Dolore toracico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Il dolore toracico è un sintomo a cui possono essere associate numerose anomalie e malattie, generalmente viene considerato un'emergenza per via dell’angina instabile o dell'infarto miocardico acuto. Quando il dolore toracico non è attribuibile a patologie a carico del cuore tale dolore prende il nome di dolore toracico non cardiaco. Le recenti linee guida raccomandano di attribuire in fase di triage il codice rosso ad un dolore toracico di sospetta origine cardiaca.

Eziologia[modifica | modifica sorgente]

Esistono numerose cause di tale dolore, alcune estremamente gravi altre meno, in ogni caso una patologia gastroesofagea include più del 40% dei casi.[1]

Cause gravi[modifica | modifica sorgente]

Altre cause[modifica | modifica sorgente]

Clinica[modifica | modifica sorgente]

Segni e sintomi[modifica | modifica sorgente]

Dai sintomi e i segni clinici riscontrati si può avere una prima idea sull'eziologia dell’evento.

Se il dolore origina da uno sforzo o da un'emozione intensa, allora la causa può essere cardiaca. L'irradiamento del dolore toracico al braccio sinistro, in regione epigastrica o al collo può indirizzare verso l'ipotesi di una patologia ischemica del cuore.

Esami di laboratorio e strumentali[modifica | modifica sorgente]

L’elettrocardiogramma a 12 derivazioni serve a dare una prima indicazione sul coinvolgimento del cuore nell'eziologia del dolore. L'ECG non è da considerarsi definitivo, non sono infrequenti falsi negativi, e va peraltro confermato da esami di laboratorio (mioglobina, troponina, ed altri marker cardiaci).

Altri esami sono l'imaging del torace e gli esami di laboratorio del sangue.

Trattamento[modifica | modifica sorgente]

Varia a seconda della causa scatenante il dolore.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Fruergaard P, Eur Heart J, vol. 17, 1996, p. 1028.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Joseph C. Sengen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, ISBN 978-88-386-3917-3.
  • Harrison, Principi di Medicina Interna (il manuale - 16ª edizione), New York - Milano, McGraw-Hill, 2006, ISBN 88-386-2459-3.
  • Hurst, Il Cuore (il manuale - 11ª edizione), Milano, McGraw-Hill, 2006, ISBN 978-88-386-2388-2.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina