Dizionari della lingua italiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I dizionari della lingua italiana descrivono le parole della lingua italiana e il loro uso. Possono essere distinti in diverse categorie a seconda delle loro caratteristiche.

Dizionari dell'uso[modifica | modifica sorgente]

I dizionari dell'uso descrivono il lessico italiano effettivamente in uso e una parte del lessico storico della lingua. Dal punto di vista editoriale sono spesso presentati in volumi singoli di grosso formato per uso scolastico. Tra i più conosciuti si segnalano:

Altri dizionari centrati sull'uso, più ampi e pubblicati in più volumi, sono:

Dizionari storici[modifica | modifica sorgente]

I dizionari storici descrivono il lessico dell'italiano includendo anche le parole uscite dall'uso. Il rappresentante principale di questa categoria è il Grande dizionario della lingua italiana impostato a cura di Salvatore Battaglia[4] e noto in sigla come GDLI.

Un ampio vocabolario storico dell'italiano è stato progettato dall'Istituto Opera del Vocabolario Italiano (OVI) del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Di questo progetto è in avanzata realizzazione la prima parte: il Tesoro della lingua italiana delle origini (TLIO), che consiste nella schedatura completa dei testi in volgare italiano scritti prima del 1375. Le voci già completate del TLIO vengono messe in linea nel corso del lavoro [5]. Al 5 maggio 2009 la home page del sito dichiarava consultabili 19197 voci, mentre il totale previsto per il progetto è di "circa 50.000"[6].

Dizionari dei sinonimi e dei contrari[modifica | modifica sorgente]

In questo settore si segnalano:

  • Il Grande dizionario italiano dei sinonimi e dei contrari della Utet, in 2 volumi, progettato e diretto da Tullio De Mauro.
  • Il Dizionario Garzanti dei sinonimi e dei contrari, curato da Pasquale Stoppelli.
  • Il Sinonimi e contrari di Giuseppe Pittàno (in edizione integrale e ridotta), pubblicato da Zanichelli.

Continua a essere usato come riferimento anche l'ottocentesco Dizionario dei sinonimi di Niccolò Tommaseo.

Dizionari etimologici[modifica | modifica sorgente]

Il più completo dizionario etimologico dell'italiano è tuttora il monumentale Dizionario etimologico italiano (in sigla DEI), di Carlo Battisti e Giovanni Alessio pubblicato in cinque tomi tra il 1950 e il 1957 dalla casa editrice Barbera di Firenze; esso considera anche ampie fasce di lessico regionale e dialettale.

Più aggiornato ma meno ricco di voci e interamente incentrato sulla lingua nazionale è il Dizionario etimologico della lingua italiana (in sigla DELI, originariamente in cinque tomi, in seguito in volume unico) di Manlio Cortelazzo e Paolo Zolli, edito da Zanichelli a Bologna dal 1979 al 1988. Quest'opera è stata condensata nel dizionario monovolume L'etimologico minore, 1440 pp., Zanichelli, Bologna 2004.

Un altro dizionario etimologico monovolume è Avviamento alla etimologia italiana di Giacomo Devoto, 501 pp., edito da Le Monnier a Firenze (1a ed. 1966, 2a ed. 1968, varie ristampe fino al 1983). A fine volume sono presenti un Indice delle radici e temi indeuropei, un Indice dei temi mediterranei, un Indice dei temi onomatopeici e nove carte geografiche che illustrano l'evoluzione linguistica in Italia fin dall'epoca preromana.

Ha caratteristiche monumentali il Lessico Etimologico Italiano fondato e diretto nel 1979 dallo studioso svizzero Max Pfister; esso è giunto, nel 2014, al dodicesimo volume (lettere A, B e C); la redazione di Lecce ha completato interamente il XIX (lettera D, 2008-2013) e quella di Napoli ha quasi completato il primo volume dei Germanismi nell'italiano.

In rete è liberamente disponibile la versione on line del Vocabolario etimologico della lingua italiana di Ottorino Pianigiani (1907), in copia anastatica. Tuttavia questo vocabolario è ritenuto scientificamente superato e contiene numerose etimologie oggi rifiutate.[7].

Tra i dizionari etimologici più recenti si segnalano il Dizionario etimologico Garzanti di Tullio De Mauro e Marco Mancini, pubblicato da Garzanti nel 2000, e L'etimologico di Alberto Nocentini con la collaborazione di Alessandro Parenti, edito da Le Monnier nel 2010.

Agile, economico ma un po' sommario è infine il Dizionario etimologico della lingua italiana di Tristano Bolelli, edito da Vallardi.

Dizionari specializzati[modifica | modifica sorgente]

I dizionari specializzati includono solo una sezione della lingua: per esempio il lessico della medicina o del giardinaggio.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il dizionario Zanichelli negli ultimi anni è stato presentato in versioni aggiornate annualmente. L'ultima versione disponibile è quella 2009: [1]. Il sito della casa editrice offre agli utenti registrati la possibilità di consultare gratuitamente per 30 giorni la versione on line.
  2. ^ Scheda prodotto sul sito dell'editore
  3. ^ Le voci del vocabolario sembrano consultabili, anche se questo non è dichiarato esplicitamente sul sito, attraverso il portale Treccani
  4. ^ Salvatore Battaglia (a cura di), Grande dizionario della lingua italiana. Torino, UTET, 1961-2002; comprende 21 volumi più due volumi di supplementi, pubblicati nel 2004 e nel 2009, e un volume di indice degli autori citati.
  5. ^ Sito TLIO: http://tlio.ovi.cnr.it/TLIO/
  6. ^ Sito OVI, sezione Che cos'è il Tesoro della Lingua Italiana delle Origini: http://www.ovi.cnr.it/index.php?page=il-vocabolario
  7. ^ Michele Cortelazzo, Un reperto archeologico in rete

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Un elenco più completo con altri dizionari, grammatiche e risorse specializzate si può trovare qui.

Dizionari dell'uso[modifica | modifica sorgente]

Dizionari dei sinonimi e dei contrari[modifica | modifica sorgente]

Altri dizionari[modifica | modifica sorgente]

linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica