Don't Stand So Close to Me

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Don't Stand So Close to Me
Artista The Police
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1980
Durata 4 min : 03 s
Album di provenienza Zenyatta Mondatta
Genere New wave
Etichetta A&M Records
Produttore Stewart Copeland
Sting
Andy Summers
Formati Vinile, 7"
The Police - cronologia
Singolo precedente
(1979)
Singolo successivo
(1980)

Don't Stand So Close to Me è il primo singolo del estratto da Zenyatta Mondatta, il terzo album del gruppo musicale britannico The Police. Per questa canzone, il gruppo vinse un Grammy Award nel 1982 come miglior performance rock di un duo o un gruppo. La canzone fu pubblicata nuovamente nel 1986 come Don't Stand So Close to Me '86.

La storia[modifica | modifica wikitesto]

La canzone parla dell'infatuazione di una studentessa per il suo insegnante, e dell'inquietudine di quest'ultimo riguardo alla situazione. Il testo descrive i sentimenti contrastanti di lui, da un lato la lussuria, dall'altro la sensazione di molestare la ragazza, mentre le dicerie alle sue spalle si diffondono ("strong words in the staff room; the accusations fly"). Da qui deriva il titolo, con un chiaro rimando alla prossemica.

Similarmente ad un'altra canzone dei Police, Every Breath You Take, Don't Stand So Close to Me può essere considerata un esempio di "canzone paranoia" a causa della situazione dell'insegnante, che cerca di evitare le tentazioni della ragazza che lo brama. I testi e le musiche sono state scritte da Sting, che precedentemente aveva lavorato come insegnante di inglese. In un'intervista per il DVD ...All This Time, nel 2001, Sting ha negato riferimenti autobiografici nella canzone.

Il verso "Just like the old man in that book by Nabokov" (Proprio come il vecchio in quel libro di Nabokov) si riferisce ovviamente al famoso romanzo Lolita che affronta tematiche similari.

La controversia con i Dire Straits[modifica | modifica wikitesto]

Mentre si trovava a Montserrat, a Sting venne chiesto di eseguire dei cori su Money for Nothing dei Dire Straits; eseguì quindi il verso "I want my MTV" con richiamo alla melodia di "Don't Stand So Close to Me"; quando la storia venne resa pubblica, i legali della casa discografica di Sting premettero perché il suo nome fosse inserito tra gli autori della canzone (con grande imbarazzo dello stesso Sting).[1]

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Il ritornello della canzone è presente in un episodio della prima stagione di Friends, La cena del ringraziamento. Joey accetta un lavoro in quella che gli era sembrato essere una campagna per una serie di manifesti riguardanti la salute pubblica, che però si rivela essere una campagna contro le malattie veneree, nella quale lui è ritratto come affetto da una malattia a trasmissione sessuale. In una scena, si vedono gli attacchini che posizionano i manifesti mentre risuona la canzone.[2]
  • Nell'episodio Mars contro Mars della serie Veronica Mars, un gruppo di ragazze molesta una compagna (che, secondo voci, aveva avuto un affaire con un'insegnante) cantandogli la canzone durante l'intervallo.
  • Un riferimento alla canzone è presente nel brano Scandalous Scholastics dei Gym Class Heroes: la canzone parla di uno studente che ha una relazione con la sua insegnante: "This isn't how it was supposed to be, reminiscent of Don't Stand So Close to Me" (Non è così che doveva andare, ricordandomi di "Don't Stand So Close to Me").
  • In una puntata della sedicesima stagione de I Simpson, Parenti serpenti, fratelli coltelli, la canzone è utilizzata per riprendere l'argomento della puntata (in cui Lisa riesce ad ottenere dal tribunale che Bart sia obbligato a stare ad una distanza di almeno 20 piedi da lei).
  • La canzone è presente in un episodio della serie americana Clueless, in cui la protagonista ha una cotta per il nuovo insegnante, presente solo in quell'episodio perché è un supplente.
  • In un episodio della serie Glee il professor Schuester compie un mashup con questa canzone e "Young girl" per allontanare da se le attenzioni di una sua studentessa.

Il singolo del 1980[modifica | modifica wikitesto]

Il singolo contenente la canzone arrivò al n. 1 in classifica nel Regno Unito; fu altresì il singolo che segnò l'inizio del successo dei Police negli Stati Uniti, arrivando nella top 10 della classifica di Billboard. Alla fine del 1980, il singolo fu accreditato come il maggior successo dell'anno nel Regno Unito.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Don't Stand So Close to Me - 4:03
  2. Friends - 3:37

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

La riedizione dell'86[modifica | modifica wikitesto]

Don't Stand So Close to Me '86
Artista The Police
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1986
Durata 4 min : 03 s
Album di provenienza Every Breath You Take: The Singles
Genere New wave
Etichetta A&M Records
Produttore Stewart Copeland
Sting
Andy Summers
Formati Vinile, 7", CD Singolo
The Police - cronologia
Singolo precedente
(1984)
Singolo successivo
(1995)

La canzone fu ripubblicata nel 1986 con un ritornello più lento, e la versione fu pubblicata come "Don't Stand So Close to Me '86" nell'album Every Breath You Take: the Singles.

È stato apportato un lieve cambiamento nel testo: al verso Just like the old man in that book by Nabokov è stata aggiunta la parola famous (in that famous book..).

Ne è stato prodotto un nuovo video, notevole per l'uso di computer grafica. È stato anche uno dei primi CD singoli mai prodotti.

Il gruppo era già sciolto quando l'edizione del 1986 ha visto la luce; per questo è da considerarsi la registrazione più recente dei Police fino al giorno d'oggi.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

7"[modifica | modifica wikitesto]

  1. Don't Stand So Close To Me '86 - 4:47
  2. Don't Stand So Close To Me (Live) - 3:40

12"[modifica | modifica wikitesto]

  1. Don't Stand So Close To Me '86 (Dance Mix) - 6:32
  2. Don't Stand So Close To Me '86 - 4:47
  3. Don't Stand So Close To Me (Versione originale) - 4:03
  4. Don't Stand So Close To Me (Live) - 3:40

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Police FAQ at StingEtc.com
  2. ^ Friends, stagione 1, episodio 9, La cena del ringraziamento - la trama dell'episodio
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock