Dislivello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il dislivello è un termine topografico che denota la differenza di altitudine tra due punti, generalmente tra la partenza e l'arrivo di un percorso. Se il primo luogo ha una quota inferiore al secondo allora il dislivello sarà positivo altrimenti risulterà negativo. Per esempio partendo da quota 1042 m s.l.m. di Andalo e raggiungendo cima Tosa a quota 3173  s.l.m. si effettua un dislivello di 2131 metri. A parità di sviluppo planimetrico di un'escursione a piedi, maggiore è il dislivello positivo superato e maggiore sarà l'impegno fisico richiesto per completarla.

Come si calcola[modifica | modifica sorgente]

La differenza di quota (o dislivello) fra due punti sulla superficie terrestre è data da:

A - A_0 = A_{dislivello}

dove  A_0 e A sono le altitudini dei due punti.

Per misurarla si fa uso di un livello oppure di un teodolite a seconda della distanza fra i punti e l'accuratezza richiesta dai lavori topografici.

Note[modifica | modifica sorgente]


Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]