Domenico Russo (pittore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Domenico Russo (Nicotera, 1831Nicotera, 1907) è stato un pittore, commediografo, attore e politico italiano.

Studiò all'accademia di belle Arti sotto il Mancinelli, il Guerra ed il Morelli. Fece ritorno in patria nel 1854 nonostante le sollecitazioni degli amici e degli insegnanti a restare a Napoli per motivi prettamente familiari. Qui operò moltissimo, specialmente nel campo della ritrattistica e della decorazione delle chiese non solo di Nicotera ma anche di Mileto e Tropea. Della sua vasta produzione artistica le sue opere principali si trovano a Nicotera nella chiesa del Rosario (catino absidale col Coro delle vergini, la Madonna di sette veli con san Domenico e santa Caterina da Siena - sulla cupola un insieme di angeli a figura intera - sui pinnacoli i quattro evangelisti - lateralmente il roveto ardente - la scala di Giacobbe e Sisra che uccide Jaele); nella chiesa parrocchiale di Nicotera Marina (intero catino absidale, cupola, volta e pinnacoli), interamente "affrescata" dal suo genio pittorico. Nella locale Pinacoteca Vescovile provinciale è dato ammirare una vasta rassegna di ritratti ad olio raffiguranti soggetti sacri, personaggi illustri della città ed alcuni vescovi di Nicotera. Mori a Nicotera nel 1907. È sepolto nel cimitero della sua Città natale.

(Cfr. Natale Pagano, Domenico Russo e la sua vasta produzione artistica a Nicotera - in corso di pubblicazione- idem , Un grande figlio di Calabria sconosciuto: Domenico Russo in Cronaca di Calabria n.4 del 24-1-1971.)