Dmytro Čyhryns'kyj

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dmytro Čyhryns'kyj
Dmytro Chygrynskyi-2011.jpeg
Dati biografici
Nome Dmytro Anatolijovyč Čyhryns'kyj
Nazionalità Ucraina Ucraina
Altezza 190 cm
Peso 81 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra Sachtar Šachtar
Carriera
Giovanili
1999-2000
2000-2003
Karpaty Karpaty
Sachtar Šachtar
Squadre di club1
2003-2005 Sachtar Šachtar 1 (0)
2005-2006 Metalurh Zaporizzja Metalurh Zaporižžja 15 (2)
2006-2009 Sachtar Šachtar 83 (7)
2009-2010 Barcellona Barcellona 12 (0)
2010- Sachtar Šachtar 35 (3)
Nazionale
2004-2006
2006-
Ucraina Ucraina U-21
Ucraina Ucraina
11 (2)
29 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 6 ottobre 2013

Dmytro Anatolijovyč Čyhryns'kyj (in ucraino: Дмитро Анатолійович Чигринський[?]; trasl. angl. Dmytro Anatoliyovych Chygrynskiy; Zaslavia, 7 novembre 1986) è un calciatore ucraino, difensore centrale dello Shakhtar Doneck e della Nazionale ucraina. È stato Campione del mondo con il Barcellona durante la stagione 2009-2010.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Čyhryns'kyj inizia la sua carriera calcistica nelle giovanili del Karpaty Lviv.

All'età di quattordici anni (precisamente nel 2000), viene messo sotto contratto dallo Šachtar Donec'k. Esordisce nella Vyšča Liha già nel 2004, all'età di diciassette anni; nel 2005 viene però ceduto in prestito al Metalurh Zaporižžja per fare esperienza e incrementare le sue potenzialità. Dopo un periodo breve ma di successo tra le file dei Kozaky viene riscattato dallo Šachtar emergendo così tanto da essere considerato uno dei difensori più affidabili e una figura di spicco all'interno del club.

Grazie soprattutto a ciò riuscirà a debuttare in Champions League nel 2004 contro il Barcellona entrando dalla panchina. Nel corso delle stagioni successive riesce a rendersi ulteriormente indispensabile per la squadra al punto che a soli vent'anni diviene capitano per una partita di Coppa d'Ucraina a causa dell'assenza di Matuzalem (la partita sarà poi vinta 2-1 dai rivali della Dinamo Kiev).

Nella stagione 2007-2008 è stato stabilmente vice-capitano. A testimonianza del suo valore e dei suoi miglioramenti, il 7 maggio 2008 è stato nominato uomo-partita durante la partita di Coppa d'Ucraina giocata nuovamente a distanza di un anno contro i rivali storici della Dinamo Kiev (il risultato questa volta è stato 2-0 a favore degli arancio-neri). Circa un mese prima era riuscito a vincere anche il campionato ucraino.

Il 31 agosto 2009, ultimo giorno di mercato, viene ufficializzato il suo trasferimento al Barcellona per 25 milioni di euro e la firma di un contratto quinquennale.[1] Il 12 settembre 2009 fa il suo esordio con la maglia blaugrana nella gara contro il Getafe. Il 6 luglio 2010 lo Šachtar Donec'k ufficializza il ritorno del giocatore acquistato dal Barcellona per 15 milioni di Euro.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Dopo la stagione 2005-2006 e a causa dell'infortunio di Serhiy Fedorov, Čyhryns'kyj è stato convocato dall'allenatore della Nazionale ucraina Oleh Blochin per disputare il campionato del mondo 2006 in Germania.

Poco tempo prima aveva giocato alcune partite con la Nazionale Under-21, partecipando tra l'altro al campionato d'Europa 2006 di categoria: in quella rassegna i giovani ucraini avevano raggiunto la finale, venendo sconfitti dall'Paesi Bassi per 3-0, e lo stesso Čyhryns'kyj era stato inserito dall'UEFA nell'11 ideale del torneo.[2]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Shakhtar Donetsk: 2005-2006, 2007-2008, 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013
Shakhtar Donetsk: 2007-2008, 2010-2011, 2011-2012
Shakhtar Donetsk: 2008, 2012
Barcellona: 2009-2010

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Shakhtar Donetsk: 2008-2009
Barcellona: 2009

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Chygrynskiy signs for five years in www.fcbarcelona.cat, 31 agosto 2009. URL consultato il 06-09-2009.
  2. ^ La Squadra dell'Europeo, it.uefa.com, 05 giugno 2009. URL consultato il 27-09-2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]