Domenica in

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Domenica In)
Domenica in
Logo del programma Domenica in
Anno 1976-in corso
Genere Intrattenimento
Attualità
Durata 360 min (1976-2009)
290 min (2009-in corso)
Ideatore Corrado
Produttore Vari
Presentatore Massimo Giletti, Mara Venier
Regia Giovanni Caccamo, Simonetta Tavanti
Rete Rai 1

Rai HD (stagione 2012 - 2013) solo la puntata dedicata al Festival di Sanremo 2013

(stagione 2013 - 2014 -) nelle zone coperte dal mux RAI-5 (tutte le puntate)

Sito web www.domenicain.rai.it

Domenica in è un programma televisivo italiano di intrattenimento in onda su Rai 1 dal 1976. Dal 2013 va in onda anche su Rai HD nelle zone d'Italia coperte dal mux RAI-5.

Il programma[modifica | modifica sorgente]

La trasmissione nacque il 3 ottobre 1976, quando un programma-fiume in Italia non era ancora mai stato prodotto; la nascita del programma era dovuta all'austerity voluta in quegli anni dal governo italiano per via dei grandi rincari petroliferi decisi dai paesi arabi negli anni settanta: infatti, dopo il boom economico, tra le famiglie italiane, era diventata un'abitudine quella di fare, di domenica pomeriggio, delle scampagnate e/o gite fuori porta con l'automobile (che comportava quindi una maggiore importazione di petrolio); fu quindi incaricata la RAI di creare un programma che convincesse la gente a passare i pomeriggi domenicali in casa invece che di uscire prendendo l'automobile (e consumare dunque carburante); fu così che la tv pubblica ideò questa trasmissione che copriva l'intera fascia pomeridiana della domenica durando per ben sei ore; fu una novità assoluta nel panorama televisivo italiano dove tutte le trasmissioni televisive di qualsiasi genere, sia di prima e seconda serata che del cosiddetto day-time, fino ad allora non superavano mai i sessanta minuti di durata.

Per ideare e condurre la trasmissione fu scritturato uno dei personaggi di punta della RAI, Corrado.

Il varietà andava in onda in diretta sulla Rete 1, per sei ore consecutive, inframmezzate dalla programmazione della rete e cioè da vari telefilm, lo spazio della Lotteria Italia (Chi? nel 1976 e Secondo voi nel 1977 condotti da Pippo Baudo ed Io e la Befana nel 1978 condotto da Sandra Mondaini e Raimondo Vianello), un programma musicale rivolto ai giovani (Discoring), eventi sportivi come il secondo tempo della partita di calcio più importante della giornata (realizzato in collaborazione con la redazione sportiva del TG1 che curava anche la rubrica 90º minuto che riepilogava tutti i gol della giornata calcistica ed era condotta dal giornalista sportivo Paolo Valenti).

Fu Corrado a inventare il titolo Domenica in, dopo varie riunioni con gli altri autori, proponendo di modificare l'iniziale Domenica insieme troncando la preposizione in.... Così, già a partire dal titolo il programma consentiva la possibilità di aggiunte creative; inoltre, come dichiarò in un'intervista a un quotidiano, un gioco linguistico permetteva di leggere in come contrario di out, ed evocava varie ed eventuali sfumature di significato (in... poteva significare sia a casa, sia Domenica di un certo tipo, che fa tendenza, ecc.). Come disse Franca Valeri nell'ultima puntata della terza edizione (l'ultima presentata da Corrado), venne a crearsi uno stile, il domenicainismo, che teneva inchiodati gli spettatori per un cospicuo numero di ore al video, cosa mai avvenuta prima. Si trattò di una novità e di un fenomeno, che ha segnato la storia della televisione. Il fortunato titolo è stato ripreso da altri programmi di altre reti (Domenica in concerto, Parlamento in, ad esempio).

L'avvicendamento nella conduzione fu causato da un disaccordo fra Corrado e Paolo Grassi, presidente della RAI, nella gestione di alcune puntate. Questo significò tuttavia la fortuna del subentrato Pippo Baudo, che seppe far fruttare al meglio il proprio apporto, continuando sulla scia del predecessore ma apportando nel corso degli anni molte novità, specialmente nell'introduzione di maggiori appuntamenti, che dopo sette anni riuscirono a ridurre la programmazione della rete all'interno del contenitore.

Alla fine degli anni ottanta, Domenica in divenne un varietà come gli altri, eccettuata la lunghezza (anche se ogni programma, anche serale, aveva allungato notevolmente la propria durata oraria rispetto al decennio precedente), diviso in due parti: pomeridiana e preserale inframezzate da 90º minuto.

A partire dalla metà degli anni ottanta poi era iniziata anche la contro-programmazione di Canale 5 al contenitore di Rai 1 prima con Buona Domenica dal 1985 al 1988 (nella stagione 1987-1988 con il titolo La giostra) e dal 1991 al 2008 poi con Questa domenica nella stagione 2008-2009, dal 2009 al 2012 con Domenica Cinque e dal 2012 con Domenica Live. In precedenza il programma aveva avuto, negli anni settanta e nei primi anni ottanta, la concorrenza interna de L'altra domenica e di Blitz in onda sulla seconda rete e di Carissimi, la nebbia agli irti colli in onda sulla terza rete.

La prima conduttrice donna del contenitore è stata Raffaella Carrà nella stagione 1986-87, mentre la presenza femminile che ha condotto più edizioni dello storico contenitore domenicale è stata Mara Venier, che ha condotto il programma in tre periodi: nella metà degli anni novanta (quattro edizioni), nei primi anni 2000 (tre edizioni) e dal 2013; la Venier è stata soprannominata per questo la signora della domenica.

Dal 1987 al 1991 il programma fu diretto dal regista Gianni Boncompagni (già conduttore di Discoring) che modificò la scenografia (che divenne una terrazza affacciata sul mare), introdusse il gioco telefonico del Cruciverbone (poi riproposto negli anni in varie altre trasmissioni televisive italiane) e soprattutto introdusse un gruppo di cento ragazze che fungevano contemporaneamente sia da pubblico che da soubrette del programma (tale formula sarà poi ripresa da Boncompagni nella trasmissione Non è la Rai). Conduttori delle edizioni targate Boncompagni sono stati: Lino Banfi e Toto Cutugno (1987-88), Marisa Laurito (1988-89), Edwige Fenech e Pupo (1989-90) e Gigi Sabani e Simona Tagli (1990-91).

Nella stagione 1992-1993, condotta da Toto Cutugno ed Alba Parietti, il programma invece che da Roma venne realizzato dal Centro di produzione Rai di Napoli.

Altri conduttori del contenitore tra la fine degli anni novanta e la prima metà degli anni duemila sono stati: Fabrizio Frizzi, Giancarlo Magalli, Tullio Solenghi, Amadeus, Iva Zanicchi, Carlo Conti, Antonella Clerici, Paolo Bonolis e Paolo Limiti.

Dall'autunno 2005 la trasmissione è affidata a tre stili diversi di conduzione (in realtà sono tre trasmissioni differenti unite solo dal titolo Domenica in... con una desinenza diversa per ogni spazio), in tre fasce orarie: primo pomeriggio, secondo pomeriggio, preserale. A condurre questi differenti segmenti si sono susseguiti tra gli altri: Mara Venier e Pippo Baudo (già storici conduttori del contenitore), Massimo Giletti (presente dal 2005 con lo spazio L'Arena), Luisa Corna, Lorena Bianchetti, Sonia Grey, Luca Giurato e Lorella Cuccarini.

A partire dall'autunno 2009 Domenica in viene accorciata di un'ora e dieci minuti (non termina più alle 20:00 ma alle 18:50); l'ultima parte del pomeriggio domenicale viene lasciata al quiz L'eredità condotto da Carlo Conti d'ora in poi in onda anche di domenica.

Nell'edizione 2009-2010 le fasce si restringono a due (pomeriggio e preserale), nel 2010-2011 diventano di nuovo tre per poi tornare ad essere due nella stagione 2011-2012.

L'edizione 2010-2011 è segnata dall'arrivo di Lorella Cuccarini alla conduzione.

Più dettagliatamente il primo segmento è stato occupato da Massimo Giletti con la confermatissima Domenica in... L'arena, il secondo segmento, dalla durata di soli 20 minuti, è stato denominato Domenica in... Amori ed è stato condotto da Sonia Grey con la partecipazione di Luca Giurato, infine il terzo segmento, dedicato totalmente allo spettacolo e all'intrattenimento, è stato condotto appunto dalla Cuccarini con il nome di Domenica in... Onda.

Nelle edizioni successive, a causa di ascolti non soddisfacenti a fronte di alti costi di produzione, la trasmissione Domenica in... Onda non è confermata ed è sostituita da Così è la vita, spin-off domenicale de La vita in diretta.

Quindi, nelle edizioni 2011-2012 e 2012-2013 conduttori del contenitore sono stati Massimo Giletti nella prima parte intitolata Domenica in... L'Arena e Lorella Cuccarini nella seconda parte intitolata Domenica in... Così è la vita; la prima parte condotta da Giletti tratta argomenti di attualità politica e di fatti di cronaca mentre nella seconda parte del programma condotta dalla Cuccarini si trattano tematiche di costume, si raccontano storie di persone comuni che hanno vissuto una particolare situazione con l'ausilio di mini-fiction ed infine di spettacolo con interviste a famosi personaggi del cinema, della musica e della televisione.

L'edizione 2013-2014 vede il ritorno alla conduzione di Mara Venier che è alla guida del secondo segmento del programma. Il segmento della Venier nelle prime quattro puntate, ripercorreva, assieme ai protagonisti, la storia dei sessant'anni della RAI ed era incentrato interamente sull'intrattenimento tanto che era anche stata reintrodotta, dopo due anni di assenza, l'orchestra in studio. Successivamente si è verificato un cambio di formula che, per molti aspetti, ricorda il precedente Così è la vita. In questa edizione il nome del secondo segmento non assume una desinenza specifica ma s'intitola semplicemente Domenica In.

Il primo segmento, L'Arena, festeggia invece i suoi primi dieci anni di trasmissione. Massimo Giletti raggiunge in questa stagione il record di conduzioni consecutive della domenica pomeriggio di Rai 1.

La 38ª edizione è trasmessa integralmente in alta definizione sul canale Rai HD visibile sul mux 5 RAI nelle zone coperte dal servizio.

Domenica in, come da tradizione, inizia la sua stagione la prima domenica di ottobre e la conclude nella prima domenica di maggio; negli anni settanta e nei primi anni ottanta si concludeva la terza domenica di giugno, nella metà degli anni ottanta fino ai primi anni novanta la trasmissione iniziava a metà settembre e terminava l'ultima domenica di aprile. Solo nella stagione 2011-2012 la trasmissione è partita nella seconda domenica di ottobre a causa di alcuni ritardi tecnici ed è terminata nella ultima domenica di maggio. La 38ª edizione è invece iniziata il 29 settembre 2013 e si conclude il 1º giugno 2014.

Dal 1995, nella domenica successiva alla finale del Festival di Sanremo, il programma va in onda dal Teatro Ariston della città ligure ed è completamente dedicato alla kermesse canora appena conclusa con commenti ed interviste ai cantanti che vi hanno partecipato che si riesibiscono con le canzoni con le quali hanno gareggiato; solo in questa puntata speciale il programma va in onda per sei ore anche dopo la stagione 2009-2010.

Conduzione[modifica | modifica sorgente]

Edizione Stagione Conduzione Co-conduzione
1 1976-1977 Corrado Dora Moroni e Alexander
2 1977-1978 Dora Moroni, Isabella Goldman e Patrizia Giugno
3 1978-1979 Fiammetta Flamini, Marina Perzy e Donatella Bianchi
4 1979-1980 Pippo Baudo Sandra Mondaini, Edy Angelillo
5 1980-1981 Giucas Casella, Ramona Dell'Abate, Barbara d'Urso, Beppe Grillo, Memo Remigi e Gigi Sabani
6 1981-1982 Marcella Bella e Alessandra Mussolini
7 1982-1983
8 1983-1984
9 1984-1985
10 1985-1986 Mino Damato Elisabetta Gardini, Gina Lollobrigida e il Trio Solenghi-Marchesini-Lopez
11 1986-1987 Raffaella Carrà
12 1987-1988 Lino Banfi Toto Cutugno, Paulo Roberto Falcao e Patrizio Vicedomini
13 1988-1989 Marisa Laurito Roberto D'Agostino, Benedicta Boccoli, Brigitta Boccoli, Lisa Russo, Sandro Mayer, Paolo Occhipinti, Arianna Ciampoli e Stefania Del Prete
14 1989-1990 Edwige Fenech Pupo, Maurizio Ferrini, Benedicta Boccoli, Brigitta Boccoli
15 1990-1991 Gigi Sabani Simona Tagli, Ricchi e Poveri, Mario Marenco, Benedicta Boccoli, Brigitta Boccoli, Carmen Russo, Elisa Satta, Le compilation, Paolo Villaggio, Bruno Vespa, Sandro Mayer e Topesio
16 1991-1992 Pippo Baudo Raffaella Bergé, Nino Frassica, Simona Ventura, Lolita Morena e Ilaria Moscato
17 1992-1993 Toto Cutugno e Alba Parietti Jocelyn, Ugo Gregoretti, Giorgio Calabrese e Guglielmo Zucconi
18 1993-1994 Luca Giurato e Mara Venier Francesca Alotta, Fiordaliso, Monica Vitti e Antonio Mazzi
19 1994-1995 Mara Venier Antonio Mazzi, Stefano Masciarelli, Giucas Casella, Giampiero Galeazzi, Irene Fargo e Massimo Modugno
20 1995-1996 Antonio Mazzi, Andrea Roncato, Giampiero Galeazzi, Giucas Casella, Orietta Berti, Jimmy Fontana, Gruppo Arciliuto, Francesco Boccia, Antonella Bucci, Manuel Cucaro e Ilaria Giaroni
21 1996-1997 Andrea Roncato, Giampiero Galeazzi, Nilla Pizzi, Wilma Goich, Emanuela Aureli, Jimmy Fontana, Antonio Mazzi, Gianni Mazza, Betty Curtis, Rosanna Fratello e i Ragazzi Italiani
22 1997-1998 Fabrizio Frizzi Antonella Clerici, Donatella Raffai, Giampiero Galeazzi, Luisa Corna, Mara Carfagna, Emanuela Aureli, Manlio Dovì, Padma Lakshmi, Gianni Mazza ed i Sei come sei
23 1998-1999 Giancarlo Magalli e Tullio Solenghi Anna Falchi, Elisabetta Ferracini, Lorenza Mario, Giampiero Galeazzi e per le prime quattro puntate Valeria Mazza
24 1999-2000 Amadeus Romina Mondello in seguito sostituita da Adriana Sklenarikova e Natalie Kriz
25 2000-2001 Carlo Conti e Iva Zanicchi Matilde Brandi, Rosita Celentano, Barbara Chiappini, Paolo Brosio, Paolo Fox, Sabrina Marinangeli
26 2001-2002 Carlo Conti, Antonella Clerici, Mara Venier, Ela Weber Fabrizio Del Noce, Gianfranco Vissani, Paolo Brosio, Sabrina Marinangeli
27 2002-2003 Mara Venier Paolo Villaggio, Giampiero Galeazzi, Gabriella Germani, Andrea Roncato, Silvana Pampanini, Moira Orfei, Renato Balestra, Giucas Casella
28 2003-2004 Paolo Bonolis Giancarlo Magalli, Claudio Lippi, Heather Parisi, Franco Oppini, Mirka Viola, Daniele Piombi, Patrizia De Blanck, Alessandro Paci, Mariolina Simone, Simona Samarelli, Dan Peterson, Jennifer Driver, Domenico Mazzullo
29 2004-2005 Mara Venier Paolo Limiti, Massimo Giletti
30 2005-2006 Mara Venier, Massimo Giletti e Pippo Baudo
31 2006-2007 Massimo Giletti, Lorena Bianchetti e Pippo Baudo
32 2007-2008
33 2008-2009
34 2009-2010 Massimo Giletti e Pippo Baudo
35 2010-2011 Massimo Giletti, Sonia Grey e Lorella Cuccarini
36 2011-2012 Massimo Giletti e Lorella Cuccarini
37 2012-2013
38 2013-2014 Massimo Giletti e Mara Venier

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

1ª edizione: 1976-1977[modifica | modifica sorgente]

Dal 3 ottobre al 12 giugno
Un programma di Corima, Stefano Jurgens, Riccardo Mantoni, Giulio Perretta, Franco Torti
Conduce: Corrado
con Dora Moroni e Alexander
Direzione musicale: Nello Ciangherotti.
Lotteria Italia: Chi? condotto da Pippo Baudo ed Elisabetta Virgili
Notizie sportive con Paolo Valenti.
Regia: Lino Procacci

Sigle di chiusura: In confidenza cantata da Corrado (ottobre-febbraio)
Ma, se cantata da Dora Moroni (marzo-giugno)

Il conduttore apriva il programma ogni settimana scrivendo su una lavagna Domenica in... ed aggiungendo una parola chiave che riassumesse la settimana televisiva, politica, musicale, sportiva, ecc. La trasmissione, nel suo primo anno, non ha dunque una sigla iniziale dando impressione di collegarsi naturalmente in un simbolico flusso continuo ai programmi precedenti della rete.

Nel programma trovano spazio attori del cinema e del teatro, questi ultimi proponevano brani tratti dalle commedie o dagli spettacoli che portavano in giro per l'Italia, spazio anche per telefilm, la Lotteria Italia e la musica. È il primo programma della televisione italiana a contare così tanti ospiti. Nel corso delle varie puntate venne integrato nel cast il mago illusionista Alexander, una vera e propria rivelazione.

Il 20 febbraio 1977 viene inaugurato da Gianni Boncompagni il programma Discoring (che andrà in onda all'interno del contenitore fino al 1986).

Questa edizione del programma fu trasmessa in bianco e nero ad eccezione di alcuni spazi esterni trasmessi già a colori come ad esempio i telefilm, 90º minuto e la puntata finale dello spazio della Lotteria Italia.

2ª edizione: 1977-1978[modifica | modifica sorgente]

Dal 2 ottobre al 25 giugno
Un programma di Corima, Stefano Jurgens, Riccardo Mantoni, Giulio Perretta, Franco Torti
Conduce Corrado
con Patrizia Giugno, Isabella Goldman e Dora Moroni
Direzione musicale: Nello Ciangherotti (ottobre-dicembre), Pino Calvi (gennaio-marzo), Enrico Intra (aprile-giugno)
Lotteria Italia: Secondo voi condotto da Pippo Baudo con Beppe Grillo, Tullio Solenghi, Fioretta Mari e Jinny Steffan.
Notizie sportive a cura di Paolo Valenti.
Regia di Lino Procacci.

Sigle di apertura: Viva Ditone del Maestro Nello Ciangherotti (ottobre-gennaio)
E viene sabato,e poi domenica dell'Orchestra Casadei (febbraio-giugno).

Sigle di chiusura: In ascensore cantata da Patrizia Giugno (valletta di Corrado che scomparirà prematuramente alcuni mesi dopo l'esperienza televisiva) (ottobre-dicembre)
Mister Mandarino dei Matia Bazar (gennaio-marzo)
Che facciamo stasera di Dora Moroni (aprile-giugno).

È la prima edizione a colori del programma (ad esclusione di Discoring che inizierà ad essere trasmesso a colori nell'autunno 1978): nella precedente edizione, soltanto i programmi esterni (telefilm, Lotteria Italia, 90º minuto, ecc.) con la sola esclusione di Discoring venivano diffusi a colori. Corrado, nelle prima puntata, inaugura la prima trasmissione storica a colori dallo studio 5 di via Teulada, a Roma.

Fra le rubriche, vanno segnalate Domenica in Teatro e Il libro dei domandamenti: con questo neologismo, Corrado proponeva delle domande e delle questioni sociali, economiche, etiche, o di varia natura, per suscitare l'interesse dell'opinione pubblica e degli organismi addetti ai lavori, ottenendo anche delle risposte positive. Questo spazio interno al programma può considerarsi antesignano di programmi futuri come Di tasca nostra, Mi manda Lubrano.

In questa edizione, viene "consacrato" il mago Tony Binarelli, che, in collegamento da New York, riesce a indovinare le professioni dei componenti del pubblico presenti nello studio 5 di Roma.

La puntata della Domenica delle palme del 19 marzo 1978, successiva alla strage di via Fani (in cui le BR rapirono Aldo Moro uccidendo tutti gli uomini della sua scorta) avvenuta tre giorni prima, fu aperta da Corrado con un discorso molto sobrio e misurato che invitava i telespettatori a continuare a credere nello Stato ed a non aver paura dei terroristi, pur non riferendosi mai direttamente ai fatti appena avvenuti ed ai suoi protagonisti; l'allora ministro degli Interni Francesco Cossiga, ringraziò in seguito il presentatore per l'equilibrio e la sobrietà delle sue parole.

3ª edizione: 1978-1979[modifica | modifica sorgente]

Dal 1º ottobre al 10 giugno
Un programma di Corima, Stefano Jurgens, Riccardo Mantoni, Giulio Perretta, Franco Torti
Conduce Corrado
con Fiammetta Flamini, Marina Perzy, Donatella Bianchi
Direzione musicale: Franco Micalizzi (ottobre-dicembre), Tony De Vita (gennaio-marzo), Pino Calvi (aprile-giugno).
Lotteria Italia: Io e la Befana condotto da Sandra Mondaini e Raimondo Vianello con Andrea Roncato e Gigi Sammarchi
Collegamenti esterni a cura di Awanagana e Franco Solfiti.
Notizie sportive con Paolo Valenti.
Regia di Lino Procacci.

Corrado presenta anche un gioco a quiz, partendo dalla trasmissione di un giallo della serie Fermate il colpevole. In questa edizione, Corrado lancia il ventriloquo Samuel Barletti. Il logo di questa edizione è il leone Charlie, il cui nome viene attribuito dai telespettatori, realizzato dai fratelli Marco e Gianni Pagot.

Sigle d'apertura: Il leone cantata da Corrado (ottobre-gennaio)
Charlie è una lenza (degli stessi autori della precedente sigla): nei titoli di coda compare un punto interrogativo in parentesi dopo la dicitura "cantata da Corrado?", poiché il presentatore è sempre stato considerato, a torto, stonato (febbraio-giugno).

Sigle di chiusura: Paese di Drupi (ottobre-dicembre)
Portami a ballare di Peppino Di Capri (gennaio-marzo)
Capito?! (di De Vita, Jurgens, Torti, Smaila) cantata dai Gatti di Vicolo Miracoli (aprile-giugno).

Da quest'edizione anche Discoring è trasmesso a colori.

Termina così la prima serie di edizioni, quella che ha registrato gli ascolti più elevati (in media circa quindici milioni di telespettatori).

4ª edizione: 1979-1980[modifica | modifica sorgente]

Dal 7 ottobre al 22 giugno
Un programma di Giorgio Calabrese, Giulio Perretta, Franco Torti, Dino Verde.
Conduce Pippo Baudo con la collaborazione di Sandra Mondaini
con Edy Angelillo.
Direzione musicale: Pippo Caruso.
Notizie sportive con Paolo Valenti.
Collegamenti esterni a cura di Franco Solfiti.
Regia di Lino Procacci.
Sigle di apertura: Veramente amore cantata da Nino Manfredi (ottobre-gennaio)
La pennichella cantata da Nino Manfredi (febbraio-giugno).
Sigle di chiusura: Notte a sorpresa cantata dai Pooh (ottobre-gennaio)
Ieri cantata da Bruno Lauzi (gennaio - marzo)
Spacer cantata da Sheila (aprile-giugno).

Con Baudo alla guida del programma, le rubriche si moltiplicano: Domenica Musica, Domenica Cinema, Domenica Teatro, Domenica Libri e altre ancora. sono confermati ancora per quest'anno il telefilm e Discoring condotto da Awanagana (che sostituisce Gianni Boncompagni) mentre lo spazio della Lotteria Italia torna al sabato sera (con la prima edizione di Fantastico) ma viene dato comunque spazio all'appendice della trasmissione intitolata Fantastico bis (tale spazio fu presente all'interno del contenitore fino alla metà degli anni ottanta per poi diventare un programma autonomo passando al martedì sera).

5ª edizione: 1980-1981[modifica | modifica sorgente]

Dal 5 ottobre al 21 giugno
Un programma di Giorgio Calabrese, Giulio Perretta, Antonio Ricci, Franco Torti, Dino Verde
Conduce Pippo Baudo
Con Giucas Casella, Ramona Dell'Abate, Barbara d'Urso, Beppe Grillo, Memo Remigi e Gigi Sabani.
Direzione musicale: Pippo Caruso.
Notizie sportive con Paolo Valenti.
Collegamenti esterni a cura di Franco Solfiti.
Regia di Lino Procacci.
Sigla di apertura: Importa niente cantata da Don Backy.
Sigla di chiusura: Dolceamaro cantata da Barbara d'Urso.

In questa edizione, il mago Casella realizza un controverso esperimento per cui molte persone rimangono a dita intrecciate davanti al televisore.

A questa edizione partecipa anche Beppe Grillo con dei monologhi satirici di carattere politico (ideati assieme ad Antonio Ricci) che saranno molto apprezzati dal pubblico ma che causeranno parecchie polemiche politiche.

Il 14 dicembre, Vasco Rossi e la Steve Rogers Band vennero invitati a partecipare ad una puntata esterna. In collegamento dal Motor Show di Bologna, la band suonò il brano Sensazioni forti, suscitando durissime critiche da parte di Nantas Salvalaggio in un articolo sul settimanale Oggi. Il giornalista veneziano non risparmiò nemmeno la stessa RAI, colpevole a suo dire, di aver mandato in onda un tale esempio di sballato, capace di influenzare con i suoi messaggi negativi, il pubblico più giovane.[1]

La puntata del 14 giugno 1981 (successiva alla tragedia di Vermicino in cui il piccolo Alfredo Rampi aveva perso la vita cadendo in un pozzo artesiano) fu aperta da Baudo che si scusò con il pubblico dei contenuti leggeri che il programma avrebbe come sempre avuto che avrebbero cozzato con il sentimento di cordoglio vissuto in quel momento da tutto il Paese per la morte del bambino.

6ª edizione: 1981-1982[modifica | modifica sorgente]

Dal 4 ottobre al 9 maggio
Un programma di Pippo Baudo, Giorgio Calabrese, Giulio Perretta, Franco Torti, Dino Verde
Conduce Pippo Baudo
con Marcella Bella, Alessandra Mussolini.
Collegamenti esterni a cura di Franco Solfiti.
Direzione musicale: Pippo Caruso.
Notizie sportive a cura di Paolo Valenti
Sigla iniziale: Aria Pura di Al Bano & Romina Power.
Sigla finale: Mi mancherai di Marcella Bella.

È l'ultimo anno in cui compaiono le "signorine buonasera" in studio ed è anche l'ultimo anno in cui il programma viene realizzato nello studio 5 di via Teulada.

In questa edizione, Baudo lancia un concorso per voci nuove in vista del Festival della canzone italiana e scopre cantanti come Marco Armani e Mario Castelnuovo.

La regia per l'ultimo anno è affidata a Lino Procacci.

7ª edizione: 1982-1983[modifica | modifica sorgente]

Dal 3 ottobre all'8 maggio
Un programma di Pippo Baudo, Bruno Broccoli, Giorgio Calabrese, Giulio Perretta, Franco Torti, Dino Verde
Conduce Pippo Baudo.
Regia di Luigi Bonori
Notizie sportive a cura di Paolo Valenti

Il programma cambia regia, e viene realizzato nello studio 2 al pian terreno di via Teulada. La direzione musicale cambia con i mesi di trasmissione: fra i musicisti Henghel Gualdi.

8ª edizione: 1983-1984[modifica | modifica sorgente]

Dal 2 ottobre al 13 maggio
Un programma di Pippo Baudo, Giorgio Calabrese, Bruno Broccoli, Franco Torti, Enzo Sermasi.
Conduce Pippo Baudo.
Musiche di Rossano Corradetti.
Regia di Luigi Bonori.
Notizie sportive a cura di Paolo Valenti
Sigla musicale di chiusura: Mal d'Africa cantata da Franco Battiato.

9ª edizione: 1984-1985[modifica | modifica sorgente]

Dal 7 ottobre al 12 maggio
Un programma di Pippo Baudo, Bruno Broccoli, Giorgio Calabrese, Franco Torti.
Conduce Pippo Baudo.
Direzione musicale di Rossano Corradetti.
Regia di Gianni Vaiano.
Notizie sportive a cura di Paolo Valenti.

Il pubblico in studio è diviso per categorie di professioni (vigili urbani, pompieri, casalinghe, ecc.).

È l'ultimo anno in cui nel contenitore compaiono telefilm e il supplemento della Lotteria Italia Fantastico bis. Continuerà invece ancora per due anni la programmazione di Discoring.

Ultima edizione presentata da Baudo che abbandona il programma a causa dei troppi impegni lavorativi.

10ª edizione: 1985-1986[modifica | modifica sorgente]

Dal 22 settembre al 27 aprile
Un programma di Giorgio Calabrese, Mino Damato, Michele Guardì, Grazia Zanda
Conduce Mino Damato
con Elisabetta Gardini, il Trio Solenghi-Marchesini-Lopez e Gina Lollobrigida.
Notizie sportive a cura di Paolo Valenti
Regia Leone Mancini

Quest'edizione, condotta per la prima volta da un giornalista professionista, viene incentrata meno sul varietà e più sull'attualità (infatti in questa stagione il programma non ha un'orchestra); Mino Damato si occupa dell'approfondimento dei fatti più importanti della settimana accaduti in Italia ed all'estero.

È comunque presente anche una parte d'intrattenimento, affidata ad Elisabetta Gardini, che cura i giochi telefonici ed intervista i personaggi famosi, ed al Trio formato da Anna Marchesini, Tullio Solenghi e Massimo Lopez protagonisti di memorabili sketch comici.

A quest'edizione partecipa anche Gina Lollobrigida in qualità d'intervistatrice d'eccezione di note personalità italiane ed internazionali (che saranno poi parodiate dal Trio).

In occasione dei mondiali di calcio del 1986 che si svolgeranno in Messico, nel corso della trasmissione venne anche introdotto un concorso a premi in collaborazione con le stazioni di servizio IP, dove si poteva vincere una vasta gamma di articoli sportivi della Nazionale azzurra oppure il modello del pallone da calcio ufficiale di quei mondiali. Il concorso fu presentato da Elisabetta Gardini.

Il settimanale Discoring cambia fascia oraria ed inizia ad essere trasmesso dagli studi RAI di Milano. Sarà l'ultimo anno in cui il programma andrà in onda all'interno del contenitore domenicale (dalla stagione successiva passò infatti al venerdì pomeriggio, divenendo così un programma autonomo).

Il taglio più serioso dato al programma determina un calo degli ascolti, tant'è che il conduttore per risollevare l'audience in una puntata si cimenterà in una camminata sui carboni ardenti.

11ª edizione: 1986-1987[modifica | modifica sorgente]

Dal 21 settembre al 26 aprile
Un programma di Lianella Carell, Sergio Japino, Carlo Ripa di Meana, Popi Perani, Alberto Testa
Conduce Raffaella Carrà.
Direzione musicale Danilo Vaona
Regia Furio Angiolella
Notizie sportive a cura di Paolo Valenti
Sigla: Curiosità di Raffaella Carrà.

Dopo i deludenti ascolti dell'edizione precedente la trasmissione torna ad essere completamente un varietà.

La prima puntata di questa edizione inizia con la celebrazione del decennale, perciò la trasmissione viene aperta alle ore 14:00 da Corrado, ideatore e primo conduttore, che consegna simbolicamente il programma alla sua storica partner Raffaella Carrà, prima donna che lo presenta.

L'ultima puntata non andò in onda a causa di uno sciopero dei tecnici. Raffaella Carrà salutò i telespettatori la domenica prima temendo le conseguenze dello sciopero.

Rimase nella memoria lo sfogo della Carrà fatto in diretta all'inizio di una puntata contro un articolo pubblicato da Novella 2000 in cui veniva attaccata per aver abbandonato la madre morente (in seguito la presentatrice fece causa alla rivista, vincendola, ma venne anche pesantemente accusata su più fronti di aver fatto un uso privatistico della televisione pubblica).

12ª edizione: 1987-1988[modifica | modifica sorgente]

Dal 13 settembre al 24 aprile
Un programma di Gianni Boncompagni ed Irene Ghergo
Conduce Lino Banfi
con Toto Cutugno, Paulo Roberto Falcao e Patrizio Vicedomini.
Direzione musicale: Paolo Ormi.
Notizie sportive a cura di Paolo Valenti
Sigla: La domenica italiana di Toto Cutugno.
Regia: Gianni Boncompagni

Patrizio Vicedomini era un bimbo di 10 anni voluto dal regista per dare maggiore spontaneità al programma. Le proteste delle organizzazioni di tutela dei minori relativamente alla durata dell'impegno che avrebbe dovuto affrontare il bambino ne limitarono la presenza a brevi gag.

In questa edizione lo studio viene completamente trasformato: al posto della consueta struttura con palco e pubblico si ha un unico grande spazio ove centinaia di ragazze svolgono contemporaneamente il ruolo di pubblico, ballerine e vallette. Il regista Gianni Boncompagni riproporrà una formula simile negli anni novanta in Fininvest con la trasmissione Non è la RAI.

Da questa edizione e fino all'ultima gestita da Boncompagni, compare il gioco telefonico del Cruciverbone (poi riproposto da Boncompagni in Fininvest nella prima edizione di Non è la RAI).

La trasmissione si trasferisce dagli studi di Via Teulada al Teatro 4 della Dear di Roma.

13ª edizione: 1988-1989[modifica | modifica sorgente]

Dal 9 ottobre al 11 maggio
Un programma di Gianni Boncompagni ed Irene Ghergo
Conduce Marisa Laurito
con Roberto D'Agostino, Benedicta Boccoli, Brigitta Boccoli, Lisa Russo, Sandro Mayer (direttore della rivista Gente), Paolo Occhipinti (direttore della rivista Oggi), Arianna Ciampoli, Stefania Del Prete
Notizie sportive a cura di Paolo Valenti.
Direzione musicale: Paolo Ormi.
Sigla musicale: Ma le donne cantata da Marisa Laurito.
Regia di Gianni Boncompagni

14ª edizione: 1989-1990[modifica | modifica sorgente]

Dal 17 settembre al 29 aprile
Un programma di Gianni Boncompagni ed Alfredo Cerruti
Conduce Edwige Fenech
con Pupo, Maurizio Ferrini, Benedicta Boccoli, Brigitta Boccoli.
Direzione musicale: Paolo Ormi.
Notizie sportive a cura di Paolo Valenti
Regia: Gianni Boncompagni.
Sigla musicale: Che pizza la Tv di Pupo, cantata da Edwige Fenech e Gianni Boncompagni con le ragazze di Domenica in.

Per l'ultimo anno Paolo Valenti è alla guida di 90º minuto (il giornalista scomparve a causa di una malattia il 15 novembre 1990).

15ª edizione: 1990-1991[modifica | modifica sorgente]

Dal 23 settembre al 14 aprile
Un programma di Gianni Boncompagni ed Alfredo Cerruti
Conduce Gigi Sabani
con Simona Tagli, Ricchi e Poveri, Mario Marenco, Benedicta Boccoli, Brigitta Boccoli, Carmen Russo, Elisa Satta, Le Compilation, Paolo Villaggio, Bruno Vespa, Sandro Mayer e Topesio.
Direzione musicale Paolo Ormi.
Notizie sportive a cura di Fabrizio Maffei
Sigla musicale: Una domenica con te dei Ricchi e Poveri.

Ultima edizione diretta da Gianni Boncompagni che dalla stagione successiva passerà alla Fininvest.

A 90º minuto Fabrizio Maffei succede a Paolo Valenti.

16ª edizione: 1991-1992[modifica | modifica sorgente]

Dal 27 ottobre al 24 maggio

Conduce Pippo Baudo
Con Raffaella Bergé, Nino Frassica, Lolita Morena e Ilaria Moscato.
Inviata per i collegamenti esterni: Simona Ventura
Direzione musicale: Pippo Caruso
Notizie sportive a cura di Fabrizio Maffei
Regia di Nicoletta Costantino.

Per Baudo è un grande ritorno nel programma che gli ha dato la vera popolarità, che conduce col suo stile di eclettico presentatore, puntando per lo più sul gioco de Il castello, che termina con il gioco finale del drago, vero simbolo del programma: tutta la trasmissione culmina in quel gioco, che ricalca i soliti quiz "alla Baudo", in cui se il concorrente sbaglia deve ripartire da capo a rispondere (questo gioco finale in seguito sarà ripreso dieci anni dopo divenendo un programma autonomo intitolato proprio Il castello e trasmesso nell'orario dell'access prime time di Rai 1).

La vera novità è l'intrattenimento dell'intero programma, affidato al "Talent Scout Show", il primo varietà musical-teatrale di nuovi talenti scoperto da Pippo Baudo al Talent Scout, storico locale romano di Nicoletta Costantino, autrice e regista del programma presente in tutte le puntate, che vanta anche la scoperta di Simona Ventura, alla sua prima apparizione in Rai come inviata. I grandi della musica, da Tina Turner a Gino Vannelli e tutti gli altri vip della trasmissione sono ospitati all'interno dello show.

La scenografia era una riproduzione del quadro Une dimanche à la Grande Jatte di Georges Seurat.

17ª edizione: 1992-1993[modifica | modifica sorgente]

Dal 25 settembre al 25 aprile

Conducono Toto Cutugno ed Alba Parietti ed in seguito anche Jocelyn
Con Ugo Gregoretti, Giorgio Calabrese, Guglielmo Zucconi
Notizie sportive a cura di Giampiero Galeazzi
Regia Jocelyn

Gli studi televisivi si trasferirono al Centro di produzione della Rai di Napoli.

Jocelyn, oltre ad essere regista del programma in quell'edizione, a partire da metà stagione ne divenne anche co-conduttore assieme a Cotugno ed alla Parietti per risollevare gli ascolti del programma, in difficoltà rispetto al contenitore rivale Buona domenica.

Giampiero Galeazzi prese il posto di Fabrizio Maffei, alla conduzione di 90º minuto.

18ª edizione: 1993-1994[modifica | modifica sorgente]

Dal 17 ottobre al 22 maggio
Un programma di Adriana Borgonovo, Guido Clericetti, Paola Cattaruzza, Luciana Lanzarotti, Demo Mura
Conducono Luca Giurato e Mara Venier
Con Francesca Alotta, Fiordaliso, Monica Vitti, Antonio Mazzi.
Notizie sportive a cura di Giampiero Galeazzi
Direttore della fotografia Marco Incagnoli
Regia di Adriana Borgonovo
Sigla: Vieni a volare con noi cantata da Fiordaliso e Francesca Alotta e tutto il cast di Domenica in di quell'edizione.

La trasmissione torna ad andare in onda dagli studi della Dear di Roma.

19ª edizione: 1994-1995[modifica | modifica sorgente]

Dal 25 settembre al 28 maggio
Un programma di Massimo Cinque, Enrico Magrelli
Conduce Mara Venier
con la partecipazione di don Antonio Mazzi, Stefano Masciarelli, Giucas Casella, Giampiero Galeazzi (che conduce anche 90º minuto), Irene Fargo e Massimo Modugno.
Direttore della Fotografia: Marco Incagnoli
Regia: Adriana Borgonovo

20ª edizione: 1995-1996[modifica | modifica sorgente]

Dall'8 ottobre al 19 maggio
Un programma di Massimo Cinque, Enrico Magrelli, Flavio Andreini, Riccardo Di Stefano
Conduce Mara Venier
con la partecipazione di don Antonio Mazzi, Andrea Roncato, Giampiero Galeazzi (che conduce anche 90º minuto), Giucas Casella, Orietta Berti, Jimmy Fontana, il Gruppo Arciliuto, Francesco Boccia, Antonella Bucci e i piccoli Manuel Cucaro e Ilaria Giaroni.
Direttore della Fotografia: Marco Incagnoli
Regia: Adriana Borgonovo

21ª edizione: 1996-1997[modifica | modifica sorgente]

Dal 13 ottobre al 18 maggio
Un programma di Flavio Andreini, Massimo Cinque, Paolo De Andreis, Riccardo Di Stefano, Enrico Magrelli, Mara Venier
Conduce Mara Venier
con la partecipazione di Andrea Roncato, Giampiero Galeazzi (che conduce anche 90º minuto), Nilla Pizzi, Wilma Goich, Emanuela Aureli, Jimmy Fontana, Betty Curtis, Rosanna Fratello, i Ragazzi Italiani, don Antonio Mazzi
Musiche: Gianni Mazza
Regia: Simonetta Tavanti
Sigla: Oggi è domenica cantata da Mara Venier e tutto il cast di Domenica in di quell'edizione.

Un particolare episodio di truffa nel gioco telefonico a premi che chiude la trasmissione in questa edizione. In palio cento milioni di lire, il signor Marco Mastroianni da Roma, avendo già dato la risposta corretta alla prima domanda, risponde al secondo quesito Juliette Mayniel (madre di Alessandro Gassman). Si dà il caso che la seconda domanda originale (Qual è il nome della madre di Alessandro Gassman?) fosse stata sostituita dagli autori, sospettosi di irregolarità, pochi minuti prima del gioco a premi con Qual è il titolo dell'ultimo album di Franco Califano?. La puntata del 13 aprile 1997 si chiude quindi tra le polemiche con la conduttrice visibilmente irritata[2].

22ª edizione: 1997-1998[modifica | modifica sorgente]

Dal 28 settembre al 26 aprile
Un programma di Michele Guardì, Alberto Testa, Fabrizio Frizzi
Conduce Fabrizio Frizzi
con Antonella Clerici, Luisa Corna, Orietta Berti, Alberto Angela, Donatella Raffai, Emanuela Aureli, Mara Carfagna e Michael Pergolani.
Direzione musicale: Gianni Mazza.
Notizie sportive a cura di Giampiero Galeazzi.
Da Sanremo viene condotta una puntata speciale da Fabrizio Frizzi e Sandra Mondaini.
Regia: Michele Guardì.
Sigla: La città della domenica cantata da Fabrizio Frizzi e tutto il cast di Domenica in di quell'edizione.

La ventiduesima edizione del contenitore domenicale venne affidata a Fabrizio Frizzi, reduce del successo del quiz Luna Park. Ad affiancarlo nella conduzione la neo-presentatrice Antonella Clerici. Questa edizione di Domenica In raggiunse grande successo in termini di ascolti che non avrebbe più raggiunto sino all'edizione 2003 - 2004 condotta da Paolo Bonolis. Nonostante gli ottimi riscontri d'ascolto, Fabrizio Frizzi rifiutò di condurre anche la successiva edizione. Al suo posto subentrò Giancarlo Magalli.

23ª edizione: 1998-1999[modifica | modifica sorgente]

Dal 4 ottobre al 27 maggio
Un programma di Alfredo Cerruti, Massimo Cinque, Giancarlo Magalli, Ugo Porcelli, Tullio Solenghi
Conducono Giancarlo Magalli e Tullio Solenghi
con Elisabetta Ferracini, Lorenza Mario, Valeria Mazza poi sostituita da Anna Falchi, Giampiero Galeazzi (che conduce anche 90º minuto).
Direzione musicale: Pinuccio Pirazzoli.
Scenografia: Alida Cappellini e Giovanni Licheri.
Regia: Simonetta Tavanti.
Sigla: Il divano, il gatto e te cantata dal cast di Domenica in di quell'edizione.

24ª edizione: 1999-2000[modifica | modifica sorgente]

Dal 3 ottobre al 28 maggio.
Un programma di Alfredo Cerruti, Cesare Lanza, Ugo Porcelli, Antonello Piroso
Conduce Amadeus
Con Romina Mondello (fino al 9 gennaio 2000), Adriana Sklenarikova, Natalie Kriz, Piero Angela e Guido Barendson.
Notizie sportive a cura di Fabrizio Maffei.
Esperto artistico: Antonio Eustor.
Direzione musicale: Pinuccio Pirazzoli.
Regia: Cesare Gigli
Sigla musicale: Mambo Rai, cantata da Amadeus.

In questa edizione c'è il ritorno di Fabrizio Maffei alla guida di 90º minuto

25ª edizione: 2000-2001[modifica | modifica sorgente]

Dal 24 settembre al 27 maggio

Conducono Carlo Conti e Iva Zanicchi
con Paolo Brosio, Rosita Celentano, Matilde Brandi, Raul Cremona, Loretta Ricci, Marco Cunsolo, Barbara Chiappini, Alessandra Cellini, Paolo Fox.
Notizie sportive a cura di Fabrizio Maffei
Esperto artistico: Antonio Eustor.
Regia: Jocelyn

Il programma va in onda per questa stagione dallo storico Teatro delle Vittorie di Roma.

Nonostante vi siano delle buone idee, il contenitore soffre la concorrenza di Buona Domenica che in quella edizione vanta la presenza come ospiti in studio dei concorrenti della prima edizione del Grande Fratello, fenomeno televisivo di quella stagione.

Per migliorare gli ascolti vengono apportate diverse modifiche alla scaletta ed alla scenografia, ma i risultati non cambiano.

Dopo questa esperienza, Iva Zanicchi decide di tornare a Mediaset, in quanto in Rai non si sente a suo agio.

Dopo la brusca chiusura di In bocca al lupo! condotto da Amadeus, Carlo Conti decide di inserire nel contenitore domenicale buona parte del cast (ormai disoccupato), del preserale da lui condotto con successo nelle due stagioni precedenti. Tra i tanti vennero chiamati l'astrologo Paolo Fox e la corista Sabrina Marinangeli.

Quest'edizione finì al centro di polemiche in quanto in una puntata il rapper J-Ax del gruppo rap/hip-hop italiano Articolo 31 (invitato in trasmissione per ricevere il disco di platino) fece un appello a favore della legalizzazione delle droghe leggere.

26ª edizione: 2001-2002[modifica | modifica sorgente]

Dal 7 ottobre al 12 maggio

Conducono Antonella Clerici, Carlo Conti, Mara Venier ed Ela Weber
con Paolo Fox, Sabrina Marinangeli, Paolo Brosio, Massimo Giuliani, Roberto Da Crema, Fabrizio Del Noce e Gianfranco Vissani
Regia: Jocelyn
Notizie sportive a cura di Fabrizio Maffei

Soltanto in questa edizione la trasmissione si intitola Dom&Nika In. Le mascotte del programma sono il cane "Dom" e la gattina "Nika" pupazzi ideati dal regista Jocelyn sulla scia del lupo "Giorgetto" presente nel preserale In bocca al lupo!.

Fabrizio Del Noce abbandonò il programma in primavera in quanto fu nominato direttore di Rai 1.

27ª edizione: 2002-2003[modifica | modifica sorgente]

Dal 6 ottobre al 11 maggio
Un programma di Massimo Cinque, Massimo Santoro
Conduce Mara Venier
Con Paolo Villaggio, Milena Vukotic, Renato Balestra, Giampiero Galeazzi, Little Tony, Stefano Masciarelli, Moira Orfei, Silvana Pampanini, Gabriella Germani e dei 50 ragazzi del musical Chorus Line (cantanti, attori e ballerini).
Notizie sportive a cura di Fabrizio Maffei
Regia: Gian Carlo Nicotra.

Silvana Pampanini e Moira Orfei abbandonarono il cast della trasmissione dopo soli due mesi, lamentando di essere state prese in giro dalla conduttrice e dagli autori del programma.

Con lo scoppio della guerra in Iraq (20 febbraio 2003), molti spazi della trasmissione furono dedicati al racconto in diretta del conflitto, tramite dei collegamenti da Baghdad con l'inviata del TG1 Lilli Gruber e vari ospiti in studio.

28ª edizione: 2003-2004[modifica | modifica sorgente]

Dal 5 ottobre al 9 maggio

Conduce Paolo Bonolis
con Heather Parisi, Giancarlo Magalli, Claudio Lippi, Ada Alberti, Simona Samarelli, Jennifer Driver, Francesco Scimeni, Maria Mazza, Rosanna Lambertucci, Patrizia De Blanck, Dan Peterson, Mariolina Simone, Alessandro Paci, Antonella Stefanucci, Salvatore Marino, Alessio Tavecchio, Franco Oppini, Stefano Natale, Mirka Viola e Domenico Mazzullo
Regia: Giancarlo Nicotra
Direzione musicale: Stefano Caprioli
Notizie sportive a cura di Paola Ferrari
Inviato per i collegamenti esterni: Daniele Piombi

Paola Ferrari sostituisce Fabrizio Maffei alla conduzione di 90º minuto: è la prima donna a condurre la storica rubrica calcistica della RAI.

Nonostante ottimi ascolti (dopo molti anni il contenitore domenicale della RAI riuscì di nuovo a superare negli ascolti Buona domenica) e la riconferma da parte della RAI anche per la stagione successiva, Paolo Bonolis rifiutò di condurre un'altra edizione del programma. Per tutta l'estate 2004 si fecero dunque i nomi di svariati artisti per la conduzione dell'edizione seguente (la sostituzione di Bonolis a Domenica in divenne il caso televisivo di quell'estate); alla fine la scelta cadde su Mara Venier, già conduttrice di sei edizioni del contenitore negli anni passati.

In questa edizione si verificarono due episodi particolari: il monologo che Bonolis fece contro Antonio Ricci (che aveva accusato il conduttore di aver invitato in trasmissione una finta medium che sfruttava il dolore della gente); Bonolis si rivolse a Ricci rivolgendogli un laconico Per una volta in vita tua, vergognati!. Il secondo fu l'intervista fatta da Paolo Bonolis al serial killer Donato Bilancia in prigione, che suscitò scalpore e polemiche, tanto che nella puntata successiva andò in onda un messaggio di scuse da parte degli autori e dello stesso Paolo Bonolis ai telespettatori.

29ª edizione: 2004-2005[modifica | modifica sorgente]

Dal 3 ottobre al 8 maggio

Conduce Mara Venier
Con Paolo Limiti e Massimo Giletti e con la partecipazione straordinaria di Giampiero Galeazzi e interventi di Gianfranco Vissani, Rosanna Lambertucci, Katia Noventa e Maria Monsè
Regia: Giancarlo Nicotra.
Notizie sportive a cura di Paola Ferrari.
Direzione musicale: Stefano Caprioli

È l'ultima edizione avente il classico formato; dalla stagione successiva il contenitore domenicale verrà diviso in blocchi distinti.

Tale edizione viene anche ricordata per via dei burrascosi rapporti che intercorrevano tra Mara Venier e il co-conduttore Massimo Giletti e per aver dato via al fenomeno trash delle gemelle Raffaella e Loredana Lecciso.

30ª edizione: 2005-2006[modifica | modifica sorgente]

Dal 2 ottobre al 14 maggio

Da questa edizione in poi il programma sarà diviso in tre segmenti, in realtà tre programmi completamente differenti tra loro, in occasione del trentennale del programma (celebrato nel terzo segmento) e per fronteggiare il "passaggio" sulle reti Mediaset dei diritti televisivi della serie A di calcio, con conseguente chiusura della storica rubrica 90º minuto (che passò al sabato su Rai 3 per occuparsi del campionato di calcio di serie B), che «spezzava» un programma altrimenti troppo lungo:

  • 14:00-16:00 Domenica in... Maramao Conduce Mara Venier (solo la 1ª puntata, cancellato per bassi ascolti)
  • 18:00-20:00 Domenica in... Ieri, oggi e domani Conduce Pippo Baudo

31ª edizione: 2006-2007[modifica | modifica sorgente]

Dal 1º ottobre al 13 maggio

In questa stagione la suddivisione in segmenti è più irregolare; il primo segmento è addirittura suddiviso in più parti:

Nel dettaglio:

  • 14:00-15:00 Domenica in... Insieme Conduce Lorena Bianchetti
  • 15:00-15:20 da domenica 1/10/2006 a domenica 31/12/2006 Domenica in... Musica (Prima Parte) Conduce Lorena Bianchetti
  • 15:00-15:20 da domenica 7/01/2007 a domenica 13/05/2007 Domenica in out Conduce Lorena Bianchetti
  • 15:20-15:45 da domenica 1/10/2006 a domenica 31/12/2006 Domenica in sette x Setta Conduce Monica Setta
  • 15:20-15:45 da domenica 1/01/2007 a domenica 25/03/2007 Domenica in... Politica Conduce Monica Setta
  • 15:20-15:45 da domenica 1/04/2007 a domenica 13/05/2007 Domenica in... Attualità Conduce Monica Setta
  • 15:45-16:15 Domenica in... 30 contro 1 Conduce Massimo Giletti
  • 16:15-16:45 Domenica in... Musica Conduce Luisa Corna, dirige l'orchestra Sandro Comini
  • 16:45-17:00 Domenica in... Salute Conduce Rosanna Lambertucci

32ª edizione: 2007-2008[modifica | modifica sorgente]

Dal 7 ottobre al 11 maggio

Nel dettaglio:

33ª edizione: 2008-2009[modifica | modifica sorgente]

La RAI riacquisì in questa stagione i diritti televisivi della Serie A di calcio e 90º minuto tornò ad occuparsi anche del massimo campionato; i vertici aziendali decidono di ricollocare la rubrica nella storica fascia delle 18:00-19:00 della domenica ma invece che sulla prima rete si optò per la sua collocazione su Rai 2 (creando un continuum con le altre trasmissioni sportive domenicali della seconda rete Quelli che... il calcio e Stadio Sprint) mantenendo così invariato il nuovo assetto del pomeriggio domenicale di Rai 1. Inoltre, in questa edizione, il segmento Insieme viene diviso in svariati segmenti interni.

Dal 5 ottobre al 10 maggio

Nel dettaglio:

  • Domenica in... Insieme Parte Prima
  • 15:15-15:45 da domenica 5/10/2008 a domenica 29/03/2009 Domenica in... Politica Conduce Monica Setta
  • 15:15-15:45 da domenica 5/04/2009 a domenica 17/05/2009 Domenica in... Attualità Conduce Monica Setta
  • 15:45-16:00 Domenica in... Musica Conduce Luisa Corna,dirige l'orchestra Sandro Comini
  • 16:00-16:15 Domenica in... Salute Conduce Rosanna Lambertucci
  • 16:15-16:45 Domenica in... Moda Conduce Katia Noventa
  • Domenica in... Insieme Parte Seconda
  • 16:45-18:00 da domenica 12/10/2008 a domenica 14/12/2008 Domenica in... 100 e lode
  • 16:45-18:00 domenica 21/12/2008 Domenica in... Regali di Natale
  • 16:45-18:00 domenica 28/12/2008 Domenica in... Speciale Fine Anno
  • 16:45-18:00 domenica 04/01/2009 Domenica in... W La Befana
  • 16:45-18:00 da domenica 11/01/2009 a domenica 15/02/2009 Domenica in... La più Bella sei tu
  • 16:45-18:00 da domenica 01/03/2009 a domenica 10/05/2009 Domenica in... Una domenica così

Domenica 22 febbraio in diretta da Sanremo

34ª edizione: 2009-2010[modifica | modifica sorgente]

Dal 4 ottobre al 9 maggio

Da questa edizione in poi, il nuovo direttore di Rai 1, Mauro Mazza decise di ridurre la messa in onda da 6 ore (storicamente la trasmissione andava in onda dalle 14:00, orario in cui terminava il Tg1 delle 13:30, alle 20:00, orario d'inizio del Tg1 della sera), a 4 ore e 50 minuti, per lasciare spazio a L'eredità, in modo da contrastare la concorrenza di Canale 5. Solo la puntata in diretta da Sanremo va in onda sempre per sei ore.

Inizialmente con Fabrizio Del Noce era previsto che tra lo spazio di Giletti e quello di Baudo ci fosse una fiction ma Mazza ha optato per ricompattare il programma e dare spazio nel preserale al game show di Carlo Conti.

Domenica 21 febbraio in diretta da Sanremo

35ª edizione: 2010-2011[modifica | modifica sorgente]

Dal 3 ottobre all'8 maggio

Le sigle di questa edizione sono le seguenti:

36ª edizione: 2011-2012[modifica | modifica sorgente]

Dal 9 ottobre al 27 maggio

In questa edizione del programma, Giletti conduce L'Arena tradizionale e in più diversi segmenti:
Due contro tutti e Protagonisti dove settimanalmente si susseguono attori, cantanti e tanti altri ospiti. L'ultima parte del programma è occupato dal segmento condotto da Lorella Cuccarini che si occupa quest'anno di tematiche di costume, di storie di persone comuni raccontate attraverso mini-fiction e di spettacolo.

Dal 9 ottobre 2011 all'8 gennaio 2012 c'è stato L'arena Due contro tutti: due personaggi del mondo dello spettacolo, del cinema, della musica e della politica si sfidavano parlando di temi d'attualità. Ci sono stati: Vladimir Luxuria vs Assunta Almirante, Catherine Spaak vs Loredana Lecciso, Alba Parietti vs Daniela Santanchè, Cristiano Malgioglio vs Vittorio Sgarbi, Bruno Vespa vs Valeria Marini, Maurizio Costanzo vs Cristian De Sica e Katia Ricciarelli vs Iva Zanicchi

Nella puntata in onda da Sanremo il programma è così diviso:

  • 14:00-16:35 Domenica in... L'Arena Speciale Sanremo Conduce Massimo Giletti
  • 16:35-20:00 Domenica in... Così è la vita Speciale Sanremo Conduce Lorella Cuccarini

Le sigle di questa edizione sono le seguenti:

37ª edizione: 2012-2013[modifica | modifica sorgente]

Dal 7 ottobre al 19 maggio

Sono riconfermati gli stessi spazi e conduttori dell'edizione precedente:

Nella puntata del 17 febbraio, in diretta da Sanremo, il programma è così diviso:

  • 14:00-15:55 Domenica in... L'Arena Speciale Sanremo Conduce Massimo Giletti
  • 15:55-20:00 Domenica in... Così è La Vita Speciale Sanremo Conduce Lorella Cuccarini

La puntata in diretta da Sanremo viene trasmessa anche su Rai HD in alta definizione.

Le sigle di questa edizione sono le seguenti:

38ª edizione: 2013-2014[modifica | modifica sorgente]

Dal 29 settembre al 1º giugno

  • 14.00 - 16.25 L'Arena conduce Massimo Giletti all'interno è trasmesso Protagonisti.
  • 16.35 - 18.50 Domenica in conduce Mara Venier.

Nella puntata del 23 febbraio, in diretta da Sanremo, il programma è così diviso:

  • 14:00-15:30 L'Arena Speciale Sanremo Conduce  Massimo Giletti
  • 15:30-20:00 Domenica in... Speciale Sanremo Conduce Mara Venier.

La puntata in diretta da Sanremo viene trasmessa anche su Rai HD in alta definizione.

Le sigle di questa edizione sono le seguenti:

Premi e Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Vasco - La biografia", Michele Monnina, 2007 RCS Libri S.p.a.
  2. ^ LA 'GRANDE TRUFFA' DI DOMENICA IN

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione