Disfibrinogemia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Le disfibrinogemie sono un gruppo di malattie autosomiche dominanti che comportano la presenza di fibrinogeno qualitativamente anomalo.[1] Vi sono più di 350 diverse anomalie fibrinogeno, ciascuna prende il nome dal luogo dove è stato scoperta.[2] Ogni disfibrinogenemia è associato ad effetti leggermente diversi sul tempo di trombina e il normale processo di coagulazione. Alcune disfibrinogemie causano sanguinamento anormale o addirittura trombosi, mentre altre non hanno alcun effetto su entrambi.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dysfibrinogenemia
  2. ^ McDonagh, J, Dysfibrinogenemia and other disorders of fibrinogen structure or function in Colman R, Hirsh J, Marder V, Clowes A, George J (a cura di), Hemostasis and Thrombosis, 4th, Philadelphia, PA, Lippincott Williams & Wilkins, 2001, pp. 855–892.
  3. ^ Hayes T, Dysfibrinogenemia and Thrombosis in Archives of Pathology & Laboratory Medicine, vol. 126, nº 11, 2002, pp. 1387–1390, DOI:10.1043/0003-9985(2002)126<1387:DAT>2.0.CO;2, PMID 12421146.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina