Dobsonia minor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pipistrello della frutta dal dorso nudo minore
Immagine di Dobsonia minor mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Chiroptera
Sottordine Megachiroptera
Famiglia Pteropodidae
Genere Dobsonia
Specie D. minor
Nomenclatura binomiale
Dobsonia minor
Dobson, 1879


Il pipistrello della frutta dal dorso nudo minore (Dobsonia minor Dobson, 1879) è un pipistrello appartenente alla famiglia degli Pteropodidi, endemico della Nuova Guinea e di Sulawesi.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di medie dimensioni, con lunghezza dell’avambraccio tra 80,2 e 86,5 mm, la lunghezza della testa e del corpo tra 101,9 e 114 mm, la lunghezza della coda tra 15,7 e 20,3 mm e un peso fino a 90 g.[3]

Il colore del dorso e della testa è bruno-grigiastro, mentre le parti ventrali sono grigio-fulve pallide, cosparse di peli olivastri al centro dell'addome. Gli artigli sono marrone scuro con la punta più chiara. L’iride è marrone scuro. Le orecchie sono attenuate e con la punta arrotondata. Le membrane alari, di colore marrone semi-trasparente, sono attaccate lungo la spina dorsale come in tutte le specie di Dobsonia. La tibia è notevolmente più corta rispetto alle altre specie del genere Dobsonia. LA coda è relativamente lunga, mentre l'uropatagio è ridotto ad una sottile membrana lungo la parte interna degli arti inferiori.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia singolarmente od in piccoli gruppi tra la folta vegetazione. Sono stati osservati tra le fronde di alberi del genere Pisonia e palme del genere Borassus.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di frutti di specie native di Ficus e Piper aduncum.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Le femmine danno alla luce un piccolo all'anno.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa in Nuova Guinea, Admosin, Bagabag, Waigeo[4], Yapen e Sulawesi centrale.

Quest'ultimi individui potrebbero appartenere ad una sottospecie ancora non descritta.[1]

Vive nelle foreste primarie e secondarie, nelle foreste di palude e nei giardini.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Altre specie simpatriche dello stesso genere: D. crenulata, D. exoleta e D. magna.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato il vasto areale e la popolazione numerosa, classifica D. minor come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Hutson, T., Suyanto, A., Helgen, K. & Bonaccorso, F. 2008, Dobsonia minor in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Dobsonia minor in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005. ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Flannery, 1995, op. cit.
  4. ^ Wiantoro, 2011, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi