Discussione:Teatro dei burattini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
P culture.svg Monitoraggio Teatro

 Minimo 

La voce è stata considerata di livello minimo in base a quanto raccomandato nel monitoraggio della qualità. Voce monitorata nel mese di gennaio 2010
C  Seri problemi relativi all'accuratezza dei contenuti. Importanti aspetti del tema non sono trattati o solo superficialmente. Altri aspetti non sono direttamente attinenti. Alcune informazioni importanti risultano controverse. Potrebbero essere presenti uno o più avvisi. (che significa?)
C  Seri problemi di scrittura. Linguaggio comprensibile, ma con stile poco scorrevole. Strutturazione in paragrafi carente. (che significa?)
D  Gravi problemi relativi alla verificabilità della voce. Molti aspetti del tema sono completamente privi di fonti attendibili a supporto. Presenza o necessità del template {{F}}. (che significa?)
C  Seri problemi relativi alla dotazione di immagini e altri supporti grafici nella voce. Mancano alcuni file importanti per la comprensione del tema. (che significa?)


'== Burattini bolognesi =='Testo in grassetto

Bologna si può considerare la capitale dei Burattini, con 4 personaggi ancora vivi e attivi: Balanzone, Fagiolino, Sganapino, Flemma. Balanzone viene chiamato altresì erroneamente Ballanzone con origine etimologica da "Balla" dal bolognese "bugia". Invero il personaggio è sì logorroico in tirate a volte inconcludenti, ma non si può definire bugiardo. Infatti l'origine di Balazone è da "balanza", bilancia, la bilancia della giustizia. Egli infatti nasce come satira dei famosi legisti Bolognesi che nel 500 diventano boriosi e spesso disoccupati al contrario dei glossatori che diffondevano la legge in tutta europa, venivano chiamti ed erano ricercatissimi. Ricordiamo che Bologna prima università del mondo occidentale dettava legge ovunque. Fagiolino o Faggiolino? Sui testi inizio novecento si trova con 2 g. Questo si attribuiva al legno di faggio di cui si diceva fosse il bastone o la testa. Più consono è invece Fagiolino con una sola g in quanto il faggio non centra e viene chiamato da Sganapino Fagiolo (Fasol). Sganapino, figlio di Augusto Galli, ultimo nato è la spalla di Fagiolino, fifone, a volte furbetto, sciocchino, ingenuo ma non stupido. Flemma precede Sganapino come spalla di Fagiolino, ma data la sua flemma, è più adatto a parti marginali e particolari. altre informazioni sul sito www.teatrolagarisenda.com

                                                      12-1-2010 PIERLUIGI fOSCHI