Domenico Mondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Domenico Mondo (Capodrise, 12 maggio 1723[1]Napoli, 10 gennaio 1806[2]) è stato un artista italiano.

Figlio di Marco Mondo[3], fu allievo di Francesco Solimena[4], nel luogo di nascita visse fino al 1789, anno in cui fui nominato direttore dell' Accademia Napoletana del Disegno, su offerta di Fernando IV[5], fino al 1805[6]. Realizzò alcuni lavori alla Reggia di Caserta, nel 1785 ed altri in alcune chiese della provincia. Dopo il rifiuto di Fernando IV ad invitarlo come suo pittore, egli scrisse due sonetti. Mondo lavorò principalmente tra Napoli e Caserta, con lo stile barocco napoletano. Molti suoi lavori furono ritrovati in privati e in alcune chiese.[5] Gli è stato dedicato un palazzo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Domenico Mondo su paparoedizioni.it
  2. ^ Repertorio di Libri e Pubblicazioni su adamoli.org
  3. ^ Domenico Mondo su capodrise.net
  4. ^ Casa museo di Domenico Mondo, Capodrise su fondoambiente.it
  5. ^ a b Domenico Mondo, la sua arte, le sue vicende, il suo palazzo su neoborbonici.it
  6. ^ Domenico Mondo su treccani.it