Don Carlos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altre voci con lo stesso titolo, vedi Don Carlos (disambigua).
Don Carlos
Ritratto di Alonso Sánchez Coello, 1564.
Ritratto di Alonso Sánchez Coello, 1564.
Principe delle Asturie e Portogallo
Nascita Valladolid, Spagna, 8 luglio 1545
Morte Madrid, Spagna, 24 luglio 1568
Luogo di sepoltura El Escorial
Dinastia Casato d'Asburgo
Padre Filippo II di Spagna
Madre Maria Emanuela, Principessa di Portogallo
Monarchia spagnola
Casa d'Asburgo
Royal Coat of Arms of Spain (1580-1668).svg

Carlo I
Filippo II
Filippo III
Filippo IV
Figli
Carlo II

Don Carlos, principe delle Asturie (Valladolid, 8 luglio 1545Madrid, 24 luglio 1568), era il figlio di Filippo II di Spagna e di Maria Emanuela d'Aviz.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Fin da piccolo Don Carlos rivelò segni di un possibile squilibrio mentale. A 9 anni torturava e aggrediva le compagne di gioco, spesso senza motivo. Una volta stava per buttare dalla finestra il suo confessore e questi si salvò soltanto perché la servitù intervenne in tempo. Il padre, a differenza da quanto descritto dalle opere di fantasia su Don Carlos, era molto indulgente con il figlio e lo perdonava sempre. Nel 1567 ordì una congiura contro il padre e per questo fu imprigionato. Morì nel 1568, a 23 anni. Nelle opere di fantasia dedicate alla sua figura si afferma, senza fondamento storico, che venne ucciso da Filippo II per aver commesso adulterio con la matrigna Elisabetta di Valois.

Teatro[modifica | modifica sorgente]

Vittorio Alfieri rappresentò la storia di Don Carlos nella tragedia Filippo del 1775. Friedrich Schiller ha trattato la vicenda del personaggio nella tragedia storica Don Carlos, Infant von Spanien, completato nel 1787. Dal lavoro di Schiller deriva l'opera di Giuseppe Verdi (Don Carlos), rappresentata per la prima volta a Parigi nel 1867.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Geoffrey Parker, Un solo re, un solo impero. Filippo II di Spagna, Bologna, il Mulino, 2005. ISBN 978-88-15-10497-7

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 42628982 LCCN: n82228736