Disturbo del sonno da lavoro a turni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lo Shift work sleep disorder (SWSD) è un disturbo del sonno che affligge le persone che cambiano i loro orario di lavoro o del sonno frequentemente, o coloro che lavorano a lungo termine nei turni notturni. Tali interruzioni ricorrenti del ritmo del sonno possono portare all'insonnia e/o a sonnolenza eccessiva. È un disturbo frequente nei soggetti che lavorano in orari inconsueti, di solito tra le 22:00 e le 6:00.

Sintomi[modifica | modifica sorgente]

I sintomi più frequenti di SWSD sono insonnia e sonnolenza eccessiva. Altri sintomi includono:

Non tutti i lavoratori soffrono di SWSD. Però se un turnista ha uno di tali sintomi dovrebbe parlarne al proprio medico.

Conseguenze[modifica | modifica sorgente]

Le conseguenze di SWSD comprendono:

  • aumento di infortuni
  • aumento degli errori relativi al lavoro
  • aumento di assenze per malattia
  • aumento di irritabilità, problemi dell'umore ecc.

Come affrontare la SWSD[modifica | modifica sorgente]

I lavoratori notturni devono essere disposti a fare del sonno una priorità. Chi lavora in turni oltre le ore 21 di routine, dovrebbe prepararsi per il sonno anche se è giorno. Preparate la mente per dormire; minimizzate l'esposizione alla luce solare durante il ritorno a casa dopo il turno di notte per evitare l'attivazione dell'orologio diurno all'interno del cervello. Seguite i rituali dell'ora di dormire soliti e provate a mantenere un ciclo del sonno regolare, anche nei weekend. Andate a dormire prima possibile dopo il turno di notte; è importante dormire almeno 7 - 8 ore al giorno.