaggio tattico. Susan ha un potenziale notevolmente elevato, e insieme a personaggi come Tempesta, Jean Grey e Rogue è una delle donne più potenti dell'Universo Marvel. Oltre ai poteri derivati dall'esposizione all'energia cosmica, Susan ha talvolta dimostrato una eccellente abilità nelle arti marziali, disciplina insegnatale direttamente da Danny Rand nel corso di regolari sessioni di allenamento.

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

House of M[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi House of M.

Quando il mondo venne riplasmato da Scarlet, nella nuova realtà Sue Storm era morta insieme con Reed.

Ultimate[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ultimate Fantastic Four.

Appare anche in Ultimate Fantastic Four. Come gli altri componenti del gruppo è molto più giovane della versione classica, da cui si differenzia per svariati motivi; oltre ad essere più giovane e più disinibita, non è orfana: suo padre, il professor Storm, è a capo di un istituto di ricerche che da opportunità a giovani ragazzi prodigio, di cui fa parte anche lei, essendo una scienziata esperta in biotecnologia dal Q.I. molto alto.

Marvel Zombies[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Marvel Zombies.

Susan viene costretta a uccidere She-Hulk zombiificata, la quale ha mangiato i suoi figli Franklin e Valeria. Per via di un esperimento di Reed sugli zombie, Sue viene zombificata e, assieme a Ben e Johnny, anch'essi zombificati per lo stesso esperimento, infetteranno Reed, rendendo anche lui uno zombie.

1602[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi 1602 (fumetto).

Assieme ai compagni è prigioniera nel castello del Dottor Destino. Viene poi liberata e assieme a Reed, Ben e Johnny si ribellerà a Destino. Contrariamente alla versione mainstream, questa versione di Susan Storm ha forti difficoltà nel mantenere la forma visibile, restando invisibile per tutta la serie primaria ed esercitandosi costantemente nel perfezionamento del proprio controllo negli spin-off successivi.

MC2[modifica | modifica wikitesto]

Nell'Universo Parallelo MC2 Susan Storm, gravemente inferma, viene curata da suo marito Reed Richards nella Zona Negativa. Non potendo spostarla per riportarla nell'universo primario, Reed Richards utilizza un robot, "Big Brain", per consentirgli di aiutare il resto dei Fantastici Quattro (ora "Fantastici Cinque") in telepresenza, simulando di aver avuto egli stesso un incidente e di aver dovuto trasferire il suo cervello nel robot. Alla fine Susan Storm riesce a guarire completamente, e Reed Richards, svelata la finzione, la riconduce all'affetto di suo figlio Franklin e di suo fratello Johnny. Comunque, la loro riunione viene brutalmente interrotta quando Reed Richards, nel tentativo di bandire la mente del Dottor Destino nel mistico Crocevia dell'Infinito, finisce in coma irreversibile. A questo punto le parti si invertono, e Susan Storm nuovamente si separa dai suoi cari per restare in Latveria a prendersi cura del marito ospedalizzato e non più autosufficiente.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cartoni Animati[modifica | modifica wikitesto]

La Donna Invisibile apparve in tutte le serie a cartoni animati dedicate al quartetto:

Inoltre è apparsa anche in Spider-Man: The Animated Series e in Marvel Super Hero Squad.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Marvel: La Grande Alleanza, Marvel: La Grande Alleanza 2 e I Fantastici 4 (videogioco).

La Donna Invisibile è stata protagonista di numerosi videogiochi: Fantastic Four (1997), I Fantastici 4 (2005) e I Fantastici 4 & Silver Surfer (2007).

Il personaggio è apparso anche nel videogioco Spider-Man: The Animated Series (1995).

La Donna Invisibile è inoltre giocabile anche in Marvel: La Grande Alleanza, Marvel: La Grande Alleanza 2 e Marvel Super Hero Squad.

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fantastic Four n. 587, marzo 2011.
  2. ^ Fantastic Four n. 543, gennaio 2007.
  3. ^ World War Hulk n. 2, settembre 2007; prima ed. it. Marvel Miniserie n. 89 – World War Hulk 2, Panini Comics, maggio 2008.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics