Dolomiti di Sesto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dolomiti di Sesto
Dolomiti di Sesto
Le Tre Cime di Lavaredo (m 2.999)
Continente Europa
Stati Italia Italia
Catena principale Alpi
Cima più elevata Punta dei Tre Scarperi (3.152 m s.l.m)

Le Dolomiti di Sesto (in tedesco Sextner Dolomiten o anche Sextner Sonnenuhr[1]) sono un settore delle Dolomiti situato tra la Provincia di Belluno e la Provincia autonoma di Bolzano.

Prendono il nome dal paese di Sesto, situato poco a nord-est del gruppo.

La vetta più elevata è la Punta dei Tre Scarperi (m 3.152).

Comprendono un territorio piuttosto vasto, delimitato a grandi linee dalla bassa Val Pòpena e dalla Val di Landro, dalla Val Pusteria, dal Passo di Monte Croce di Comelico al confine con l'Austria, dalla Val Padola, dalla valle del Piave e dalla Val d'Ansiei. Nel loro interno si snoda la famosa Strada degli Alpini.

Sono situate in parte all'interno del Parco naturale Tre Cime, istituito nel 1982.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la SOIUSA le Dolomiti di Sesto sono un supergruppo alpino con la seguente classificazione:

Suddivisione[modifica | modifica wikitesto]

Panorama di alcune cime delle Dolomiti di Sesto

Si suddividono in una serie di gruppi minori:

  • Gruppo dei Tre Scarperi
    È delimitato dal Passo Grande dei Rondoi (m 2.289), dalla Val Campo di Dentro, dalla Val Sassovecchio, dalla Val Fiscalina e dalla Val di Sesto. Le cime maggiori sono la Punta dei Tre Scarperi (m 3.152), la Punta Piccola dei Scarperi (m 3.095), la Punta Lavina Bianca (m 2.987) e il Lastron degli Scarperi (m 2957).
  • Gruppo Rondoi-Baranci
    Comprende la Rocca dei Baranci (m 2.966), la Croda dei Baranci (m 2.922), la Croda dei Rondoi (m 2.873) e il Monte Rudo (m 2.826).
  • Gruppo delle Tre Cime di Lavaredo
    Sono certamente il gruppo più frequentato turisticamente delle dolomiti di Sesto.
    Le Tre Cime di Lavaredo comprendono la Cima Ovest (m 2.973), la Cima Grande di Lavaredo (m 2.999), la Cima Piccola (m 2.857); tra le cime minori la Croda dell'Arghena (m 2.252). Poco a nord (circa 1 km) si trova la sagoma slanciata della Torre di Toblin (m 2.617).
  • Gruppo del Monte Piana
    Si trova fra l'alta Val di Landro, la Val Popena Bassa e la Val Rinbianco e comprende due cime principali: il Monte Piana (m 2.324) a sud e il Monte Piano (m 2.305) a nord.
  • Cadini di Misurina
    È un sottogruppo situato a est del Lago di Misurina; è poco esteso ma raccoglie molte cime dall'aspetto ardito e frastagliato.
    Nel Ramo di San Lucano si trovano le cime Cadin di Nord-Est (m 2.788), Cadin di San Lucano (m 2.839) e la Cima Eötvös (m 2.815). Altre cime molto frequentate dagli alpinisti sono la Torre di Misurina, la Torre del Diavolo (m 2.598) e la Torre Wundt (m 2.517). Il gruppo è attraversato dal sentiero Bonacossa.
  • Gruppo Monte Paterno - Cima Una
    È situato al centro delle dolomiti di Sesto. La vetta più alta è il Monte Paterno (m 2.744); altre cime sono la Croda Passaporto (m 2.744), la Torre Pian di Cengia (m 2.700) e la Cima Una (m 2.698).
  • Gruppo della Croda dei Toni
    Si trova tra la Val Giralba, il Passo Fiscalino (m 2.519) e la Val Cengia. Comprende la Croda dei Toni o Cima Dodici (m 3.094), la Croda Antonio Berti (m 3.029), la Cima Sud della Croda dei Toni (m 2.945) e la Cima d'Auronzo (m 2.945).
  • Gruppo del Popera
    È il sottogruppo più vasto delle dolomiti di Sesto; si snoda da Nord a Sud con catene laterali che racchiudono circhi ghiaiosi chiamati cadini. Le vette principali sono la Cima Undici (m 3.092), il Monte Popera (m 3.046), il Giralba di Sotto (m 2.995), la Cima Bagni (m 2.983), la Croda Rossa di Sesto o Cima Dieci (m. 2.965) e la Cima d'Ambata (m 2.872).

Rifugi[modifica | modifica wikitesto]

La Croda dei Toni (m 3.094)

Nel gruppo si trovano numerosi rifugi alpini. Tra i principali vi sono:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Egon Kühebacher, Die Ortsnamen Südtirols und ihre Geschichte, vol. 3, Bolzano, Athesia, 2000, p. 285. ISBN 88-8266-018-4

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

montagna Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna