Donald Watson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Donald Watson (Mexborough, 2 settembre 1910Keswick, 16 novembre 2005) è stato un attivista inglese, pioniere del veganismo.

Vegetariano sin dal 1924, si dichiarò obiettore di coscienza durante la seconda guerra mondiale.[1]

Il 1º novembre 1944 fondò assieme a Elsie Shrigley la Vegan Society, dopo che la Vegetarian Society non aveva accettato la proposta – dettata, secondo i sostenitori, dalla necessità di non collaborare allo sfruttamento delle mucche e all'uccisione dei vitelli – di escludere i latticini dai prodotti considerati vegetariani. Il termine «vegan» fu coniato, sempre assieme a Elsie Shrigley, prendendo le prime e le ultime lettere della parola «vegetarian».[2]

Watson scrisse i testi di The Vegan News, una rivista in cui furono spiegate le ragioni della scissione; lo scritto si concludeva con un motteggio satirico: "Dammi da bere un whisky, ho sete". "Dovresti bere latte, il latte fa buon sangue". "Ma io non sono assetato di sangue".[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b L. Guadagnucci, op. cit., pp. 31-32.
  2. ^ L. Guadagnucci, op. cit., pp. 30-31.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]