Dnepr (motocicli)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una Dnepr MT-10 del 1978 (in primo piano) e una MT-16 del 1998

La Dnepr (sigla ufficiale KMZ, cioè Fabbrica Motociclette Kiev) è una casa motociclistica ucraina che era fiorente ai tempi dell'Unione Sovietica.

La produzione inizia nel 1946 con il modello Kievlyanin, una motoleggera a due tempi di 98 cm³ simile alla tedesca Sachs. Nel 1951 viene presentato la prima bicilindrica, la M-72, praticamente identica alla Ural con la stessa sigla: monta di un boxer da 750 cm³ a valvole laterali da circa 22 CV ed è fortemente ispirata alle BMW d'anteguerra. Poi è il turno della K-750 che sarà prodotta (esclusivamente come sidecar) fino al 1970, anche in versione militare (K-750M). La Dnepr si specializza subito nei sidecar e la produzione (indirizzata quasi esclusivamente a soddisfare la domanda all'interno dell'URSS e stati satelliti) continua a crescere, fino a raggiungere negli anni settanta la notevole cifra di 140.000 moto l'anno.

Nel 1971 nascono i nuovi modelli a valvole in testa da 650 cm³: il primo è l'MT-9 a cui seguiranno MT-10, MT-11 e MT-16.

La fabbrica è stata definitivamente chiusa nel 2011. Gli ultimi 200 esemplari, equipaggiati con telai usati ripristinati (a causa della rottura dei macchinari per i telai, ormai non più convenienti da riparare), sono stati venduti sul mercato cubano. Il sito della fabbrica è in fase di smantellamento.

Principali modelli Dnepr[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]