Dolora Zajick

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Dolora Zajick (Salem, 24 marzo 1952) è un mezzosoprano statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dolora Zajick è un mezzosoprano americano specializzata in particolar modo nel repertorio verdiano.

Nata nell'Oregon ma cresciuta nel Nevada, la Zajick ha studiato canto con Ted Puffer. Si è laureata presso l'Università del Nevada-Reno con una laurea ed un master in musica prima di andare a New York per ulteriori studi musicali presso la Manhattan School of Music. Dopo aver vinto la Medaglia di Bronzo al 7° Concorso internazionale Čajkovskij di Mosca è stata accettata nella San Francisco Opera dove ha debuttato nel ruolo di Azucena ne Il trovatore, lanciandola nello star system internazionale.

Al Teatro alla Scala di Milano debutta nel 1987 nel Requiem (Verdi) con Cheryl Studer, Luciano Pavarotti e Samuel Ramey diretta da Riccardo Muti, nel 1988 nella trasferta alla Cathédrale Notre-Dame de Paris con Daniela Dessì e Chris Merritt e nel 1992 all'Auditorium Nacional di Madrid.

Allo Houston Grand Opera debutta nel 1987 come Amneris in Aida.

Nel 1988 a San Diego è Azucena ne Il trovatore e canta nel Requiem verdiano, a Bilbao è nuovamente Azucena con Leo Nucci e in ottobre sempre con questo ruolo debutta al Metropolitan Opera House di New York con Pavarotti, Éva Marton e Sherrill Milnes diretta da James Levine ed all'Opera di Chicago è Amneris con Bonaldo Giaiotti.

Oltre al ruolo di Azucena, la Zajick è nota per le sue interpretazioni di Amneris ed Eboli (in Aida e Don Carlo di Verdi). La Zajick si è esibita anche in altri ruoli verdiani, tra cui Ulrica in Un ballo in maschera e Lady Macbeth nel Macbeth. È apparsa anche come la principessa nell'Adriana Lecouvreur (opera) di Cilea, Marfa in Chovanščina di Moussorgsky, Ježibaba in Rusalka (Dvořák), Joan in La Pulzella d'Orléans (opera) di Tchaikovsky, Santuzza in Cavalleria rusticana (opera) di Mascagni e Adalgisa in Norma (opera) di Bellini. All’Arena di Verona è Amneris nell’Aida del 1989 e al Metropolitan Opera nell'Aida del 2009 con Violeta Urmana e Johan Bohta fino a quella del 2012 per dieci edizIoni. È inoltre Azucena ne Il trovatore del 2002, ripreso nel 2004 e partecipa al Requiem (Verdi) del 1990 ed al Gala Carreras del 1995.

Nel 1989 debutta come Azucena ne Il trovatore con Piero Cappuccilli al Wiener Staatsoper ed è Amneris nell’Aida anche al Metropolitan con Plácido Domingo ed a San Francisco.

Nel 1990 è Marfa in Chovanščina con Nicolai Ghiaurov a San Francisco.

Nel 1992 è La Principessa Eboli in Don Carlo con Nucci e Ramey al Metropolitan ed alla Scala ancora con Ramey diretta da Muti, Amneris in Aida a Vienna e con Kristján Jóhannsson a Bilbao ed Azucena in Il trovatore a Houston.

Nel 1993 è Jezibaba in Rusalka (Dvořák) al Metropolitan ed Azucena ne Il trovatore con Merritt a Chicago.

Nel 1994 a San Francisco debutta il ruolo di Hérodiade (Herodias) in Hérodiade di Massenet con Renée Fleming, Juan Pons e Domingo diretta da Valery Gergiev ed Azucena ne Il trovatore diretta da Daniel Oren, Eboli in Don Carlo a Vienna, Amneris in Aida al Royal Opera House, Covent Garden di Londra e canta nella prima rappresentazione nel Teatro romano di Orange del Requiem (Verdi) diretta da Zubin Mehta e nella prima esecuzione nel Palazzo dello Sport di Firenze del Requiem (Verdi) con Pavarotti diretta da Mehta.

Nel 1995 è Hérodiade a Vienna ed Ulrica in Un ballo in maschera al Met.

Nel 1996 canta in Norma (opera) e Cavalleria rusticana (opera) a Bilbao, nel Requiem (Verdi) con il Coro e l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Mehta a Salisburgo e nella prima esecuzione nell'Hedeland Amphiteater di Copenhagen, Amneris in Aida nella ripresa nel Teatro Comunale di Firenze di "Aida" diretta da Mehta ed Eboli in Don Carlo con Carol Vaness e Ramey a Chicago.

Nel 1997 è Santuzza in Cavalleria rusticana al Met e nel 1998 La Principessa Eboli in Don Carlo all'Opéra National de Paris con Ramey e la Vaness diretta da James Conlon ed a Salisburgo diretta da Lorin Maazel.

Nel 1999 è Marfa in Chovanščina diretta da Gergiev al Met, Giocasta in Oedipus rex (Stravinskij) alla Scala e nel 2000 canta ne La favorita con Giorgio Casciarri e Amneris in Aida a Bilbao.

Nel 2001 a Bilbao canta in Samson et Dalila con Alberto Gazale ed al Met Adalgisa in Norma e nel 2003 Azucena ne Il trovatore a Parigi e Santuzza in Cavalleria rusticana con Elīna Garanča a Vienna. Fino al 2010 ha cantato in 52 rappresentazioni viennesi.

Nel 2005 ha creato il ruolo di Elvira Griffiths in An American Tragedy di Tobias Picker con Susan Graham e Jennifer Larmore diretta da Conlon al Metropolitan Opera House.

Nel 2006 a San Francisco è Joan of Arc ne La Pulzella d'Orléans (opera) e nel 2008 la Principessa d'Eboli nella prima di Don Carlo con Ferruccio Furlanetto e Fiorenza Cedolins alla Scala e Cavalleria rusticana a Houston.

In questi ultimi anni ha fatto il suo debutto wagneriano come Ortrud in Lohengrin (opera) con la Los Angeles Opera sotto la direzione di James Conlon e come The Old Countess ne La dama di picche (opera) di Tchaikovsky anche al Metropolitan Opera nel 2011 con Karita Mattila. Al Met ha cantato in 210 rappresentazioni.

Nel 2011 è Azucena ne Il trovatore al Teatro Verdi (Salerno) con Gazale diretta da Oren ed Adalgisa in Norma al Teatro Campoamor di Oviedo.

Nel 2012 è la Princesa de Bouillon in Adriana Lecouvreur al Gran Teatre del Liceu.

Nel 2013 è Santuzza in Cavalleria rusticana nel Teatro de la Maestranza di Siviglia, Adalgisa in Norma al Washington National Opera, Ulrica in Un ballo in maschera all'Accademia nazionale di Santa Cecilia, Amneris in Aida allo Houston Grand Opera sotto la direzione di Antonino Fogliani ed Azucena ne Il trovatore con Hvorostovsky al Megaron di Atene.

Dal suo debutto a San Francisco, ha cantato con il Metropolitan Opera, il Lyric Opera di Chicago, la Houston Grand Opera, l'Arena di Verona, il Teatro dell'Opera di Vienna, l'Opera Bastille, La Scala e la Royal Opera House, Covent Garden. Ha cantato con alcuni tra i più importanti direttori d'orchestra della sua epoca tra cui James Conlon, Antonino Fogliani, Daniele Gatti, Valery Gergiev, James Levine, Lorin Maazel, Zubin Mehta, Riccardo Muti e Michael Tilson Thomas.

Dal 2006, oltre alla sua carriera artistica, la Zajick lavora all'Institute for Young Dramatic Voices.

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • Verdi, Aida - Aprile Millo/Dolora Zajick/James Levine/James Morris/Metropolitan Opera Orchestra/Plácido Domingo/Samuel Ramey, 1991 SONY BMG
  • Verdi, Requiem - Luciano Pavarotti/Coro del Teatro alla Scala di Milano/Riccardo Muti/Orchestra Del Teatro Alla Scala Di Milan/Samuel Ramey/Cheryl Studer/Dolora Zajick, 1987 EMI
  • Zajick, The Art of the Dramatic Mezzo-Soprano - Charles Rosekrans/Dolora Zajick/Royal Philharmonic Orchestra, 2000 Telarc

DVD & BLU-RAY parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • Verdi, Aida - Levine/Millo/Domingo/Zajick, 1989 Deutsche Grammophon
  • Verdi, Trovatore - Armiliato/Alvarez/Radvanovsky/Zajick, regia David McVicar, 2011 Deutsche Grammophon