Dobsonia chapmani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pipistrello della frutta dal dorso nudo di Negros
Immagine di Dobsonia chapmani mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Chiroptera
Sottordine Megachiroptera
Famiglia Pteropodidae
Genere Dobsonia
Specie D. chapmani
Nomenclatura binomiale
Dobsonia chapmani
Rabor, 1952
Areale

Distribuzione di Dobsonia chapmani.tif

Il pipistrello della frutta dal dorso nudo di Negros (Dobsonia chapmani Rabor, 1952) è un pipistrello appartenente alla famiglia degli Pteropodidi, endemica di due delle Isole Filippine.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di medie dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 218 e 221 mm, la lunghezza dell’avambraccio tra 123 e 131 mm, la lunghezza della coda tra 23 e 26,1 mm, la lunghezza delle orecchie tra 25 e 27 mm e un peso fino a 143 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

La pelliccia è corta e sparsa. La testa è bruno-nerastra, le spalle sono marroni scure, mentre le parti ventrali sono verde oliva. Lungo l'avambraccio è presente una striscia di peli fulvo-oliva dorati. Il muso è relativamente corto e largo, le narici sono leggermente tubulari, gli occhi sono grandi. Le orecchie sono lunghe e appuntite. Le membrane alari sono nerastre e attaccate lungo la spina dorsale, dando l'impressione di una schiena priva di peli. La coda è ben sviluppata, mentre l'uropatagio è ridotto ad una sottile membrana che si estende lungo la parte interna degli arti inferiori.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia nelle grotte o in crepacci lungo i dirupi. Raramente è stato osservato tra le fronde delle Palme.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre principalmente di frutti di specie native di Ficus.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Sono stati osservati piccoli a maggio e giugno. Le femmine danno alla luce un piccolo alla volta all'anno.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa sulle Isole di Negros e Cebu.

Vive nelle foreste di pianura fino a 800 metri di altitudine. Sull'isola di Cebu è stato osservato in foreste secondarie dominate da alberi del genere Alstonia, Macaranga, Ficus e Mallotus. Su Negros invece occupa aree di foreste con Anisoptera, Dipterocarpus, Shorea, Parashorea, Ficus e Vatica.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

Probabilmente abbastanza comune negli anni '40 e '60, è divenuto raro negli anni '70, a causa della deforestazione e della caccia. Ritenuto estinto nel 1990, una popolazione è stata riscoperta sull'Isola di Cebu nel 2001 e su Negros nel 2003.

La IUCN Red List, considerato il declino della popolazione dell'80% negli ultimi 15-20 anni e la continua caccia e deforestazione, classifica D. chapmani come specie in grave pericolo (CR).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Heaney, L., Ong, P., Tabaranza, B., Rosell-Ambal, G., Balete, D., Alcala, E., Paguntulan, L.M., Pedregosa, S. & Cariño, A.B. 2008, Dobsonia chapmani in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Dobsonia chapmani in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Ingle & Heaney, 1992, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi