Dmitrij Sergeevič Dochturov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dmitrij Dochturov
Il generale Dochturov in un dipinto di George Dawe
Il generale Dochturov in un dipinto di George Dawe
12 settembre 1759 - 26 novembre 1816
Nato a Krutoe
Morto a Mosca
Dati militari
Paese servito Impero russo Impero russo
Forza armata Flag of the Ministry of Defence of the Russian Federation.svg Esercito imperiale russo
Arma Esercito
Corpo Fanteria
Anni di servizio 1781-1816
Grado IRA F8GenBranch 1917 h.png Generale
Guerre Guerra russo-svedese (1788-1790)
Guerre della Terza coalizione
Guerre della Quarta coalizione
Campagne Campagna di Russia
Battaglie Battaglia di Smolensk
Battaglia di Austerlitz
Battaglia di Borodino
Battaglia di Eylau
Battaglia di Friedland
Battaglia di Tarutino
Battaglia di Malojaroslavec
Battaglia di Dresda
Battaglia di Lipsia

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

Dmitrij Sergeevič Dochturov (Krutoe, 12 settembre 1759Mosca, 26 novembre 1816) è stato un generale russo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Membro della nobiltà di Tula, Dmitrij Dochturov venne educato nel corpo dei paggi dello zar a San Pietroburgo ed iniziò il proprio servizio militare nel 1781 come tenente del reggimento delle guardie imperiali "Semënov".

Per la distinta condotta nella guerra russo-svedese della fine del XVIII secolo venne promosso nel 1797 generale di divisione.

Durante la guerra della Terza Coalizione, Dochturov comandò la prima colonna russa alla battaglia di Austerlitz che fu in grado di disimpegnarsi dalla critica situazione provocata dall'attacco dei francesi sull'altopiano di Pratzen. Durante le guerre della Quarta Coalizione, Dochturov combatté ad Eylau ed a Friedland. Promosso generale di fanteria nel 1810, durante la Battaglia di Borodino comandò il centro della linea russa dopo che il generale Pyotr Bagration era stato mortalmente colpito.

Durante il periodo dei Cento Giorni si oppose con la terza colonna dell'esercito russo all'avanzata dei francesi. Dopo gli scontri si ritirò a vita privata nel 1816 per morire quello stesso anno.

Dochturov viene citato anche in Guerra e pace di Tolstoj, opera nella quale lo scrittore russo loda il generale per la grande tenacia con la quale, pure nel silenzio della sua carriera, seppe portare la Russia alla ribalta in un momento difficile della sua storia.[1]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di II classe dell'Ordine di San Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di II classe dell'Ordine di San Giorgio
Cavaliere di II Classe dell'Ordine di San Vladimiro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di II Classe dell'Ordine di San Vladimiro
Cavaliere di I Classe dell'Ordine di Sant'Anna - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine di Sant'Anna

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Tolstoy, Guerra e pace, Cap. XV (in inglese)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • T. Royle, Crimea: The Great Crimean War, 1854–56, p. 266–268
  • E. L. Doctorow & Christopher D. Morris. Conversations with E.L. Doctorow, University Press of Mississippi, 1999, ISBN 1-57806-144-X p. 82
  • W. Siborne, in Waterloo Campaign 1815, 4ª edizione, Birmingham, 34 Wheeleys Road